vTiR5CxBuonsalve guardiani!

In passato Bungie è stata molto chiara riguardo ai contenuti che avrebbe pubblicato in futuro riguardo Destiny. Sul Re dei Corrotti invece non ha detto una parola. Facendo analogie con l’anno scorso, il Season Pass non è acquistabile per l’anno due, né ci sono novità su espansioni in uscita a breve (L’Oscurità dal Profondo era uscito il 9 Dicembre scorso), a pochi giorni dall’Anniversario del primo Dlc dell’Anno Uno, Eurogamer ha intervistato Bungie riguardo i piani per il futuro dell’Anno Due di Destiny. Potete leggere l’intervista completa qui, vi riportiamo le domande (e risposte) più interessanti -tradotte ovviamente- rivolte a Derek Carroll che è il Senior Designer di Destiny.


 

Il primo anno di Destiny ha visto due DLC, quest’anno invece le cose sono differenti. I giocatori possono aspettarsi contenuti aggiuntivi nell’Anno Due?

Derek Carroll: “Con Il Re dei Corrotti ci stiamo spostando verso un modello basato su eventi -come il Festival delle Anime Perdute o la Corse con gli Astori, che è il nostro evento invernale, e gli eventi più piccoli come lo Stendardo di Ferro e le Prove di Osiride che sono settimanali.”

“Piuttosto che pubblicare delle mega espansioni faremo questi eventi, in modo che chi ha acquistato Il Re dei Corrotti possa godersi tutto l’Anno Due senza ulteriori costi.”

Quindi perché il cambiamento? Perché non fare un altro pass espansioni?

Derek Carroll: “Ci sono un sacco di motivi per cui abbiamo deciso questo piano – e non so quanti ne posso rivelare pubblicamente. Ma in poche parole il “live team” vuole mantenere il gioco e i giocatori felici, dando loro nuovi contenuti e sorprendendoli con cose inaspettate.”

Sarà necessario comprare qualcosa per giocare a questi eventi?Derek Carroll: “C’è stato il Festival delle Anime Perdute e ora le Corse sugli Astori [Le aree di tutti e due gli eventi sono aperte a tutti, solo gli oggetti cosmetici sono acquistabili con soldi reali]. Se vuoi farti un’idea da questo, puoi farlo”.Un’ultima cosa, so che molti fans vorrebbero più scelta per le loro emotes. Ci state pensando?Derek Carroll: “Sicuramente è una cosa in cantiere. Stiamo pensando di espandere la cosa e ridefinire come funzionano le emotes in Destiny, ma per ora non ho nulla da annunciare”.


 

In poche parole possiamo aspettarci eventi come la corsa sugli Astori sempre più spesso, e ci allontaniamo sempre di più dal sistema delle espansioni a pagamento. Che sia vero che Bungie sia concentrata già sul vociferato Destiny 2?