battlefield

Sono ormai mesi che Electronics Arts ha annunciato l’esistenza di un nuovo capitolo della serie Battlfield. Dopo aver ammesso di essersi messa alle spalle le due guerre mondiali, sceneari degli ultimi Battlefield 1 e 5, EA ha cominciato a rilasciare piccole briciole sul nuovo titolo, facendo traspirare negli occhi dei fan un possibile ritorno in pieno stile Battlefield 3, uno fra i capitoli più amati della saga.

Verso la metà di marzo cominciano a spuntare i primissimi rumor e leak che annunciano l’ormai sempre più prossimo rilascio di un teaser trailer. Col passare del tempo però i fan vengono disattesi. Passano le settimane ma del trailer nessuna traccia. Si pensa a una difficoltà dovuta da parte di DICE, sviluppatori del titolo, a lanciare entro la fine dell’anno il titolo. EA però conferma che al team di sviluppo si sono aggiunti anche i ragazzi di Criterion Games per portare a termine il lavoro entro la fine del 2021. Quindi non può essere questa la causa. Nel frattempo continua la fuoriuscità incontrollata di notizie sul titolo, sul suo Battle Royale, sugli scenari e sopratutto su questo fantomatico trailer. Causa di questa emorragia di informazioni sono gli insider e i leakers, le cui fonti rimangono sempre sconosciute, e per questo solitamente anche poco affidbili. Tra le tante notizie però ne emerge una molto interessante. Un noto e abbastanza affidabile insider, di nome Tom Henderson, specializzato soprattutto in Call of Duty e Battlefield, rilascia due immagini che dovrebbero provenire da sequeze di gioco registrate per scopi pubblicitari.

Immagini che potrebbero benissimo essere delle fan art, se non fosse che giustificherebbero benissimo il ritardo accumulato per il rilascio del trailer. Infatti lo stesso Henderson ci informa che le prime sequenze di gioco sarebbero dovute uscire tra l’ultima settimana di aprile e la prima di maggio. Purtroppo però proprio in quei giorni c’era il serio e reale rischio di caduta sulla terra ferma di uno degli stadi del raggio cinese Lunga Marcia 5b, che tra le altre cose rischiava proprio di colpire anche parte del nostro paese. Vi starete chiedendo cosa centro questo evento con il rilascio di un titolo videoludico. Dovete sapere che a quanto pare l’intero trailer roteava su un attacco su vasta scala ad un sito missilistico da cui stava partendo un razzo, che poi collassava su se stesso esplodendo. Sembrerebbe proprio che quindi, la possibile caduta del razzo cinese su zone abitate non avrebbe portato una bella pubblicità al titolo. Perciò DICE ed EA avrebbero deciso di rimandare in corso d’opera il lancio del trailer all’E3 di quest’anno, che si terrà tra il 10 e il 15 giugno.

Di seguito vi riportiamo quello che sarebbe dovuto essere il trailer di inizio maggio. Non sappiamo se ciò che vedremo tra poche settimane sarà una versione completa di questo o scene del tutto inedite. Ciò che però possiamo evincere dalle immagini è che nel nuovo Battlefield 6 avremo a che fare con armi e tecnologie moderne e all’avanguardia, come dimostra anche la presenza degli aerei ibridi Bell Boeing V-22 Osprey e di robot simili a quelli sviluppati dalla Boston Dynamics.

Voi cosa ne pensate? Siete d’accordo con la scelta da parte degli sviluppatori di rimandare l’annuncio del nuovo titolo? Cosa vi aspettate da Battlefield 6?