Iniziamo oggi una serie di guide per Dragon Ball Z: Dokkan Battle, popolare gioco di carte per dispositivi mobili, che ha superato i 300 milioni di download. Per iniziare, la nostra guida si concentrerà sul grado di rarità delle carte disponibili all’interno di Dragon Ball Z:Dokkan Battle. Ricordiamo che il gioco è sviluppato da Akatsuki Inc. e distribuito da Bandai Namco Entertainment per dispositivi mobili.

Partiamo dal grado più basso, le Carte N, che, come potete facilmente intuire, hanno un grado di rarità Normale. Le useremo nelle prime fasi di gioco quando non avremo molti personaggi da poter utilizzare, per poi venderle in cambio di Zeni, poiché in tutto Dokkan Battle non c’è carta di questo grado che possa tornare utile in un team. Le carte rare possono raggiungere un livello massimo di 20, a meno che non vogliate usarle per allenare altre carte, ma di allenamenti parleremo in un’altra guida.

Carte R: una Carta Rara teoricamente non è molto diversa da una normale, e può raggiungere un livello massimo di 40. All’apparenza queste carte sembrano completamente inutili; diciamo “sembrano”, perché in effetti alcune possono avere una certa utilità; come questo Goku, che è proprio una di quelle carte da non buttare assolutamente via, almeno all’inizio:

Guida alle carte di Dragon Ball Z: Dokkan Battle
Questo Goku può evolversi fino allo stadio di Super Sayan 3

Carte SR: queste sono Carte Super Rare e ovviamente da conservare. Una volta allenate possono raggiungere il livello 60 ed essere risvegliate fino a diventare SSR. Da non vendere assolutamente.

Guida alle carte di Dragon Ball Z: Dokkan Battle
Questa Caulifla può tornare a chi ha appena iniziato a giocare, ed è solo una delle tante carte che partono da SR e arrivano fino a SSR.

Carte SSR: le Carte Super Super Rare sono quelle su cui si basa il gioco e che userete di più. Queste carte possono raggiungere un livello massimo di 80.

Guida alle carte di Dragon Ball Z: Dokkan Battle
Questo Gotenks ha i suoi anni ormai, e ha sia pregi che difetti.

Attenzione: come detto queste sono carte particolari, quindi una volta raggiunto il livello massimo andranno risvegliate per portarle alla forma Ultra Rare, che consente di allenarle nuovamente per poter raggiungere il livello 100. Non finisce qui! Le SSR posseggono la forma TUR (Transcendent Ultra Rare): significa che potremo portare la carta ad un livello massimo di 120. Per farlo avremo bisogno delle medaglie del relativo personaggio: se ad esempio vogliamo portare a TUR Gogeta, dovremo affrontare il Dokkan event di Gogeta. Quante medaglie servono? Beh, trattandosi di un gioco di Dragon Ball, il numero 7 e i suoi multipli sono di casa! Alcune SSR una volta divenute TUR possono aver un’ulteriore evoluzione: l’Extreme Z Aweking! Grazie a questa meccanica, la carta arriverà al livello massimo di 140, e il super attacco arriverà a 15.

Carte LR: le Legendary sono (forse) le più forti e difficili da trovare. Possono raggiungere il livello massimo di 150 e hanno un Super Attacco di 20.

Guida alle carte di Dragon Ball Z: Dokkan Battle
Se qualcuno non ha riconosciuto l’artwork, è chiaramente quello del film “Dragon Ball Z: L’eroe del pianeta Conuts“.

Gli artwork di queste carte sono animati e più ricercati rispetto alle altre carte. Ricordiamo che anche la maggior parte delle LR parte da SSR, per cui dovrete effettuare tutti processi di allenamento e risveglio fino al TUR e, una volta raggiunto questo stadio, dovrete procurarvi altre medaglie. Al momento attuale, quando trovate una carta LR il gioco ve lo segnala. Le carte LR hanno due attacchi diversi. Ad esempio, il Goku nell’immagine che trovate più in alto in 12 Ki lancia una Instant Transmission Kamehameha, mentre in 18 ki lancerà il Dragon Fist.

Per quanto riguarda questa prima guida alle carte di Dragon Ball Z: Dokkan Battle è tutto. Nella prossima guida, parleremo di come risvegliare (to awaken) le carte.