Vi avevamo già parlato di questa piccola perla di Rising Wing Tech qui per presentarvi il loro nuovo gioco sbarcato su Nintendo Switch e Steam. Vediamo insieme come si comporta questo titolo punta e clicca carico di enigmi e giochi di logica.

Non aspettatevi il solito e datato punta e clicca con cui giocavate in Flash in una singola stanza con sempre gli stessi enigmi riciclati, qui il gioco dà il meglio di sé con oggetti da raccogliere sempre diversi e non proprio messi in bella vista. 

Anche gli enigmi da risolvere, necessari al nostro proseguire nel gioco e nella storia, sono sempre diversi e mai banali in tutte le fasi di gioco, risultando, in alcuni casi, complicati e poco intuitivi da risolvere. 

La Storia

Dopo esserci svegliati nei panni della psicologa Ho Yingmen in un obitorio ed esserci liberati prendendo a calci dall’interno la porta della cella frigorifera (primo mini gioco), ci troveremo sempre all’interno dell’obitorio e avremo una visione molto confusa ricordando solo un nome: Chen Xiu. Procediamo con il compito di scappare da lì quanto prima, quel posto ci mette i brividi. 

 

A questo punto inizia la fase di ricerca di indizi e oggetti, che spesso dovranno interagire tra loro per creare un nuovo oggetto che ci consentirà di poter proseguire la nostra avventura. Non pensate che sia tutto rose e fiori, alcuni enigmi sono veramente complessi e richiedono una capacità di ragionamento non indifferente.

Spesso e volentieri alcuni di questi passaggi necessari a procedere non saranno propriamente intuitivi, rendendo, in un certo senso, il tutto più complicato e stressante, come per la fuga dall’obitorio attraverso i condotti dell’areazione, che, in caso scegliessimo la direzione errata, ci riporterebbe all’inizio del labirinto che ci condurrà alla stanza del personale.

Dream

Una volta usciti dall’obitorio ci troveremo in un corridoio piuttosto buio dove finalmente faremo conoscenza con quattro nuovi personaggi: la caposala Tungyue Lin, l’infermiera Guan Rou, il custode Wang Zihao e uno dei pazienti dell’ospedale di nome Lu Yuazong. Quest’ultimo ci metterà in guardia sugli strani eventi che accadono all’interno dell’ospedale, dalle sparizioni dei bambini e dei pazienti alle oscure presenze.

Un fortissimo temporale imperversa sopra l’ospedale causando non pochi danni nei dintorni e facendo andare via la corrente improvvisamente all’intero edificio, che sprofonda così nell’oscurità. Il nostro percorso all’interno dell’ospedale è appena iniziato ed è già scomparso un paziente…

Dream
Cosa sta succedendo? Abbiamo visto Mr Lu poco fa!

Accompagneremo l’infermiera Guan Rou nel giro visite dei pazienti, iniziando dalla stanza del signor Lu. 

Vedremo una nuova cut scene che riguarda nostra sorella che ci chiede aiuto dall’interno di una cella con le sbarre, ritrovandoci incredibilmente lì dentro, e dovremo cercare di uscire. Una volta fatto troveremo una foto, ed esaminandola verremo riportati alla realtà: esiste davvero quel luogo? 

Proseguiamo il giro di visite con Guan Rou e la corrente ci abbandona di nuovo lasciandoci con la flebile illuminazione delle luci di emergenza, ma non saremo soli: una strana creatura si scaglia verso di noi rantolando. Scappiamo!

Ci rifugeremo entrambe in una nuova stanza in cui è presente un timer e sarà il primo di una serie di incontri a tempo che contribuiranno a farci venire una certa ansia che potrebbe farci sbagliare, complice di questa entità che rumoreggia per entrare e, in caso di tempo esaurito, farà irruzione decretando il Game Over. 

Arrangiamoci con gli oggetti, dobbiamo scappare!

Una volta aperta l’ennesima porta dotata di timer ci troveremo nello studio del dottor Jiang Yinhao, colui che ci aveva dichiarato morti e spediti all’obitorio secondo le direttive del dottor Gu Yun. Avremo il tempo di esaminare la stanza, scovando interessanti indizi su personale medico e pazienti. Apparirà decisamente sorpreso di trovarci dentro lo studio insieme ad una esausta Guan Rou svenuta sul divano.

Gameplay

Durante le fasi del gioco suddivise in ricerca e interazione tra personaggi ed oggetti, avremo delle integrazioni al gioco attraverso delle visioni che ci indicheranno la strada da seguire nella storia ed interessanti sviluppi a riguardo. 

Le fasi di ricerca sono spesso abbinate alla risoluzione degli enigmi di cui il gioco è colmo, procedendo passo passo e abbinando gli stessi nel giusto ordine per creare proprio ciò di cui abbiamo bisogno. 

La varietà degli enigmi è molto ampia e mai ripetitiva, spingendo il giocatore ad usare il cervello in ogni fase di gioco, composta da più stanze (anche la stessa in versione differente) per poter proseguire. Sono presenti molti collezionabili in ogni punto del gioco, legati anche essi alla storia che stiamo percorrendo. 

Il giocatore andrà ad interagire con ciò che lo circonda sia attraverso il touch screen che attraverso un puntatore a forma di mano, che in tutta onestà reputo molto più preciso per interagire con gli oggetti più piccoli e durante le fasi di costruzione di oggetti. 

Comparto Tecnico

Graficamente il gioco è molto gradevole, complice lo stile manga utilizzato per i personaggi, arricchito dagli impeccabili disegni utilizzati per dare l’aspetto alle stanze che saranno ricche di oggetti esaminabili sempre differenti. 

L’aspetto delle stanze sarà sempre diverso con dettagli esaminabili che ci suggeriranno  cosa ci servirà per proseguire. Naturalmente le luci ballerine potrebbero darci un po’ fastidio, specialmente con le zone più oscure o in ombra in alcune fasi di gioco.

L’audio di gioco fa un grosso lavoro in ogni momento, sia sotto l’aspetto dello sfarfallio delle luci sia nell’interazione con gli oggetti, rendendo il tutto più immersivo anche nella fase di ricerca con la colonna sonora dedicata che si adatta perfettamente in ogni momento grazie al piano con le sue note in crescendo nelle fasi più vive.

PRO CONTRO
  • Varietà di scenari ed enigmi
  • Ottima longevità
  • Buon pool di personaggi
  • Alcuni enigmi poco comprensibili
  • Poca leggibilità in certe situazioni a causa della poca luminosità a schermo

 

Conclusione
Dream
7.5
Articolo precedenteDragon Ball Z: Kakarot – A New Power Awakens Parte 2 – Recensione
Prossimo articoloPlayStation Plus, svelati i titoli di dicembre