Sony

L’emergenza Covid-19 si diffonde sempre più in tutto il mondo, interessando indifferentemente tutte le nazioni. La chiamata alle armi che ne è scaturita ha colpito nel nostro piccolo un pò tutti, dai medici in prima linea a tutti coloro chiusi in casa per via della quarantena. Anche le grandi aziende si sono mobilitate, riconvertendo le loro produzioni in beni di prima necessità come mascherine, guanti e camici. Anche l’industria videoludica non fa eccezione. E’ notizia dell’ultima ora che la multinazionale Sony, compagnia proprietaria della PlayStation, ha donato $100 milioni di dollari a un fondo globale per la lotta conto il Coronavirus. L’azienda ha affermato:

Questa donazione assisterà i medici in primalinea e tutti coloro che per primi combattono gli effetti del COVID-19, aiuterà gli studenti e i professori che ora dovranno lavorare in remoto per diverso tempo e supporterà tutti i membri della communità creativa dell’industria intrattenitiva.

$10 milioni del fondo saranno donati ad organizzazioni come Medici Senza Frontiere, UNICEF e al COVID-19 Solidarity Response Fund.

Sony

Sony ha inoltre affermato che parte del fondo sarà inoltre adibita ad aiuti economici ad eventuali aziende che si occupano di musica, film, giochi e animazioni che potrebbero risentire della crisi finanziaria. Il CEO della Sony Corporation, Kenichiro Yoshida ha affermato:

Faremo tutto il possibile come compagnia per supportare gli individui in primalinea contro il COVID-19, i bambini che sono il nostro futuro, e chiunque nella comunità creativa che verrà colpito dall’impatto finanziario del virus.

Questo è solo uno dei tanti gesti di solidarietà che si moltiplicano nelle ultime ore da parte dell’industria videoludica nella battaglia contro il Coronavirus. Ad esempio Nintendo ha donato oltre 10.000 respiratori alla città di Washington mentre CD Project Red, casa produttrice di Cyber Punk 2077 e The Witcher 3, ha donato 1 milione di euro per prevenire la diffusione del virus in Polonia. Per restare aggiornati su queste e altre notizie sul settore videoludico continuate a seguirci su 17KGroup.