Dopo l’uscita di Lego – Gli incredibili lo scorso giugno, TT Games torna sul mercato con questo titolo, dove per la prima volta in un gioco Lego i protagonisti non saranno i buoni, ma i cattivi di casa DC. Ecco a voi cosa ne pensiamo di LEGO DC Super-Villains.

Create your Anti-Hero

Il gioco offre un roster di più di 150 personaggi, tra i quali tutti gli antagonisti più celebri del Franchise DC, come Lex Luthor, Joker, Harley Queen, AntiFlash, compresi i membri della Justice League e dei Teen Titans.
I fan di Arrow saranno felici di sapere che verrà dato spazio anche a cattivi meno mainstream provenienti da questa saga, spesso dimenticata nei videogiochi.
Una delle più grandi novità introdotte in questo gioco inoltre sta nel fatto che iniziata la storia potremmo costruire “il nostro” Supercattivo, chiamato Recluta.

Oltre a personalizzare La Recluta avremo l’opportunità di personalizzare altri 12 personaggi. In questa foto sono presenti alcune armi che possono usare i nostri personaggi

La costruzione della Recluta è stata ben approfondita e ci permette di personalizzare a piacimento il nostro aspetto fisico, il tutto con pezzi “classici” o provenienti dagli altri personaggi, con la possibilità di aggiungere eventuali accessori (come ali o maschere) e colorare le caratteristiche secondo le nostre preferenze.
Inoltre sarà possibile personalizzare le nostre armi, il nostro background, le nostre affiliazioni alle altre associazioni criminali, ma soprattutto personalizzare i nostri superpoteri.
Questa personalizzazione è doppia: sia a livello grafico, lasciandoci gestire l’estetica dei raggi energetici (come colore e forma) e da dove spararli (se dagli occhi o dall’arma per esempio) che a livello di gameplay, lasciandoci decidere a quali superpoteri ha accesso la Recluta, che nel corso della storia sarà in grado di sbloccarne di nuovi, assorbendo energia da alcune fonti luminose.

Il nemico del mio nemico è mio nemico

Così ha inizio la nostra avventura.

Il gioco inizia con l’evasione dalla prigione di Metropolis di Lex Luthor e della Recluta, grazie all’aiuto di Mercy Graves. Mentre libereremo altri criminali, facendoci strada verso l’uscita, sbloccheremo il nostro primo potere che ci sarà di aiuto per risolvere i primi enigmi offertici dal livello.
La storia si base sull’arrivo della Terra del Sindacato della Giustizia, gli alter ego della Justice League (Superman diventa Ultraman per esempio) provenienti da un’altra dimensione, quella di Terra-3. Il Sindacato però, il cui vero nome è Sindacato del crimine, riesce a rapire con l’inganno la Justice League originaria, per poi ricercare sulla Terra un potente artefatto senza avere nessuno a contrastarli.
I super cattivi della Terra si riuniranno così contro la minaccia del Sindacato e del cattivo che li ha mandati nella nostra dimensione, il cui obiettivo è quello di dominare l’universo; la Recluta e la sua abilità unica avranno un ruolo chiave in tutta la storia.
Ogni livello della storia può essere rivisitato in Modalità Libera con tutti gli altri eroi, così da poter recuperare tutti i collezionabili, impossibili da prendere durante la missione a causa della mancanza dei superpoteri, necessari per risolvere gli enigmi che li celavano.

La storia ha una durata di circa dodici ore, può essere giocata in Co-op o in Single Player, non presenta picchi di particolare difficoltà ed è in grado di offrire, come ogni gioco Lego, intermezzi comici divertenti, grazie anche alle numerose citazioni riprese dai fumetti e dai film DC presenti. Il gioco però offre una grande varietà di quest e attività secondarie, che permettono di sbloccare nuovi veicoli e supereroi utilizzabili nel corso della Modalità Libera, dove è possibile nel contempo esplorare un piccolo open world che connette, tra le varie località, Metropolis, Smallvile e Gotham, tutte molto ben realizzate e con molte località e attrattive care ai fan, come la Wayne Tower, la monorotaia di Gotham e l’Arkham Asylum.

Jet, macchina o Super Velocità?

Il nostro primo traumatico approccio con un veicolo. Dovremo raggiungere 3 personaggi da aggiungere alla nostra gang.

La mappa del mondo è grande e piena di cose da fare, sarà possibile tra una missione della storia e l’altra girare per Gotham City alla ricerca di nuovi Mattoncini dorati o quest, il problema che sorge spontaneo una volta che si ha l’occasione di muoversi per il mondo però è proprio come muoversi per il mondo.
Il sistema di guida infatti è legnoso ed è facile perdere il controllo in curva. Allo stesso modo i velivoli sono più lenti di quello che ci si aspetterebbe e non si ha l’impressione di avere un volo fluido.
L’ipotesi migliore per muoversi all’interno della mappa rimane la scelta tra un personaggio con l’ultravelocità, che a costo di una precisione nei movimenti con rapidità di molto superiore a quella che si ha in un veicolo, o uno con il Volo, che nonostante dia alcuni problemi con un sistema di auto-livellamento rispetto al suolo, quando si è vicini a terra rimane il metodo migliore per muoversi all’interno del mondo di gioco.
La mappa è affollata e sono presenti numerosi Npc in macchina o a piedi, dai quali è possibile sentire dire frasi che si ricollegano al gioco o ai fumetti, aggiungendo così “un po’ di vita” all’ambiente.
Il doppiaggio include molte voci note ai giocatori, sia nella versione italiana sia nella versione originale, riuscendo così a esaltare le numerose battute o i giochi di parole dei personaggi.
L’unica piccola pecca del doppiaggio eccellente sta nel fatto che ogni tanto le battute, soprattutto durante i combattimenti, verranno interrotte a metà a causa delle animazioni, o semplicemente perché si è andati troppo avanti nel livello, interrompendo così la battuta e iniziandone una seconda.

Prima di ogni missione storia avremo sempre una simpatica scenetta con protagonisti Lois Lane e il suo cameraman

Con i pugni, con i fucili, con le Carote?!

Il gameplay è quello classico di un gioco Lego, con tutti i pregi e i difetti che ne consegue.
Gli enigmi nel corso della storia diventeranno immediati, infatti, dopo aver imparato a riconoscere il potere necessario per poterli risolvere, diventeranno solo una questione di mera formalità, mantenendo però allo stesso tempo un buon livello di intrattenimento senza annoiare.
I combattimenti non saranno mai difficili, con l’unica pecca di essere macchinosi e limitati dalle animazioni del corpo a corpo, considerato anche che sarà complesso usare alcuni superpoteri, come i raggi laser, in mezzo alla battaglia. Ogni tanto ci capiterà di assistere a scene dove i nostri alleati, piuttosto che aiutarci nel combattimento, staranno fermi a farsi picchiare dai nemici, ostacolandoci negli spazzi piccoli occasionalmente; questo fortunatamente non compromette di molto la difficoltà del gioco, considerato che i nemici non offrono un livello di sfida invalicabile e possono essere facilmente sconfitti.

Uno dei tanti momenti dove potremo trovarci in difficoltà a causa dell’IA che decide di stare ferma bloccandoci la strada.

Oltre che con i pugni e gli artigli ovviamente sarà possibile combattere con armi di ogni tipo e forma, da quelle più strane come ghiaccioli o carote, a quelle più celebri come le pistole di Deathshot o il tridente Black Manta.
L’unica grossa pecca del gioco sono le Boss Fight, che saranno tutte superabili con due semplici strategie: in alcuni livelli la sola difficoltà sarà quella di risolvere l’enigma in grado di causare danno al nemico, mentre in altri basterà evitare gli attacchi del nemico aspettando il momento opportuno per attaccare o interagire con oggetti dello scenario in grado di farci progredire. Tutto ciò, in aggiunta al fatto che non ci siano limiti di tempo o possibilità di Game Over, rende le Boss Fight leggermente noiose e ripetitive, facendone perdere così di epicità e di attrattiva.

Arriveremo ad affrontare un T-Rex Robot, e per sconfiggerlo dovremo alternare le 2 stategie sopracitate

Conclusioni

Lego DC Super Villain si conferma, come tutti i giochi Lego, un titolo divertente, adatto ai bambini e ai fan Lego e DC, in grado di offrire molte ore di divertimento. La trama è divertente e originale; le possibilità di personalizzare la Recluta e i suoi poteri sono una bella aggiunta al gioco, anche se paga il gameplay classico e le meccaniche tipiche del franchise, che potrebbero renderlo indigesto e ripetitivo a chi ha giocato un altro gioco targato Lego recentemente.
Ultima cosa: consigliatissimo il controller, i comandi da tastiera sono scomodi e poco intuitivi.

But first, let me take a selfie…
PRO CONTRO
  • Roster dei personaggi molto ampio.
  • Trama coinvolgente e originale, che sarà apprezzata dagli amanti della DC
  • L’ampia sceltà per la personalizzazione dei personaggi.
  • Molte attività da fare in giro per la mappa….
  • Ma che alla lunga rischiano di diventare ripetitive
  • La storia non è lunghissima
  • Proverete Odio puro quando dovrete spostarvi per la mappa, sopratutto in spazi stretti se siete in volo.
  • HUD della mappa è poco chiaro e spesso sarà facile non vedere l’obiettivo di una missione secondaria a causa della miriade di altri simboli presenti
  • Il controller è praticamente obbligatorio

 

Conclusione
LEGO DC Super Villains
7.5
Articolo precedenteOnline il primo trailer per la terza stagione di True Detective
Prossimo articoloNuovi dettagli sul film di Super Mario Bros prodotto da Illumination
Nato a Milano nel 1998, sono uno studente di ingegneria informatica, appassionato di tecnologia, videogiochi e sport. Il mio primo videogioco è stato Wolfenstein 3D, trovato mentre smanettavo sul PC di mio zio a 5 anni. Da quel momento è esplosa la mia passione per i computer e il gaming, e io non mi sono più fermato.