Microsoft fa sul serio. Dopo Everwild, prodotto da Rare Studio, casa produttrice già conosciuta per l’esclusiva Sea of Thieves, e l’annuncio di Grounded, la nuova IP di Obsidian Entertaiment, ora travolta dal successo di The Outer Worlds, anche Dontnod è protagonista dell’X019.

Già celebre per Life is Strange, Life is Strange 2 e Vampyr, la casa produttrice francese annuncia Tell Me Why, una nuova avventura grafica che si concentrerà totalmente sulla narrazione, in uscita a Estate 2020 come esclusiva Microsoft su Windows 10, Xbox One e Xbox Game Pass.

Nel gioco troveremo due fratelli gemelli originari dell’Alaska, Tyler e Alison Ronan, i quali hanno avuto un’infanzia travagliata e solitaria. Da quel che si evince dal trailer, il videogiocatore potrà esplorare i ricordi di entrambi e credere, in seguito, a una delle loro versioni, che saranno diverse e discordanti fra loro, ai fini della trama di gioco, di cui ancora non si sa niente.

Non è un mistero che i titoli Dontnod esprimano il massimo coinvolgendo emotivamente il videogiocatore. Per questo la casa produttrice francese ammette di aver lavorato con GLAAD, un gruppo di sostegno del movimento LGBT per elaborare al meglio Tyler, il quale, sotto ammissione di Nick Adams, direttore della rappresentanza transgender presso il GLAAD, lo descrive come libero da “Semplicistici cliché transgender”, sottolineando l’intenzione di renderlo naturale e umano, come ogni protagonista visto precedentemente da altre produzioni Dontnod.

Dontnod punta a trovare attori e doppiatori, considerandola una priorità per la sua nuova produzione, siccome è intenzionata ad affidare a ogni ruolo un attore che meglio può rappresentare un personaggio. A Tyler verrà prestata la voce dell’attore transgender August Black. Joseph Staten, senior director di Xbox, inoltre fa sapere che stanno selezionando anche doppiatori e attori di altre nazionalità per una performance più coinvolgente e totale, affinché chiunque, da altre parti del mondo, possa vantare un’esperienza più significativa in quello che sarà Tell Me Why.

Dopo Life is Strange, che nel 2014 ha segnato molto i videogiocatori con le storie di Max e Chloe, la proposta di Dontnod non può che metterci curiosità e attesa, ora che Microsoft sosterrà l’intera produzione ed è in procinto di acquisire titoli anche da altre nuove case produttrici. In vista della prossima generazione, ormai sempre più vicina, sembra che Microsoft voglia giocare in anticipo su Google Stadia e Sony.