NOTA: le immagini presenti in questo articolo derivano da sessioni di gioco, riprese direttamente indossando il visore PlayStation VR. La qualità delle stesse apparirà differente da quanto lo sia in realtà, in virtù di una esperienza diversificata in ambito VR.

Dopo aver visto passare le renne e il gelo d’inverno, approfittiamo di una piccola pausa per rispolverare (in verità mai lasciato) il nostro caschetto per le immersioni interattive e continuare il viaggio con il nostro Road to VR. Avevamo già avuto modo di incrociare, durante il nostro cammino, i ragazzi di Psytec Games con il loro precedente lavoro nato da una campagna di crowdfunding, perciò è stata una piccola sorpresa ritrovare un nuovo prodotto nato da una costola di quel passato. Siamo quindi tornati con piacere a volteggiare nel mondo fantastico di Windlands 2 su PlayStation VR.

Windlands 2
Benvenuti su Windlands 2!

I’m a Windlander

Si parte a bordo di una nave, assieme a strani personaggi e inseguiti da altrettante strane creature. Antichi demoni regnano sovrani e risiedono sulle montagne sacre. L’arduo compito sarà quello di esplorare un mondo pericoloso alla ricerca di strani manufatti, intraprendendo un difficoltoso viaggio per aiutare i più deboli.

Nonostante gli imprevisti, la sopravvivenza sarà accompagnata da alcuni strumenti imprescindibili: i rampini. Tramite questa portentosa attrezzatura sarà possibile sfuggire alle minacce, nonché superare impervi territori inesplorati. Saper sfruttare le proprie capacità è la chiave per superare le difficoltà incontrate, ma bisognerà anche dominare la paura più grande: il senso di vertigini.

Windlands 2
Siete pronti a volteggiare?

Easy Peasy

Come il suo predecessore, Windlands 2 è concepito per sfruttare appieno le periferiche dedicate alla realtà virtuale di casa Sony (disponibile anche per HTC Vive e Oculus Rift). L’intera esperienza potrebbe essere portata a compimento sia tramite DualShock che con una coppia di PS Move, con una configurazione per restare seduti oppure in totale libertà. Senza ombra di dubbio, il cavallo di battaglia di Windlands è senz’altro rappresentato dall’esplorazione libera su mappa. Attraverso semplici controlli e movimenti ci si potrà spostare su (quasi) tutta la verticalità del mondo di gioco.

Così come il precedente capitolo, tramite l’impiego dei rampini potremo volteggiare e arrivare velocemente a destinazione seguendo dei punti di attracco, ricordando che solo su alcune superfici è possibile sfruttare tale movimento.

Windlands 2
Conosciamo meglio i nostri rampini

Friends Till The End

Ciò che differenzia il concetto dei due titoli è principalmente la presenza di una campagna (assente nel primo), anche se tendenzialmente si tratta di un filo conduttore che tenta di amalgamare in maniera omogenea il flusso di gioco con il contesto. Nulla di particolarmente trascendentale o approfondito, ma comunque capace di tenere in piedi tutta la struttura di Windlands 2.

Windlands 2
Il mondo colorato di Windlands 2 nasconde segreti e insidie

Seguendo un tutorial iniziale, dove gli NPC ci faranno familiarizzare con i comandi, si è subito catapultati in una ricerca forsennata che permette alla storia di evolvere e farci progredire nel mondo di gioco. A tal proposito, la vecchia e compassata sensazione del precedente lavoro svanisce sotto i colpi di un climax ascendente che permea sotto il visore. Ci si ritrova quindi con un’esperienza più adrenalinica e dinamica.

Windlands 2
I rampini permetteranno di superare anche questo inconveniente

Legend

Progredendo con gli obiettivi e volteggiando in giro per la mappa, oltre a fraternizzare con i rampini, faremo la conoscenza di ulteriori migliorie. Sovente ci scontreremo con veri e autentici boss che ci sbarreranno la strada. In nostro soccorso vi è un arco speciale che consentirà ulteriore profondità nelle battaglie più concitate, ma ha bisogno dei suoi tempi per poter essere padroneggiato sapientemente.

Windlands 2
Non sottovalutiamo il potere dell’arco

Districarsi per la mappa richiede un bel senso di ragno: è inequivocabile paragonare una meccanica del genere ad un personaggio come l’arrampicamuri. Tuttavia per comprendere appieno le potenzialità di Windlands 2 è necessario coordinarsi per saper utilizzare anche armi a medio/lungo raggio, non solo contro i boss, ma anche per i vari puzzle sparsi per il bioma.

Windlands 2
Occhio ai boss!

Ulteriore pepe viene dato dal comparto multiplayer. L’intera avventura sarà fruibile totalmente fino a quattro giocatori, innescando una co-op interessante e divertente, risultando un’aggiunta rilevante per la scelta del titolo. Le scorribande tra gli alberi saranno senz’altro appaganti e i momenti esilaranti non tarderanno ad arrivare. È stato quindi inserito un basilare editor del proprio personaggio, in modo da caratterizzarlo in base alla propria fantasia (impostando modello e skin).

Un piccolo editor per l’Avatar

Racer

Dal punto di vista prettamente tecnico, Windlands 2 si mantiene artisticamente vicino al suo predecessore, ma evolve sotto certe texture e dal punto di vista della verticalità. Il game design ha subito dei netti miglioramenti, con l’introduzione dell’arco e gli enigmi ambientali, senza far passare in sordina il combattimento contro i boss. Tutta la calma e il relax constatato su Windlands è stato modellato in virtù di un maggior dinamismo, condito da un livello di sfida accettabile, ma che in alcuni momenti può essere sfogo di frustrazione.

Il mondo di Windlands 2 è evocativo e coinvolgente

Data una natura più narrativa del titolo, inevitabilmente i tempi per concludere l’avventura si sono allungati, assestandosi su circa sette ore di gioco (saranno molte di più se ci si concentra sui collezionabili), ma diluendo il tutto con un backtracking alcune volte troppo marcato. Quel senso di frustrazione accennato in precedenza è infatti amplificato dal dover ripetere sezioni di mappa già affrontate e che richiedono una reiterazione non indifferente. A migliorare la situazione ci pensano i checkpoint: veri e propri salvataggi in punti strategici che renderanno il trial and error meno difficoltoso.

I checkpoint aiuteranno a ripartire in punti strategici

Oltre alle migliorie che rendono il titolo molto godibile, Windlands 2 ingloba al suo interno una serie di impostazioni che agevolano l’accessibilità. A partire dal tipo di movimento per un confort visivo, fino ad arrivare a indicatori prospettici e sensibilità di vibrazione dei controller. Anche la scelta del livello di difficoltà funziona a dovere, con una curva di apprendimento veloce e mai impegnativa. Il sonoro rende tutto omogeneo, accompagnando l’avventura sotto le note apprezzabili di un comparto audio contestualizzato.

Tante opzioni per l’accessibilità!

Purtroppo il titolo non è esente da difetti. Se da un lato il comparto artistico risulta molto gradevole agli occhi, il peso del tempo comincia a farsi sentire dal punto di vista tecnico. I comandi seppur reattivi soffrono di una macchinosità a volte eccessiva e la PS Camera aggrava i difetti quando si esce inavvertitamente fuori dall’angolo visivo. Per questo motivo consigliamo di intraprendere il viaggio da seduti, in modo da non girovagare troppo per la stanza (e causare anche qualche incidente e cose e persone).

Più quest e sottoquest per tutti!

Come detto in precedenza, inizialmente può causare qualche problema per chi soffre di acrofobia, manifestando anche motion sickness o chinetosi. Dopo qualche attimo di smarrimento e presa confidenza con la meccanica di gioco, tutto sarà più fluido e la mente si adatterà alla visione. Dulcis in fundo, non è presente una localizzazione in lingua italiana, ma si tratta di testi basilari che non hanno bisogno di un livello di conoscenza alto, quindi tutto risulta anche abbastanza fruibile da chiunque.

PRO CONTRO
  • Appagante platform in un mondo evocativo
  • Gameplay divertente e adrenalinico
  • Apprezzabile componente co-op
  • Buona longevità
  • Trama poco incisiva
  • Backtracking troppo marcato
  • Motion sickness dietro l’angolo
Conclusione
Windlands 2
7.9
Articolo precedentePlayStation Now: Annunciati i giochi di gennaio
Prossimo articoloXbox Game Pass, ecco i titoli di Gennaio 2022
Programmatore, analista software e scrittore, appassionato del mondo videoludico e cinematografico fin dalla tenera età. Iniziando con un Vic-20 ho cavalcato tutta l'evoluzione fino alla next-gen, riuscendo a mettere a disposizione tutta l'esperienza al servizio dei 17K.