Kingdom Hearts 3 Yozora ReMind

La serie di Kingdom Hearts è una delle più famose del panorama videoludico, grazie al suo essere riuscita ad amalgamare due immaginari così diversi come quelli di Final Fantasy e Disney, ma anche delle più discusse, soprattutto per via di diverse (e spesso infelici) scelte narrative prese dal suo creatore e Director Tetsuya Nomura.

Durante l’evento celebrativo del 20° anniversario della saga, oltre all’annuncio di Kingdom Hearts 4 che ha fatto saltare sulla sedia i fan del franchise di Square Enix, Nomura ha risposto a diverse domande degli utenti in una sezione Q&A. Tra le varie a cui il creativo giapponese ha risposto, ve ne sono alcune interessanti legate a determinate scelte prese in Kingdom Hearts 3, come la scelta dei due finali nel DLC ReMIND e il ritorno di Roxas e Xion i KH3.

Ovviamente, se non avete già giocato KH3 e il suo DLC e non volete spoiler di sorta, vi invitiamo a non proseguire nella lettura.

Alla fine dell’espansione ReMIND, Sora si ritrova a combattere Yozora, il protagonista del videogioco Verum Rex che si può trovare nel mondo di Toy Story; a seconda che si esca vittoriosi dal combattimento o si soccomba ai colpi del nemico, subito dopo partiranno due cut-scene diverse, con dialoghi e situazioni uniche (per quanto simili tra loro)

Come riportato dal noto portale giapponese Famitsu, la scelta di avere due finali è stata motivata da Nomura come un “omaggio” a tutti i giocatori, anche a chi non riesce a sconfiggere Yozora. “Yozora è così forte che i giocatori probabilmente non sono in grado di batterlo“, ha dichiarato Nomura, “Quindi ho pensato che sarebbe stato meglio per gli utenti riuscire a vedere qualcosa anche se perdono. In termini di storia non ha chissà quale importanza“.

Il Director della saga ha anche rivelato che il ritorno di Roxas e Xion in KH3 all’inizio non era previsto, ma che li ha successivamente aggiunti perché personaggi molto amati dai fan, nonostante avesse già scritto la storia senza di loro. “Riguardo al ritorno di Roxas e Xion in Kingdom Hearts 3, fino all’ultimo sono stato restio al riportarli indietro, tanto che avevo scritto una storia che non li prevedeva. Tuttavia, visto che sapevo quanto i fan volessero rivederli, ho fatto in modo di inserirli nella storia“.

Altresì, Nomura ha anche risposto ad una domanda riguardante Kingdom Hearts 2, più recisamente al Keyblade che Riku dà Kairi, dichiarando che in futuro cercherà di spiegare come Riku ne sia entrato in possesso.

Kingdom Hearts 3 è disponibile su PlayStation 4 e Xbox One, nonché giocabile in retrocompatibilità anche su PlayStation 5 e Xbox Series X/S. Vi ricordiamo che l’intera saga è giocabile anche su Nintendo Switch via cloud ed è disponibile anche su PC sullo store di Epic Games.