Torna la serie splatter dell’anno col terzo episodio. Ash vs Evil Dead si sta rivelando capace di un vasto potenziale e la scelta di optare per il format televisivo ha giovato quest’aspetto. Una cosa che effettivamente non è stata mai approfondita molto nei film è proprio il casus belli di tutto: il Necronomicon Ex Mortis stesso. Si, sappiamo che è rilegato in pelle umana, scritto col sangue e che contiene i passaggi per liberare il male sulla terra ma sicuramente ci sarà dell’altro, no? Quest’episodio a al caso nostro. “Books From Beyond” è anche il nome del negozio il cui gestore è stato contattato da Ash (Bruce Campbell) nel pilota per mettersi d’accordo sulla lettura del libro. Grazie a lui, Lionel, sappiamo qualcosa in più riguardo al Necronomicon: che è stato creato dagli “Oscuri” e che nelle pagine vi sono anche le descrizioni di differenti demoni e le formule per evocarli.

Ash e Pablo convincono dunque Lionel ed evocare un demone “debole” che sappia dire loro come poter rimettere a posto il casino creato dal nostro amato anti-eroe. Nel frattempo Kelly tiene a bada Amanda Fisher, la poliziotta sulle tracce di Ash, ammanettata nel retro bottega, la quale nonostante non comprenda appieno la situazione è fermamente convinta che ci sia lui dietro a tutto. Lionel riesce ad evocare dal Necronomicon un demone minore esperto di quel genere di cose, Eligos. Sfortunatamente non si rivela essere il “totale sfigato” come lo definisce Ash. Esteticamente è fantastico: realizzato artigianalmente e rivisitato al computer per dargli l’effetto “fuori fase”. Ovviamente non rivela nulla ai protagonisti, ma non è il problema più grande: a causa di un’azione avventata da parte di Amanda, il cerchio nel quale è confinato Eligos viene spezzato e quest’ultimo uccide Lionel e da del filo da torcere ai nostri eroi. A salvare la situazione stavolta è Kelly ed è bello vedere che non fa soltanto la donzella in pericolo che se ne sta immobile in un angolo. Rinchiude il demone nel libro ma la cosa curiosa è notare che dopo che l’onda d’urto ha scaraventato tutti a terra, lei si rialza con dei resti del “fumo” dell’evocazione addosso. Che sia stata maledetta? Che ce la ritroveremo in futuro?  Magari non è nulla di tutto ciò, però potrebbe portare chissà quali sviluppi.

Finalmente Lucy Lawless fa il suo ingresso trionfale. La puntata infatti si apre con la sua automobile rosso fiammante che sfreccia verso la casa di Kelly con una musica epica di sottofondo che rende il tutto troppo esilarante. Dopo aver riesumato il cadavere posseduto del padre della ragazza, scopriamo che lei sa qualcosa riguardo ad Ash ed è anche lei alla ricerca del Necronomicon Ex Mortis. La cosa più interessante è che oltre a tutto ciò, lei è in possesso di un pugnale, presumibilmente mistico, in grado di danneggiare/corrodere i semi-morti. La cosa è molto interessante, perché potrebbe rifarsi a Wtihin The Woods. Per chi non sapesse di cosa si tratta, è un cortometraggio girato con poco e niente da Sam Raimi con protagonisti Bruce Campbell e altri 3 amici loro, il quale ha dato vita a La Casa. Al centro della vicenda, tuttavia, non c’è il Necronomicon bensì un antico pugnale sacrificale che trasformava chiunque vi entrasse in contatto in un semi-morto. Infatti è grazie a questo cortometraggio che Sam Raimi ha ottenuto i finanziamenti per il film. Lo si può trovare ancora oggi su YouTube per intero, ma in una qualità piuttosto bassa essendo stato girato in 8 mm. Ha riscosso talmente tanto successo tra i fan che talvolta viene considerato canonico nella lore della saga. Una specie di prequel, dunque.

https://www.youtube.com/watch?v=_WjQTMvyJWw

La serie sta continuando a soddisfare le aspettative e continua ad esplorare sfaccettature sempre interessanti. Il mistero si infittisce sempre di più e il brutto è che 27 minuti sono pochi per contenere cotanta bellezza, in ogni episodio.