Per chi non conoscesse la Big Finish Productions, è una casa di produzione di audio-dramas inglese che nel corso degli anni si è occupata di numerose serie, sia originali, sia provenienti dal panorama televisivo, proprio da lì vengono infatti le audio-adventures dedicate a Doctor Who (solamente per quanto riguarda i Dottori classici). Ad Aprile scorso tuttavia è stato annunciato l’inizio di una serie di episodi basati proprio su Torchwood, serie TV spin-off di Doctor Who. Ne abbiamo parlato già in un articolo dedicato che potrete trovare qui.

Se non avete familiarità con la serie TV o con gli audio-dramas della Big Finish (pochi hanno questa struttura narrativa), sembrerà un po’ strano affacciarsi su questo nuovo format di Torchwood. Come già scritto nel suddetto articolo precedente, ogni puntata si focalizzerà su un membro del team originale: qui il capitano Jack Harkness, nel secondo Ianto Jones e (annunciato proprio in questo periodo) nel terzo Gwen Cooper ecc. Tuttavia proprio per questo fatto era presumibile che le puntate avrebbero avuto una struttura narrata (con tutta probabilità dal protagonista stesso) miste all’azione. E così infatti si è rivelato essere, ma la cosa può creare un pò di fastidio. In questo episodio John Barrowman (l’attore che da’ il volto e la voce a Jack Harkness sin dal 2006) è infatti la voce narrante ma l’elemento di “disturbo” è il fatto che spesso si rivolge all’ascoltatore, rompendo la 4° parete e a volte spezzando il ritmo delle scene. MA ATTENZIONE: non lasciate perdere, poiché c’è un motivo attinente alla storia più che valido per tutto ciò e ci arriverete al finale.

Parlando della storia, se preso singolarmente questo The Conspiracy non brilla particolarmente ma comunque non va sotto la media, anzi, il climax finale lo risolleva; questo sopratutto perché eccetto Jack Harkness, gli altri personaggi non hanno una particolare caratterizzazione e alcuni possono risultare anche stereotipati. Ciò, a dire la verità, non è un grandissimo problema, poiché alla fine possono sembrare anche poco interessanti. Al di là del suddetto Harkness, tra l’altro, non ci sono altri protagonisti. Per tutta la durata della puntata è come se fossimo insieme a lui in missione, cosa aumentata dalla rottura della 4° parete su citata. La nota positiva a riguardo è che abbiamo una caratterizzazione migliore del personaggio. Chi ha visto la serie TV ha potuto notare che lui è sia serioso e ligio sul dovere ma anche scherzoso e incantevole. Qui ci sono tutti i suoi aspetti che abbiamo riscontrato della serie; possiamo paragonarlo al Jack visto nella terza stagione Children of Earth. Perciò, bisogna considerare questo episodio come la prima parte di una storia divisa in 6. Tuttavia non viene esplicato che cosa sia effettivamente Torchwood, questo poiché la serie presuppone che abbiate già visto la serie televisiva.

Non è specificato il tempo in cui è ambientato il tutto. Tuttavia, c’è un momento in cui Jack riceve una chiamata da Gwen Cooper riguardo all’ennesima apparizione degli Weevil (una razza aliena infiltrata sulla terra, più volte vista nella serie). Questo potrebbe farci collocare The Conspiracy tra la prima e la seconda stagione.. ma anche tra la seconda e la terza. Il fatto è che al di fuori del personaggio della bella Eve Myles, nessun altro membro del team viene menzionato. Sappiamo tuttavia che nei prossimi episodi vedremo nuovamente Ianto Jones e appunto Gwen Cooper; l’unico modo per stare sicuri sulla collocazione temporale è attendere e vedere se anche gli ultimi 2 membri della squadra originale verranno chiamati per registrare le puntate, così da collocare definitivamente la serie tra le prime 2 stagioni televisive.

In conclusione, TORCHWOOD: The Conspiracy è il capitolo d’apertura per una stagione che ha del potenziale. Come sappiamo, comunque, non è detto che i primi capitoli siano i migliori. Questa serie di audio-dramas punta a quei fan che hanno già visto la serie televsiva (o almeno le prime 2 stagioni) ma può anche essere un trampolino di lancio per i nuovi fan, che tuttavia possono sentirsi inizialmente disorientati. Vi consigliamo, per un apprezzamento migliore del prodotto, di ascoltarlo più di una volta, poiché potreste cogliere dei dettagli sfuggiti inizialmente.
La prossima puntata uscirà ad Ottobre sarà intitolata TORCHWOOD: Fall to Earth e vedrà il ritorno di Gareth David-Lloyd nei panni di Ianto Jones come protagonista della vicenda.