Unruly Heroes

Un viaggio verso l’Occidente

Unruly Heroes, titolo sviluppato da Magic Design Studios si presenta come una libera interpretazione del romanzo del 1590 “Il viaggio in Occidente” scritto da Wú Chéng’ēn.
Nel romanzo possiamo vedere come il monaco Sanzang venga inviato in India per recuperare antichi testi buddhisti non disponibili in Cina.
Durante il viaggio questo monaco sarà accompagnato da Sun Wukong, il re delle scimmie, il maiale Zhu Wuneng e il demone fluviale Sha Wujing.
Insieme questi tre porteggeranno Sanzang dalle insidie del viaggio.
Con queste ispirazioni come premesse il gioco vuole narrare infatti a modo suo il viaggio dei quattro eroi sotto una chiave più allegra ed comica in una storia costruita in modo semplice ma funzionale.

Unruly Heroes

Un mondo in preda all’oscurità

Il gioco si presenta con una storia piuttosto semplice, il mondo è in pericolo, la pergamena che teneva il mondo in equilibrio è stata fatta a pezzi e sparsa per tutti gli angoli del mondo e solo quattro potenti quanto improbabili eroi si oppongono con fermezza alle forze del male aiutati da una dea che purtroppo è tale solo da poco, aiutando quindi di rado i nostri eroi e facendo comunque poco per dar loro una mano.
Questi personaggi sono liberamente disponibili dando al giocatore la possibilità di intercambiarli liberamente durante l’avventura.
Essi hanno tutti la loro barra vitale personale e sarà necessario imparare ad usare al meglio tutti e quattro gli eroi per poter sopravvivere all’avventura.
Ogni personaggio è inoltre dotato di particolari abilità e caratteristiche che gli permetteranno di rendersi utile in modo unico permettendo di superare nei vari livelli gli enigmi che ci verranno proposti.

Unruly Heroes

Gameplay

Unruly Heroes si presenta come un platform 2D ambientato in oriente.
Il gioco offre un gran numero di ambienti pensati per mettere alla prova il giocatore sia con varie boss fight con nemici unici e molto variegati sia offrendo una sfida mentale impiegando i protagonisti con enigmi ambientali risolvibili solo alle capacità uniche dei personaggi giocabili.
Oltre ai quattro personaggi giocabili ci troveremo inoltre a utilizzare determinati mob tramite un’abilità simile alla possessione avendo accesso così alle loro abilità uniche, cosa che sicuramente contribuisce a spezzare la routine e a rendere più vario il gameplay.
A rendere il tutto ancor meno noioso è l’ottima parte di esplorazione e il gran numero di segreti nascosti nei vari livelli, segreti che dovremo scovare grazie ai personaggi e alle loro abilità.
In ogni livello troveremo infatti oltre alle monete utilizzabili per poter comprare vari costumi per i personaggi e frammenti di pergamena che sbloccheranno artwork nell’apposita galleria.

Unruly Heroes

Un quartetto spensierato

Wukong è una scimmia umanoide dotata di un lungo bastone dotato della capacità di allungarsi, grazie ad esso oltre ad effettuare varie combo a lungo raggio potremmo, in determinati punti, utilizzare la nostra arma per creare ponti in modo da superare baratri o creare piattaforme dove ce ne sarà bisogno, ovviamente senza poter però attaccare, pena la scomparsa del nostro punto d’appoggio appena creato.
La sua mossa finale consiste nel moltiplicare se stesso e sferrare un numero estremamente alto di attacchi.

Sanzang è un monaco la cui arma sono dei globi che utilizza per combattere controllandoli con la sua energia, cosa che gli permette di difendersi nonostante la sua fragilità.
In alcuni punti Sanzang sarà in grado di utilizzare il suo potere per creare un unico globo di energia capace di rimbalzare sulle pareti utilizzabile per colpire interruttori o corde che reggono ponti e simili così da aprire il passaggio.
La sua tecnica più potente consiste in un attacco ad area utilizzabile sia in modo offensivo che difensivo.

Passiamo ora a Kihong, il grasso e grosso maiale antropomorfo che sembra essere il classico elemento comico del gruppo, ma non fatevi trarre in inganno.
Egli infatti è davvero un osso duro quando si parla di resistenza e non cadrà facilmente sotto i colpi avversari, che colpice con il suo enorme bastone.
La sua abilità unica consiste nel gonfiarsi per poter galleggiare come un palloncino che potremo controllare fino ad una certa distanza prima che il nostro eroe si “sgonfi” arrivando così ad avanzare nel gioco e ad ottenere collezionabili o monete altrimenti irraggiungibili.
Il suo asso nella manica consiste nel gonfiarsi e rotolare addosso al nemico facendo danni continui per tutta la durata della mossa.

Infine, l’ultimo eroe si chiama Sandmonk ed è un vero e proprio gigante gentile.
Questo enorme energumeno dal colorito blu è infatti una vera e propria macchina da combattimento dotato di una forza fisica tanto forte quanto lo è la sua sensibilità.
Le sue armi sono i suoi pugni che sferra con una violenza e con una velocità impressionante.
La sua abilità unica per aiutare il gruppo ad avanzare nel viaggio non si attiva in luoghi predefiniti ma è semplicemente quella di poter spaccare certi tipi di rocce che gli altri eroi non possono nemmeno scalfire mentre la sua carta vincente è la capacità di diventare un gigante sferrando colpi ancora più forti e violenti.

Unruly Heroes

Arte videoludica in movimento

Uno dei punti di forza del gioco e forse il più meritevole è il comparto artistico.
I vari livelli infatti, partendo dagli sfondi fino ad arrivare ai più piccoli dettagli, è realizzato con una cura minuziosa rendendo il tutto un vero e proprio quadro che si muove.
Non è ovviamente solo la cura nei dettagli a rendere il comparto artistico di Unruly Heroes uno dei più belli da vedere ma è anche grazie ai fondali e alle ambientazioni evocative che il gioco riesce a creare un’atmosfera unica in grado di incantare rimanendo allo stesso tempo leggera e per niente pesante alla vista.
Ovviamente non sono solo gli ambienti ad essere così ben fatti, i design di mob, boss, npc e giocatori si sposa perfettamente con i luoghi in cui essi si muovono e grazie alla capacità di comprare nuovi costumi per i nostri personaggi potremo godere di nuove combinazioni di colori per nulla sgradevoli.
I nemici, a partire dai minions più deboli fino ad arrivare ai boss più feroci sono estremamente curati e come già detto nell’introduzione sono molto vari fra loro, sebbene alcuni presentino un paio di meccaniche simili.

Unruly Heroes

Multiplayer

Unruly Heroes presenta una modalità multiplayer che permette di proseguire nel gioco in cooperativa aiutandosi l’un l’altro oppure una modalità player vs player che consiste in uno scontro tra vari giocatori come se fosse un picchiaduro in cui avremo anche a disposizione vari oggetti che potremo raccogliere per poter rigenerare la nostra salute o che ci forniranno vari bonus come ad esempio un aumento di velocità di movimento.
La cosa che più sorprende di questa modalità è che permette sia la modalità cooperativa che quella competitiva non solo online ma anche a schermo condiviso, cosa che ultimamente non siamo abituati a vedere in vari brand tripla A.

Unruly Heroes

Comparto tecnico

Nulla possiamo dire a proposito di grafica e sonoro.
Lo stile usato per ricreare mondi e personaggi è ottimo e perfettamente in sintonia con quella che è la storia.
Non stanca, non annoia e non presenta caratteristiche che possono portare il giocatore ad essere infastidito.
Il comparto audio invece è qualcosa che accompagna perfettamente i personaggi lungo il loro percorso sebbene alcune volte possa risultare leggermente anonimo.
Nel complesso non stiamo parlando di perfezione o di qualcosa che fa urlare al miracolo ma il tutto riesce perfettamente a portare a termine il lavoro che gli è stato affidato.

Il gioco, essendo disponibile anche per PC presenta requisiti di sistema piuttosto leggeri e permette di essere giocato anche su computer che sentono il peso degli anni.

  • Sistema operativo: Windows 7 (32/64bit versions)
  • Processore: Intel Core i3 2100
  • Memoria: 4 GB di RAM
  • Scheda video: nVidia GeForce GeForce GTX 650
  • Memoria: 4 GB di spazio disponibile

Il gioco è inoltre disponibile in inglese, italiano, spagnolo, francese e tedesco sia nell’interfaccia del menù che nei sottotitoli mentre il doppiaggio è presente solamente in lingua inglese.

In breve…

Il titolo presenta una formula semplice ma che si rivela funzionale e scorrevole.
Le ambientazioni sono sicuramente il punto forte di questo titolo offrendo un panorama che possiamo solo adorare, le musiche diversamente non riescono a fare breccia nel nostro cuore e non rimangono impresse mentre il gameplay sebbene sia capace di divertire stanca velocemente dal momento che la semplicità che permette al gioco di essere così scorrevole contribuisce anche a renderlo leggermente ripetitivo a lungo andare.
Il titolo rimane tuttavia un ottimo passatempo ed un gioco capace di intrattenere se giocato con gli amici.

Il gioco è già disponibile dal 23 gennaio 2019 su PC, Playstation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

PRO CONTRO
  • Comparto artistico evocativo grazie a sfondi e design dei personaggi unici ed evocativi
  • L’ambientazione rimane una delle migliori da approfondire e da cui trarre un’opera come questa
  • Boss variegati
  • Possibilità di giocare anche in schermo condiviso sia in modalità cooperativa che competitiva
  • Gameplay semplice ed intuitivo…
  • …ma che risulta ripetitivo dopo un po’ di tempo
  • Le musiche non riescono a rimanere impresse
  • Tecniche e combo dei protagonisti ripetitive