In Penny Dreadful abbiamo visto finora creature e creatori, ma una cosa su cui la serie si è focalizzata sin dalla prima stagione è stata la backstory di ciascun personaggio. In questa puntata, infatti, ci viene data la possibilità di gettare uno sguardo al passato di uno degli esseri più affascinanti della serie, ovvero il mostro di Frankenstein. Interpretato sempre da Rory Kinnear, l’avevamo visto solo per pochi minuti nella 3×01 in una nave tra i ghiacci, come in isolamento; a causa però di una visione decide di tornare a Londra per poter illuminare di nuovo il suo passato e scoprire di più su se stesso. Si tratta di un’ulteriore evoluzione del personaggio: se nella prima puntata l’abbiamo visto come un “uomo” travolto dalla rabbia e spirito di vendetta nei confronti del suo creatore, nella seconda la sua psiche è stata distrutta dal rifiuto di Lily Frankenstein (Billie Piper) ed è passato ad essere solo e abbandonato. Adesso invece, proprio come per lei, anche lui sta tornando ad avere dei ricordi della vita precedente. Era effettivamente l’unico personaggio di cui non sapevamo praticamente nulla e adesso lo vediamo come un uomo completamente solo, abbandonato nell’inesistenza (ignorato persino dal suo stesso creatore) in un mondo popolato di orrori. Penny Dreadful è anche questo: raccontare una storia contornata dalla violenza, non necessariamente fisica ma anche psicologica, andando ad analizzare le menti torturate dei personaggi. E vedere inoltre che l’uomo che il mostro era nel cliffhanger finale ci fa speculare ancora di più su ciò che il vampiro ha comunicato a Vanessa Ives (Eva Green).

Nel frattempo, l’omonimo scienziato (Harry Treadaway) è alle prese con un rimedio per far tornare Lily Frankenstein aiutando il suo amico e collega Dr. Jekyll (Shazad Latif) e anche se la loro presenza non è molto duratura in questa puntata, i discorsi tirati in ballo dai due studiosi vanno a citare direttamente l’opera de “Lo strano caso del Dottor Jekyll e il Signor Hyde“. Victor sostiene di essere in grado di prolungare gli effetti del siero del suo amico, ma presumibilmente già sappiamo che potrebbe succedere. Una volta visti gli effetti sicuramente Jekyll vorrà provare su di sé il suddetto siero. Il passato di questo personaggio non è stato ancora illuminato in maniera chiara, ma abbiamo capito che è stato travagliato e tortuoso tanto da arrivare a compiere l’insano gesto.
Lily Frankenstein e Dorian Gray (Reeve Carney) intanto stanno lentamente procedendo nella creazione di un esercito di reietti della società. Un’armata col quale otterranno un posto assai superiore nella società. Certo non sarà un esercito di immortali, ma vengono trattati come tali dai due amanti. Inoltre, in una scena precedente la ragazza che hanno salvato precedentemente, chiede a Lily del suo passato e lei le racconta di Ethan Chandler/Talbot (Josh Hartnett) e se c’è una cosa che deve assolutamente accadere in questa stagione è un incontro tra i due. Lui non più Chandler e lei non più Brona Croft. Devono farlo!
Lui invece è accompagnato dalla strega sua amante della stagione precedente (presumibilmente unica sopravvissuta) ma lei pare che lo stia allontanando dalla dritta via anche solo per i modi di fare. Lui non uccide a sangue freddo mentre lei anche solo per rubare un cavallo ha assassinato una famiglia in questa puntata. Lo stesso Malcom Murray (Timothy Dalton) riconosce che lui non è fatto in questo modo, tuttavia i suoi sospetti verso il pellerossa che sta accompagnando sembrano fondati e lui sembra intenzionato ad ucciderlo senza pensarci due volte.

La trama si infittisce ed ogni volta aspettare una settimana è straziante, ma speriamo che questa stagione di Penny Dreadful valga la pena.