Il 23 ottobre 2015 è una data importante per il titolo di ArenaNet, Guild Wars 2, viene rilasciata la sua prima espansione: Heart of Thorns. Prima di iniziare con la review, ci sono due premesse da fare, se avete avuto la possibilità di giocare a Guild Wars 2 (recentemente reso Free-To-Play) e non vi piace nè il genere nè lo stile di gioco, Heart of Thorns non vi farà cambiare idea, ma per chi pensa che Guild Wars 2 ha ancora tanto da offrire, sarà come ritornare bambini in un negozio di caramelle. Inoltre durante la review utilizzerò termini in lingua inglese poichè il gioco non ha localizzazione in lingua italiana e non volendo rischiare di tradurli in modo sbagliato preferisco citarli in lingua originale.

 

Mastery System

Un importante aspetto di Heart of Thorns è sicuramente il Mastery System, attraverso questo complesso ma efficace sistema di esperienza sarete in grado di superare il gap del livello 80 e ottenere dei Mastery Points. Una volta scelto il percorso da “livellare”, se guadagnerete abbastanza esperienza per quel determinato percorso, potrete spendere i vostri Mastery Points per ottenere definitivamente l’abilità da voi scelta.
Heart of Thorns presenta 39 livelli di Mastery, i primi 15 potrete ottenerli esclusivamente in Tyria, e vi permetteranno di fare progressi nelle abilità Pact Commander, Legendary Crafting e Fractal Attunement, ognuna di queste abilità ha specifiche uniche e caratteristiche estremamente utili, come per esempio craftare finalmente le armi/armature Precursor. Invece in Heart of Maguuma (la sezione di mappa inedita) avrete 24 livelli Mastery da poter ottenere attraverso l’esperienza, vi permetteranno di planare, o di imparare nuove abilità della popolazione degli Exalted, Itzel, e Nunhoch.

Una notizia probabilmente scioccante per alcuni di voi è la questione dell’esperienza necessaria per sbloccare tutte le Mastery, avrete bisogno di 49,530,000 XP, non riesco a neanche ad immaginare quanti eventi siano necessari per raggiungere quella somma. Inizialmente per il Gliding avrete bisogno di 508,000 XP in Heart of Maguuma, circa il doppio dell’esperienza necessaria per raggiungere dal livello 79, il livello 80. Proprio per questa piccola difficoltà, moltissimi giocatori hanno sollevato un polverone di lamentele online, non sapevano probabilmente che le Mastery sbloccate sono Account Bound, quindi una volta eseguito il “livellaggio” necessario, potremo spendere liberamente i Mastery Points che guadagneremo su un altro personaggio senza dover ottenere nuovamente quel quantitativo di esperienza. Il problema a questo punto, sono le missioni principali, la prima volta che giocherete all’espansione dovrete sbloccare alcune abilità “chiave” senza le quali non potrete procedere oltre con le missioni e siete costretti ad un noioso e doveroso “livellaggio“, io stesso sono bloccato con la Personal Story perchè non ho le Mastery necessarie a proseguirla, è in generale, abbastanza frustrante.

Altro aspetto negativo è l’esplorazione “castrata”, immaginate di voler esplorare per bene la nuova mappa, ma di non poterlo fare perchè ancora non avete sbloccato alcune delle nuove abilità, tutto questo è in un certo senso contrario a ciò che è sempre stato lo stile di Guild Wars 2 in tutti questi anni, ed è stato in parte necessario per aggiungere varietà al gioco, in parte deludente.

gw008Principali Mastery sbloccabili in Heart of Maguuma

Heart of Maguuma

Ci troviamo a Ovest della capitale degli Asura, Rata Sum, le particolarità di Heart of Maguuma sono i luoghi incredibilmente caratterizzati, burroni altissimi dove sul fondo trovate radici vive e pulsanti, il cui solo contatto vi sarà letale, villaggi interamente costruiti sugli alberi, labirinti, passaggi sotterranei e segreti. Come di consueto per Guild Wars 2, il team artistico è stato semplicemente fantastico nello sviluppo del tema e delle idee alla base delle ambientazioni. Vi troverete davanti missioni in cui la lore (la trama) si combina perfettamente con l’esplorazione e il design della mappa, in cui la sola partecipazione in massa di altri giocatori alla vostra missione, la presenza di missioni dinamiche, cambierà e aumeterà notevolmente la varietà di gioco.

Molti di voi penseranno che 4 mappe possano essere poche per un’espansione di questo calibro, ma ciò che rende tutto più equilibrato è la vastità di ogni singola mappa, potreste esplorarne una per giorni e nonostante questo la troverete ogni giorno sempre più interessante, con i suoi obiettivi, Mastery Point, Champions, avventure e tanto altro ancora. Ciò che caratterizza le nuove sezioni di mappa è la varietà con la quale sono state fatte, ogni porzione presenta caratteristiche uniche, nuovi modi di approcciarsi, e superare gli ostacoli, utilizzerete l’ingegno molto di più rispetto a tutte le mappe viste fin ora.

Come in tutte le maggiori mappe di livello 80, non ci sono missioni “Renown Heart“, ogni mappa è composta da una serie di Public Events diversificati l’uno dall’altro in base al numero di persone che vi partecipa. Alcuni di essi presentano un’interessante novità, il personaggio viene teletrasportato su delle piattaforme al di sopra della mappa e attraverso determinate abilità prosegue il percorso fatto da Jumping Puzzle o da Boss-Fights, la coordinazione tra il party o i partecipanti è essenziale, poichè ci sarà la possibilità di scegliere su quale piattaforma proseguire, e ovviamente i rewards sono diversificati in base ai vari casi.

La costituzione delle nuove mappe è estremamente diversa da tutto ciò che abbiamo visto fin ora in Guild Wars 2, infatti all’inzio le troverete fastidiossissime nonchè complesse, ma ci si fa subito l’abitudine, bisogna considerare bene i tempi di Gliding, per spostarsi da una sponda all’altra di un burrone, o trovare i giusti funghi per poter prendere un salto sufficientemente alto. Durante l’esplorazione, troverete le Avventure, nuove modalità e contenuti che vi metteranno nella condizione di risolvere Jumping Puzzle o battere un boss in arena, anche sfide a tempo perfette per battere i vostri amici o il vostro party.

Ecco un video introduttivo per Heart of Maguuma:

Comparto Grafico\Tecnico

Il motore grafico di Guild Wars 2 è sempre stato apprezzato dai più per le sue capacità più che rare nel settore MMORPG, paragonandolo difatti ad altri titoli troviamo notevoli differenze qualitative, ma un doveroso apprezzamento va fatto ad ArenaNet per essere riuscita nonostante gli anni di vecchiaia a spremere al meglio il motore grafico, regalandoci in alcuni tratti, ambientazioni dalla bellezza grafica (effetti particellari, colori e resa grafica) più che unica, sono rimasto davvero colpito, la differenza rispetto alle altre mappe è notevole e il lavoro che c’è alle spalle evidente.

Specializzazioni Elite

Ciò che attendevano moltissimi giocatori era il sistema di specializzazione per il proprio personaggio, attraverso questo nuovo percorso sbloccabile dopo il livello 80 avrete la possibilità di brandire nuove armi che precedentemente erano bloccate per la vostra classe. Le varie abilità della build saranno sbloccabili mediante gli Hero Points che riguadagnerete all’interno della mappa, proprio come avete sempre fatto con le classiche build, ma con un numero di Hero Points necessario nettamente maggiore, si parla di più di 200 Hero Points.
I benefici delle specializzazioni sono molteplici, nel mio caso un Mesmer può diventare Chronomancer, il quale riesce a gestire il flusso temporale e può brandire uno scudo attraverso il quale proteggersi in modo efficace dagli attacchi nemici, diversificando quindi la build e le tecniche di gioco di tutte le classi. Credo sia proprio questo l’intento di ArenaNet, permettere ai giocatori di sperimentare nuove build, provare nuovi stili di gioco, aumentare la varietà all’interno delle classi.

5urfAMQ

Ecco un artwork sul Mesmer Chronomancer

Nuova classe: Revenant

Con Heart of Thorns è arrivata anche una nuova classe, il Revenant, ha tutte le caratteristiche di un Tank, da ciò che ho potuto osservare, e soprattutto dalle prime abilità, utilizza dei devastanti attacchi fisici, è capace di essere un ottimo support o un devastante assassino, versatile sotto ogni punto di vista, anche in questo caso la resa grafica delle abilità è stata eccellente.

guild_wars_2_heart_of_thorns-9_jpg_1400x0_q85

Artwork illustrativo per il Revenant

Guild Halls: Una casa per la vostra gilda

Una grandissima e attesissima novità riguarda le Guild Halls, in Heart of Maguuma voi e la vostra gilda potrete conquistare dei punti all’interno della guild map e iniziare a costruire la vostra vera gilda. Sarà una vera e propria spedizione verso un territorio nemico, una volta conquistata dovrete cercare le risorse necessarie per migliorare a propria guild map e le costruzioni al suo interno. Ci sono più di 150 aggiornamenti da fare in tutti i 40 livelli che la gilda può ottenere, non c’è che dire, ArenaNet ha svolto un lavoro fantastico anche su questo fronte. Ci saranno a disposizione skin per decorarla, missioni per sbloccare nuove aree o aggiornamenti, o costruire un’arena, una taverna, un Workshop, tutte le costruzioni che desiderate realizzare.

Ecco a voi il sistema delle Guild Halls:

Difficoltà del gioco, raids & fractals

Una piacevole scoperta è stato osservare con quanta difficoltà ho esplorato la mappa rispetto alle zone della versione classica di Guild Wars 2, dopo tutte quelle ore di continua esplorazione è stato interessante scoprire quanto fosse necessario chiamare rinforzi in mio aiuto, l’abilità generale dell’IA è notevolmente migliorata, rendendo gli scontri, in precedenza estremamente facili da skippare, molto più competitivi. Con Heart of Thorns verranno implementati per la prima volta i raids, per l’appunto dei dungeon mai visti prima d’ora in Guild Wars 2, basati su delle ali o step da superare in 10 giocatori. Una notizia positiva riguarda i rewards per ogni raid, saranno introdotte infatti le armature leggendarie, terminare i raids vi garantirà dei pezzi di armature precursor, successivamente potrete forgiarli per ottenere le fantastiche armor leggendarie.

raids_03 13306Pylon-Minions

 

PvP: Nuova modalità, Stronghold

Dopo l’arrivo di Heart of Thorns è nata una nuova modalità per il PvP, Stronghold, attraverso questo nuovo competitive game potrete mettere a dura prova le vostre abilità. Dopo un paio di partite, ho notato subito come la strategia fosse essenziale, così come la comunicazione all’interno del team, mi ha ricordato vagamente le dinamiche di un MOBA, più esattamente Heroes of The Storm, poichè con l’evocazione dei Mist Champions potrete combattere il team nemico mentre i Champions fanno breccia nelle loro difese, non vi ricorda forse qualcosa? La novità del PvP sono le Seasons League, stagioni di gioco competitivo e tutto ciò migliorerà nel corso dei mesi le dinamiche delle partite classificate.

88dc0Overview(1)

Conclusioni

Come condivido in parte, moltissimi di voi penseranno che 45 sia un prezzo troppo elevato, una chiara risposta alla questione sta nel fatto che ArenaNet non richiede un abbonamento mensile per il proprio titolo, e tra i pochissimi MMORPG che rispettano questo sistema è il più equilibrato ed interessante. I contenuti offerti da Guild Wars 2: Heart of Thorns sono tantissimi e la qualità artistica è sublime, in parte sono soddisfatto del lavoro di ArenaNet, in parte frustrato a causa di moltissimi bugs ancora da fixare o delle fastidiossisime (a volte inutili) ore di “livellaggio” necessarie al proseguimento del gioco, senza considerare i Fractals e Raids dell’espansione ancora da giocare (saranno rilasciati dopo circa 3 settimane l’uscita dell’espansione). Un aspetto favorevole che in parte giustifica il prezzo è lo sblocco completo delle limitazioni della versione Free-To-Play di Guild Wars 2, infatti è incluso con l’acquisto di Heart of Thorns. In ogni caso se un appassionato di MMORPG mi chiedesse se acquistare Heart of Thorns o meno, non ci penserei due volte nel dirgli “Cosa stai aspettando? Corri subito a comprarlo!”.

Launch Trailer