Fin dal suo annuncio, da parte di StoicStudio nell’ormai lontano 2014, The Banner Saga ha da subito catturato l’attenzione su di sè. Il design e il gameplay hanno incuriosito già dal trailer e dopo un susseguirsi di versioni PC, Mac, Linux e Mobile nel 2014, il titolo è arrivato anche sulle nostre console Xbox One e Playstation 4 il 12 Gennaio 2016. Se siete curiosi di provare un titolo che ha rimodernato un genere con una trama coinvolgente, The Banner Saga è il titolo giusto per voi…

L’inizio di un nuovo viaggio

La trama è uno degli aspetti più importanti di The Banner Saga, si ha infatti il più delle volte la sensazione di leggere un libro in movimento fatto di illustrazioni e bellissime animazioni. Le ambientazioni sono piene di profondità ed evocano una storia solo a guardarne i tratti. The Banner Saga è uno di quei pochi titoli che non ha bisogno di grandi effetti speciali per sorprendere.

L’intero regno è in pericolo, tutti pensano che dopo le Due Grandi Guerre passate nessun altro avrebbe minacciato la pace. L’alleanza fra Uomini e Varl, una razza di giganti che ricordano molto i vichinghi a cui importa solo della guerra e dell’onore, ha permesso la fine della Guerra contro i distruttori, ma qualcosa sta cambiando. Le voci si fanno sempre più forti…i distruttori sono tornati.

The-Banner-Saga-3

All’inizio della nostra avventura veniamo subito a conoscenza delle Due Grandi Guerre e di quello che il Regno ha dovuto affrontare negli ultimi anni. Dopo questa piccola introduzione, un Tutorial ci trasporta in quello che sarà il nostro primo scontro. Il combattimento non risulta infatti complicato, e serve soltanto a darci le prime dritte su come comportarci nelle nostre battaglie future che diventeranno sempre più complesse. Dopo le prime sessioni di gioco in compagnia di Ubin, un Varl scriba che ci farà anche da narratore e consigliere, ecco la prima sorpresa. Non facciamo infatti neanche in tempo ad inquadrare la situazione di ciò che ci circonda che veniamo catapultati dall’altra parte della mappa. Rokk, un umano, e sua figlia Alette sono in pericolo.

La storia viene raccontata in parallelo come in uno dei capitoli de “ Il Signore Degli Anelli”, da una parte abbiamo Hakon, un valoroso Varl, dall’altra Rokk, un umano che prende le redini di un gruppo di sopravvissuti e volontari per combattere la propria guerra contro i distruttori. Le due storie si intrecciano perfettamente scandendo bene i tempi, trasportandoci da un’avventura all’altra molto spesso proprio sul più bello.

The-Banner-Saga-1

I nostri due eroi devono gestire molti fattori durante il loro viaggio. Durante le lunghe camminate capiamo quanto The Banner Saga curi l’aspetto gestionale delle nostre truppe e della nostra squadra. Troviamo, infatti, sulla parte superiore dello schermo un pannello che fa riferimento ad alcuni fattori fondamentali. Uno fra i più importanti è sicuramente il Morale delle truppe scandito dalle vittorie o dalle sconfitte della nostra squadra. Il pannello mostra anche i Giorni di viaggio trascorsi dall’inizio della nostra avventura e le Provviste di cui disponiamo, più sono gli uomini che abbiamo al nostro fianco e più siamo potenti ma di conseguenza aumentano le provviste di cui abbiamo bisogno per sfamarli.

Durante il nostro viaggio abbiamo la possibilità di accamparci in qualsiasi momento. Questa funzione è davvero importante perché permette di salvare la partita visto che il salvataggio avviene solo tramite salvataggio automatico, e per fare il punto della situazione. Entrando nella tenda del Training abbiamo la possibilità di provare le abilità dei nostri eroi senza limiti e senza restrizioni con Ubin a farci da consigliere. Creare un campo serve anche a far riposare i nostri eroi dopo le battaglie. Gli eroi feriti hanno bisogno di alcuni giorni di riposo, in base alla gravità delle ferite, per riprendere appieno le forze per la prossima battaglia. Attendere il riposo degli eroi significa attendere giorni a scapito ovviamente delle provviste disponibili. Se le provviste scarseggiano potremo comunque proseguire il nostro viaggio rischiando però di dover affrontare una difficile battaglia lungo il cammino. Nella tenda Heroes abbiamo la possibilità di controllare i nostri eroi, cambiare l’ordine della squadra e farli salire di livello.

Un volta ripreso il nostro viaggio la schermata segue l’intera truppa che marcia verso la sua destinazione, durante queste sessioni, che potrebbero risultare sottotono, The Banner Saga ci offre delle intelligenti e varie situazioni in cui dobbiamo prendere decisioni che possono cambiare le sorti della nostra carovana. Dovremo affrontare litigi fra gli uomini, occasioni per recuperare delle provviste e mille altre situazioni. Dovremo sempre scegliere da che parte stare e le nostre decisioni influiranno sempre sulla trama a tal punto di perdere o acquisire nuove truppe o eroi.

The-Banner-Saga-2

Il sistema di combattimento

Se le nostre decisioni sono importanti durante il nostro viaggio lo sono ancora di più durante le battaglie, secondo punto centrale dell’intero titolo.

Le battaglie di The Banner Saga sono semplici ma complesse allo stesso tempo. Sono molti i fattori che un giocatore deve valutare prima di agire. Il campo di battaglia è suddiviso a griglia che corrisponde alle caselle in cui i nostri personaggi si spostano e combattono. All’inizio di ogni battaglia veniamo chiamati a scegliere come posizionare i nostri eroi nel campo di battaglia. In ogni momento è possibile zoommare per gustarci i nostri eroi più da vicino nelle loro azioni o avere un quadro completo della situazione da un punto vista più distante. Dopo aver scelto come posizionare i nostri eroi sul campo inizia la battaglia che si svolge a turni contro i distruttori. I nemici, come i nostri eroi, si dividono in classi, possiamo quindi incontrare distruttori con varie tipologie di attacco.

TBS Screenshot 1 (Aug 2014)

I nostri eroi e i nemici hanno due valori fondamentali a cui fanno riferimento durante la battaglia, Forza Armatura rispettivamente rappresentati su ogni personaggio in battaglia con i colori rosso e blu. La Forza fa riferimento al valore d’attacco di quel personaggio e l’Armatura a quanti danni può ricevere. Se un personaggio perde tutta la sua armatura non viene sconfitto ma è più vulnerabile agli attacchi, mentre se perde la propria forza viene sconfitto automaticamente.

Più il valore della forza sarà minore rispetto all’armatura più il nostro eroe avrà la probabilità di fallire l’attacco.

La volontà è il valore che serve ad un nostro eroe per usare una sua abilità. Ogni eroe ha la possibilità di spostarsi per un determinato numero di caselle base, ma con la volontà sarà possibile far muovere il nostro eroe di qualche casella in più. Ogni casella in più, illuminata di giallo come il colore della abilità, richiede un punto volontà per essere calpestata. Nella schermata superiore, durante le battaglie, è presente un corno con degli slot vuoti, ogni volta che un nemico viene ucciso una slot viene riempito e permette di spendere punti volontà su un eroe a nostra scelta. I valori di forza, armatura e volontà possono essere mantenuti sempre visibili o nascosti tramite il tasto superiore della croce direzionale in qualsiasi momento durante lo scontro.

Un altro fattore molto importante durante le battaglie è la fama. Ogni volta che un nostro eroe manda al tappeto un nemico l’intera squadra guadagna un punto fama. I punti fama sono fondamentali perchè permettono ai nostri Eroi di salire di livello, piú il livello del nostro eroe è avanzato più punti fama servono per permettergli l’avanzata al livello successivo. Ogni volta che un eroe sale al livello successivo ha a disposizione alcuni punti da poter spendere nella sua schermata personale.

Anche se i valori a cui far riferimento sono davvero tanti, contando anche quanti personaggi dovremmo gestire, il sistema di combattimento risulta familiare e complesso al punto giusto, capace di regalare vere soddisfazioni.

 

The-Banner-Saga-4

Non solo guerra

Pochi sono i difetti tecnici di The Banner Saga ma alquanto fastidiosi. I sottotitoli non possono essere spostati, se vi capita quindi di sbloccare un obiettivo durante un dialogo potrebbe essere un problema per chi non mastica bene la lingua inglese visto che il gioco non è parlato in italiano ma solo sottotitolato. La colonna sonora che ci accompagna durante la nostra avventura è davvero evocativa ma durante alcune lunghe fasi di dialogo, la presenza ritmata di tamburi o trombe potrebbe anche farvi decidere di sospendere l’audio per rinfrescarvi i timpani. La mappa è consultabile in qualsiasi momento ed è davvero ricca di dettagli, basta spostarsi fra valli, montagne, mari e città, piccole o grandi che siano, per far apparire su schermo una finestra con i dettagli ricchissimi. Il titolo permette di cambiare la difficoltà di gioco in qualsiasi momento da FACILE, NORMALE a DIFFICILE che modificano il tempo di riposo per i nostri Eroi.

Il titolo pesa 2.1 GB ed è disponibile su Xbox Store e Playstation Store al prezzo di 19,99.

Conclusioni

The Banner Saga prende il genere degli strategici a turni e lo porta ai massimi livelli. La trama è davvero coinvolgente e il sistema di combattimento innovativo è pronto a regalarci molte soddisfazioni. Questi sono i punti di forza di The Banner Saga, che combinati insieme rendono questo titolo davvero valido. Durante il nostro viaggio fra un avventura e l’altra saremo sommersi da situazioni molto varie fra loro che metteranno a dura prova il nostro esercito tramite le nostre scelte. Ogni scelta e ogni risposta che daremo produrrà sorprese, più o meno gradite, durante la nostra avventura. Se siete in cerca di un titolo fantasy non convenzionale che fa della trama il suo forte, The Banner Saga non vi delurà!