Horizon: Zero Dawn - The Frozen Wilds

Dopo l’annuncio allo scorso E3, del primo DLC di Horizon: Zero Dawn, The Frozen Wilds, si sa ancora poco, se non quello che si è potuto vedere dal trailer e che uscirà entro la fine del 2017.

Analizzando però il video, i più attenti già ci avranno fatto caso, si possono fare supposizioni più che convincenti, condivisibili quasi come mezze certezze con cui fantasticare sui prossimi contenuti in arrivo.

Nuove avventure al Yellowstone National Park

Chi ha giocato a Horizon: Zero Dawn conosce bene l’ambiente in cui si svolgono le avventure di Aloy, e magari siete già riusciti a capire in quale zona della Terra hanno luogo le nostre azioni. Inutile scendere nei dettagli, il rischio spoiler è troppo alto.

Di certo sappiamo che la nuova avventura di Aloy sarà ambientata in una bizzarra e fredda landa, territorio, a quanto pare, della tribù dei Banuk, con i quali molto probabilmente avremo a che fare per tutto l’arco di durata del DLC.

Comunque, dopo un’attenta analisi del trailer da parte dei ragazzi di GamesRadar, si è giunti alla possibile conclusione che questa landa desolata altro non è che il famosissimo Yellowstone National Park, e che quello che compare nel trailer non sarebbe altro che il Grand Prismatic Spring, caldera presente proprio all’interno del parco.

Grand Prismatic Spring, Midway Geyser, Yellowstone

A confermare la teoria che vorrebbe il DLC ambientato nella riserva naturale statunitense sarebbe proprio la presenza del famoso geyser e dei colori utilizzati nell’artwork di presentazione di The Frozen Wilds, tipici della sopracitata sorgente termale all’interno del parco.

Altro interessante indizio è il nome che gli stessi Banuk hanno dato al territorio, Ban-Ur, che tradotto letteralmente significherebbe ‘Bolle di vapore che esplodono dal nucleo della Terra’.

Se tre indizi non fanno una prova poco ci manca, e onestamente la location risulta decisamente adatta e affascinante da poter esplorare nell’universo di Horizon: Zero Dawn. Ciò significa che la nuova zona prenderà spunto dal Parco Nazionale noto per le sue singolari attività geologiche, a nord dello stato del Wyoming. Ve lo aspettavate?
A questo punto, data la location, la presenza dell’orso Yoghi potrebbe non essere così remota come possibilità.

C’è dell’altro: in qualche frame del trailer si notano delle persone in fuga e si riesce a intravedere la macchina che li minaccia. Quest’ultima sembra diversa da quelle attualmente presenti nel gioco e per questo raccomandiamo la lettura di ciò che segue soltanto a chi non teme gli spoiler.

Una bestia è in agguato

Come consuetudine di ogni DLC, i contenuti aggiunti non si limitano a nuovi territori da esplorare o nuovi items dal collezionare, ma nuovi villains fanno la loro comparsa.

La macchina che si vede dietro al fumo è inedita: sembra avere un corpo abbastanza corto con spalle larghe e si muove facendo affidamento sulle zampe posteriori. Non sono chiare le geometrie della macchina, ma sembra simile ad un gorilla o ad un orso. Che sia questo il boss del DLC?

Curioso è anche il fatto che in un artwork pubblicato nel volume The Art of Horizon Zero Dawn si vede un disegno di Aloy che affronta una macchina non presente nel gioco. Ciò in un primo momento ha fatto pensare che gli sviluppatori abbiano deciso di scartarla, ma dopo l’annuncio del DLC abbiamo capito per che cosa era stato realizzato.

Un contenuto endgame

Possiamo quasi certamente affermare che The Frozen Wilds si tratterà di un contenuto endgame per Horizon: Zero Dawn, e a suggerircelo è il fatto che la nostra Aloy indossi l’armatura Antica Armeria, ottenibile verso fine gioco.

Ricordiamo che tutti questi argomenti sono basati sull’analisi del video trailer di The Frozen Wilds da parte dei ragazzi di GamesRadar, e che quindi come tali vanno presi come rumor, anche se a nostro parere non sembrano molto distanti da quello che sarà uno dei DLC più attesi.

Ricordiamo inoltre che il DLC di Horizon: Zero Dawn The Frozen Wilds è già disponibile al preordine.