SpeedRunners, sviluppato da DoubleDutch Games e tinyBuild, è disponibile da circa un mese su Steam. Si tratta di un gioco piuttosto atipico, un incrocio tra platform e sportivo, con una forte propensione verso la competitività ed una grafica minimale e colorata.

Il gioco, principalmente concepito come Browser Game circa un anno fa, ha subito ricevuto un enorme feedback, tanto da spingerlo ad essere uno dei titoli indie più apprezzato su Steam in pochissimo tempo. Diventato persino un “eSportGames” nella Electronic Sports League (2015), ha vinto  il premio come miglior videogioco Multiplayer competitivo da Indie DB (2014) e il Gamer’s Voice Award agli SXSW Gaming Award (2015).

Un successo annunciato? Certamente. Il gioco ha già venduto un milione di copie su Steam e collezionato una pletora di recensioni positive.


Il competitivo che avrebbero voluto SEGA e Nintendo

La somiglianza con Sonic e Mario è un po’ forzata, lo so, ma SpeedRunners offre quello che questi titoli non hanno mai avuto: un competitivo online!
Ma vediamo come funziona. SpeedRunners si compone delle seguenti modalità: un Tutorial, una in singolo (dove si gareggia con dei Bot), una modalità competitiva in locale ed infine quella online. Vi è anche una parte storia che permette di sfidare gli avversari in quattro diversi tornei, con le solite sequenze di intermezzo. Affronteremo a tutti gli effetti una gara di corsa tra 4 speedrunners attraverso elaborati livelli 2D che si dispiegheranno sia in verticale che in orizzontale; la vittoria sarà decretata a colui che distanzierà per 3 volte i propri avversari, mandandoli fuori visuale (che segue principalmente chi è in testa). Per poterci garantire una vittoria possiamo utilizzare abilità tipiche di ogni Corridore: la scivolata, l’arrampicata ed il rampino che se utilizzate con il giusto tempismo e l’astuzia necessaria possono fare la differenza.
Non mancano di certo, alla stregua di un Mario Kart, numerosi oggetti sparsi per la mappa che possono darci vantaggi notevoli a discapito dei nostri ignari rivali: palle infuocate, razzi, casse, onde d’urto, ganci e tanto altro. Il tutto è reso più stimolante dalla presenza di baratri, spuntoni e raggi laser che possono rallentare la corsa.
Come potete vedere anche dal video di gameplay, a complicare il tutto è l’inquadramento del livello che allo scorrere del tempo si restringe sempre più, rendendo la vita più difficile sia a ritardatari che possono uscire dalla visuale e perdere, sia chi sta davanti che ha meno tempo per vedere gli ostacoli che si presentano.
Una manciata di livelli molto caratterizzati e diversi tra loro rendono più vario il gioco. I personaggi sono in numero sufficientemente ampio e tutti piuttosto particolareggiati, strappando più di un sorriso per via delle loro caratteristiche stravaganti: alcuni sembrano indossare un pigiama.


Frenesia e Riflessi

Cattura9

Il gameplay offerto da SpeedRunners è solidissimo. Il gioco ha un senso solo se giocato in competizione con altri giocatori sparsi per il globo, per questo il matchmaking funziona senza problemi con brevissime attese, privilegiando il pareggio delle abilità che rende il gioco sempre godibilissimo.
Avere riflessi e capacità di reazione è determinante per vincere, ma anche i più “vecchietti” (come me) possono divertirsi sfoderando un po’ di astuzia, lasciando andare avanti i più frenetici e assestando qualche “colpo” dalle retrovie nei momenti più determinanti, ribaltando l’esito della partita.

Queste infatti possono divertire parecchio e non essere per nulla scontate, tutto grazie al sapiente level design, all’eccellente bilanciamento di mosse ed agli oggetti in gioco. E’ persino disponibile un editor livelli.

Prima di ogni partita in matchmaking, potremo votare la mappa da scegliere e se attivare o meno alcune opzioni di gioco che possono essere più o meno vantaggiose in base al nostro modo di giocare. Pochissimi i settaggi del gioco che gira sempre benissimo; non abbiamo mai avuto problemi, glitch o rallentamenti, nemmeno nelle situazioni più concitate.
I requisiti del gioco sono bassissimi: potete praticamente giocarlo su ogni PC esistente venduto entro i 5 o 6 anni.

Eccellente la realizzazione grafica, per quanto sia essenziale e poco dettagliata, resta comunque molto piacevole, ma soprattutto fruibile e funzionale. Non ci è mai capitato di aver avuto difficoltà a seguire con lo sguardo gli speedrunners in gioco o sbattere contro un ostacolo perché si confondeva con lo sfondo o con gli effetti grafici.

Il comparto audio invece è piuttosto banale: le musiche si somigliano un po’ tutte ed anche gli effetti audio lasciano perplessi. Tenete il volume basso giusto per sentire le dinamiche in game e mettete su il vostro pezzo preferito.

Sconsigliamo il gioco in finestra per via di alcuni blocchi che possono capitare sui PC più datati.

Cattura5

Pro Contro
  • Grande frenesia
  • Gameplay stratosferico
  • Grafica Funzionale …
  • … ma troppo semplice
  • Colonna sonora non all’altezza

 

Conclusione
Speedrunnres
8.9
Articolo precedenteStreet Fighter V – “A Shadow Falls” e due nuovi personaggi
Prossimo articoloXbox Store Ultimate Game Sale
Appassionato di Tecnologia, Scienze, Cinema e Sport, ne scrivo dalla metà degli anni '90. Nerd prima ancora che fosse figo! :)