Xbox One X

Con l’E3 abbiamo avuto modo di vedere la nuova piattaforma domestica di Microsoft che, come da rumor, si è confermata la console più potente di sempre. L’hardware è di primo livello ed è focalizzato sulla massima resa visiva, creato per gestire una risoluzione come il 4K che dà filo da torcere anche ai PC meglio attrezzati. Per un prodotto premium come la Xbox One X era lecito aspettarsi un prezzo abbastanza alto, che è stato annunciato durante la conferenza Microsoft la scorsa domenica. E 499€ sia!

Tuttavia c’è chi si aspettava un prezzo più basso, il che avrebbe reso certamente più competitiva la console sul mercato. È inutile però sparare sentenze a caso, perché non conosciamo quali siano i reali costi di produzione e il ricavo di Microsoft per ogni unità.

Tali domande hanno trovato una loro piccola risposta in un’intervista concessa da Phil Spencer a Business Insider, e dalla conversazione emerge che Microsoft non ha ricavi da ogni Xbox venduta.

Intervistatore: Microsoft ha dei ricavi vendendo la console a 499$?

Phil Spencer: No.

Intervistatore: Quindi la venderete in perdita?

Phil Spencer: Non ho risposto in quel modo.
Non voglio scendere nei dettagli, ma penso che l’hardware di una console non ti porta dei soldi in tasca in questo business. I soldi li fai vendendo i giochi.

Phil Spencer si vuole mantenere generico, ma con queste dichiarazioni è abbastanza chiaro che la console di Microsoft sarà venduta in perdita – almeno fin quando non si stabilizzerà la linea di produzione o si abbasserà il prezzo.

Xbox One X uscirà il prossimo 7 novembre 2017 al prezzo di 499€, nel taglio da 1TB.