È Tim Sweeney, CEO di Epic Games, a dichiararlo ai microfoni di Re/code.

“Nella Realtà Virtuale vediamo il futuro dell’industria”, afferma.

“Magari non quest’anno e nemmeno il prossimo, ma nel giro di una decade tutti gli altri sistemi di visualizzazione e le interfacce uomo-macchina verranno rimpiazzate dalla Realtà Virtuale e dalle tecnologie che seguiranno”.

“Siamo concentrati al cento per cento su questo. Non è una piattaforma, a oggi, in cui puoi progettare un videogioco da cento milioni di dollari come Gears Of War. Ma verrà il giorno in cui sarà possibile”.

Sempre nelle parole di Sweeney, la Realtà Virtuale sarà in grado di farci dimenticare i tradizionali sistemi di input come tastiere e pad, a favore di periferiche immersive direttamente legate al movimento del nostro corpo.

Dopo la piena adesione di grandi aziende come Sony, Facebook, Samsung e Valve, adesso è il turno di Epic Games che, al di là di dichiarazioni roboanti, pare ribadire buone speranze per lo sviluppo di questa tecnologia.

Ricordiamo che la compagnia statunitense ha mostrato una demo tecnica per la Realtà Virtuale durante la conferenza Oculus Connect 2, intitolata Bullet Train, di cui riportiamo un video a fondo pagina.