Durante l’E3 2016 Bethesda ha mostrato i prossimi DLC in arrivo per Fallout 4, il primo dei quali è Contraptions Workshop. In maniera analoga a quanto accaduto per Wasteland Workshop, si tratta di un espansione costituita da “goodies” per gli insediamenti, in questa occasione piuttosto che essersi focalizzati su espandere l’interazione con la natura della zona contaminata e le funzionalità già integrate negli insediamenti, Bethesda ha preferito implementare un sistema di fabbricazione tramite macchinari, nastri trasportatori e circuiti logici, oltre ad aggiungere funzionalità principalmente estetiche e rilevanti solo nella componente sandbox di Fallout 4.


FABBRICHE E AUTOMAZIONE

Fabbrica di fuochi d’artificio in azione.

L’ammontare di nuovi asset aggiunti in questa espansione è notevole e a differenza di Wasteland Workshop, Contraptions introduce diverse funzionalità utili quali crafting di corazze, armi e cibo in modo completamente automatizzabile. Molto di quanto è stato implementato eredita dal sistema a redstone e carrelli presente in Minecraft, una vera manna dal cielo per coloro che amano sperimentare con circuiteria e automazione e un’interessante aggiunta al sandbox di Fallout 4 che ora consente di realizzare oggetti partendo da zero, funzionalità presente nel crafting di Skyrim, precedente titolo di Bethesda, ma rimossa in Fallout 4 (con ragioni giustificate dal setting post apocalittico).
Assieme alle più ordinarie armi (di qualunque tipo e dimensione), corazze e cibo si possono fabbricare munizioni, esplosivi e fuochi d’artificio, si possono spostare i componenti lungo dei nastri trasportatori e attraverso tramogge, ascensori e smistatori. Purtroppo allo stato corrente sembrano esserci dei problemi coi dispositivi di smistamento e coi rulli di trasporto.


STRUTTURE

Una fabbrica di armi

Per quanto riguarda i blocchi edifici, fanno comparsa due famiglie di strutture, il set magazzino, che eredita quasi totalmente dal set mulino introdotto in Far Harbor e il set scaffali, che permette di realizzare ponteggi e quel genere di strutture realizzate di fortuna dai predoni della zona contaminata. Sono stati anche inseriti i vagoni di treno merci come set di edifici e gli ascensori, una delle novità più interessanti ad essere introdotte.
Purtroppo in merito alle strutture non c’è molto altro da dire, complessivamente possiamo ritenerci soddisfatti grazie al fatto che ora sono presenti parecchi set di edifici, contro la scarsa varietà al lancio di novembre 2015.


CIRCUITI E FUOCHI D’ARTIFICIO

I fuochi d’artificio sono principalmente usati a fini estetici, tuttavia si possono usare per modificare le condizioni metereologiche del Commonwealth

Una grossa porzione di Contraptions Workshop è dedicata alla creazione di circuiti, fra questi è stato introdotto un sistema per creare circuiteria a tubi che ha un notevole fascino, assieme a un sistema di sparo di fuochi d’artificio e materiali grazie a dei mortai. In generale l’intera circuiteria di Fallout 4 ha fatto un interessante salto in avanti, che purtroppo è destinato a essere sfruttato solo da coloro che fanno grande uso dell’esperienza Sandbox in Fallout 4.

Interessante uso dei fuochi d’artificio è quello di modificare il meteo del Commonwealth, inducendo pioggia, sole o tempeste radioattive a scelta grazie a un involucro per fuochi d’artificio costruibile tramite i macchinari introdotti nell’espansione.


IL RESTO

Due nuove colorazioni per armatura T51 in questa espansione: Abraxo e Sugar Bombs

Contraptions Workshop non si limita a introdurre macchine, ascensori e circuiti ma aggiunge anche altri goodies tra cui due nuove skin per armatura atomica T51, banner e luci ma anche lettere acriliche per decorare i cartelloni, in maniera analoga a quelle introdotte in Wasteland Workshop. Menzione va fatta anche ai manichini e alle teche per armi, presenti in Skyrim ma andate perdute in Fallout 4 al lancio.

Infine è van menzionati i percorsi per biglie (costruibili con uno dei macchinari introdotti) e le gogne, che non hanno alcuna vera utilità. L’aspetto positivo di questo genere di espansioni è che potrebbero tornare molto utili ai modder che vorranno farne uso.


DUE CHIACCHERE SUL SEASON PASS

https://www.youtube.com/watch?v=J5IV8Ib0Yl4

La seconda porzione del Season Pass di Fallout 4 ha così avuto un inizio certamente non glorioso ma piuttosto solido se si compara quel che è stato Wasteland Workshop e quel che invece è Contraptions Workshop. Il problema di queste espansioni non è tanto la loro natura di “dlc fuffa” quanto piuttosto il fatto che vadano ad espandere in modo interessante una componente di Fallout 4, il Sandbox, che tuttavia non viene adeguatamente sfruttato a causa di alcuni problemi del gioco nativo: la sua scarsità in contenuti unici e il suo fare pesante appoggio su quest a ripetizione che farebbero valere la pena di investire in questa vena di gameplay su cui Bethesda ha investito forse più del necessario.
Sulla tabella di marcia rimangono ora Vault-Tec Workshop, purtroppo anch’esso di rilevanza minore ed un più interessante e ambizioso Nuka World che potrebbe rendere giustizia al Season Pass e fornire quel tipo di contenuti che i giocatori preferiscono rispetto a queste espansioni essenzialmente sandbox e trascurabili.

PRO CONTRO
  • Prezzo giustificato per la quantità di nuovi contenuti
  • Ideale per gli amanti del sandbox e dell’automazione
  • Ancora una volta, un’espansione né fondamentale né memorabile
  • Qualche problema nella logistica delle linee di produzione