Art of Rally è un titolo che, contrariamente a cosa possiate pensare, vi farà raggiungere lo zen. Sì, questo titolo di corse arcade si distanzia per una serie di fattori dai racing game classici, per un fattore in particolare: non è un gioco di rally, ma sul rally. Certo, detto così, soprattutto se non si ha mai avuto a che fare con titoli del genere, potrebbe non farvi comprendere al meglio ciò che intendiamo. Ma lasciate che vi faccia da pilota in questa piccola avventura.

Il rally come non l’avete mai visto

Art of Rally è un titolo con grafica top-down e che rispecchia tutti i canoni dei giochi arcade. E se avete vissuto gli anni d’oro dello sport, che vanno dal 1960 al 1990, potrete sicuramente vivere una bella avventura. Ma bisogna dire una cosa fondamentale: se vi aspettate di salire su una Lancia Delta o un Porsche 911, purtroppo non sarà così. No, Art of Rally non ha nessun veicolo sotto licenza, anche se i design sono molto simili alle controparti reali. Dunque, se si ha occhio, è facile riconoscere i vari bolidi. 

La modalità principale di Art of Rally è, ovviamente, la carriera. Quest’ultima è piuttosto lunga e propone ben 72 gare, divise in tappe e gruppi. Ovviamente per andare avanti vi basterà almeno partecipare, ma se si raggiungono le prime posizioni (soprattutto senza utilizzare il riavvio, ndr) si potranno ottenere premi speciali: nuove auto e livree tutte nuove da applicare ai bolidi. Il tutto mentre si viaggia per il mondo tra un salto e una derapata in mezzo alla folla. Ma come si vince? Beh, non sarà una gara insieme all’intelligenza artificiale, quindi non ci saranno sportellate, ma sarà un vero e proprio rally: vincerà chi taglierà il traguardo della mappa nel tempo più basso. 

Anche se, forse, la modalità più bella di Art of Rally non è la carriera, che vi metterà davanti tutta la frenesia del motorsport, nonostante i pochi poligoni. La modalità più interessante è il free roaming. Sì. un racing game che vi permetterà di viaggiare liberi come il vento in alcune delle location del gioco. Ovviamente, in questo caso il vostro obiettivo non sarà quello di tagliare il traguardo nel minor tempo possibile, ma dovrete cercare le lettere che compongono la parola “rally” e alcune icone a forma di fotografia, che vi permetteranno di vedere degli scorci di mappa insieme alla vostra auto, un po’ come se fosse una modalità foto

Se invece volete mettere alla prova le vostre abilità al volante, potete gettarvi nel time attack, nel quale vi verranno proposti dei tempi da battere. Anche Art of Rally ha una modalità multiplayer, anche se si trattano per lo più di sfide da portare a termine, ma queste sono decisamente più varie rispetto al time attack. Quindi, per dimostrare di essere i migliori, dovrete sterzare tra i vari nomi della leaderboard globale

art of rally

Pad alla mano, Art of Rally non si nega nulla. Nonostante possa sembrare un gioco davvero semplice, in realtà si prende tremendamente sul serio. Infatti, oltre ad accelerare, frenare e utilizzare il freno a mano, avrete l’opportunità di scalare le marce, con un HUD che vi segnerà velocità e momento in cui inserire la marcia. Dunque, non fatevi ingannare dallo stile che Funselektor ha pensato per il suo titolo. Inoltre, così come succede per tutti gli altri racing game, che sia più arcade come DiRT o più simulativo come Assetto Corsa Competizione, la reattività è tutto. La visuale isometrica aiuta tantissimo a vedere quale tipo di curva vi aspetta, ma starà alla velocità delle vostre dita reagire abbastanza velocemente da rimanere in pista. Un errore potrebbe costarvi caro, sia in termini di tempo, sia per l’auto che si potrebbe anche rompere nel caso in cui andaste a scontrarvi contro un albero o un masso.

Dulcis in fundo, abbiamo le protagoniste di questo titolo: le auto. Nonostante non abbiamo nessun tipo di marchio registrato, gli sviluppatori hanno realizzato delle repliche, con tanto di descrizioni (spesso divertenti, ndr) delle macchine disponibili. Ma ognuna di queste avrà caratteristiche diverse come il numero di cavalli, il tipo di motore e il peso. E tutti questi fattori andranno a inficiare sulle prestazioni in pista! Quindi no, non vi conviene scegliere l’auto più carina.

Pochi poligoni, tanta sostanza

Funselektor ha scelto per Art of Rally uno stile grafico davvero controtendenza. Se ora tutti sono alla ricerca del realismo, in questo titolo vi scontrerete con dei modelli con pochi poligoni ma che riescono a rendere l’idea di quanta passione ci abbiano messo gli sviluppatori per realizzare ogni singolo veicolo che vedrete. La stessa cura si vede nelle ambientazioni, che per quanto possano sembrare spoglie, in realtà hanno degli scorci davvero bellissimi. Le animazioni dell’auto sono davvero ben realizzate, anche se è buffo vedere l’auto rimbalzare contro gli alberi come se fosse fatta di gomma. 

art of rally

Uno degli aspetti più sorprendenti di Art of Rally è sicuramente la colonna sonora, che vi getterà direttamente negli anni ‘80, grazie a una synthwave che riuscirà a rendere ancora più epica una sterzata ben riuscita. Inoltre, è un ottimo modo per non far annoiare, visto che i tracciati possono essere davvero lunghi, a volte. Inoltre, è davvero ben amalgamata con lo stile grafico scelto e rende il racing game arcade ancora più unico nel suo genere. 

È il gioco che fa per voi? 

Art of Rally è un titolo disponibile per qualsiasi piattaforma, e che ha un prezzo piuttosto basso, per il contenuto che propone, che non solo è lungo, ma anche longevo. Sì, perché potreste decidere di battere i vostri stessi record, o quelli degli altri giocatori in giro per il mondo. 

Ma niente vi vieta di divertirvi nella modalità free roaming, senza nessun tipo di stress. Un ottimo toccasana per evitare di uscire fuori dalla partita a causa di una sconfitta amara. Senza contare che funge da ottimo allenamento per chi non è abituato al mondo del rally. 

Il titolo stato sviluppato e pubblicato da Funselektor, ed è disponibile per Xbox One, PlayStation 4, Nintendo Switch, PC e console di nona generazione: PlayStation 5, Xbox Series X e Xbox Series S. Al momento il suo prezzo è di 20,99 euro.

PROCONTRO
– Arcade ma con fisica “reale”
– Comparto tecnico ben realizzato
– Colonna sonora ottima da ascoltare
– Assenza di costruttori
– Il non realismo non è per tutti

Conclusione
Art of Rally
8
Articolo precedenteGTA Trilogy The Definitive Edition, leakati i trofei
Prossimo articoloElden Ring: rinviato di qualche settimana
Classe '97. Appassionata di videogiochi fin da quando a memoria, ne parlerebbe per ore. Cresciuta tra Metal Gear Solid, TOCA e Ace Attorney, apprezza ogni genere di gioco, purché diverta o abbia una bella storyline.