In una nota diffusa da The Coalition nel primo “What’s Up” dedicato a Gears 5 della compagnia, sono state riassunte le prime news relative al gioco con alcuni dettagli e chiarimenti da parte degli sviluppatori.

Nell’articolo pubblicato sul sito The Coalition fa presento quanto sia stato importante per loro ascoltare l’opinione per la community per quanto riguarda un tema decisamente delicato come l’ottenimento dei contenuti in-game tra cui skin, personaggi etc..

Gears of War 5 non avrà alcun Season Pass perché tutte le nuove mappe verranno messe a disposizione in maniera gratuita, sia per il matchmaking che per le partite private. Ci sarà una moneta in-game chiamata Iron essa sarà ottenibile sia in cambio di valuta reale che giocando durante i Tour of Duty. I Gears Packs, le “lootbox” di Gears 4 diranno addio alla saga. Tutti gli elementi presenti nello store, infatti, saranno acquistabili singolarmente in maniera che l’utente possa scegliere cosa acquistare senza affidarsi al caso.Tutti gli elementi acquistabili con valuta reale avranno una pura valenza estetica, per evitare l’effetto pay-to-win.

Oltre agli elementi acquistabili tramite l’esclusiva valuta Iron ci saranno anche altri elementi sbloccabili chiamati “supply”. Ogni tot di tempo passato nelle modalità multigiocatore del gioco verremo premiati con un elemento casuale preso dai Supply.
Il sistema di doppioni sarà uguale a quello già visto su Gears 4: ogni doppione produrrà degli scarti che potremmo utilizzare per craftare i supply mancanti.

Come abbiamo citato su, in Gears 5 ci saranno i Tour of Duty, una serie di sfide da completare ogni season online che ci permetteranno di sbloccare Iron, Skin e contenuti aggiuntivi. Contenuti che potranno essere sbloccati anche piazzandosi in cima alle classifiche Versus ed Escape.

Una direzione abbastanza ferma da parte di The Coalition che fa un passo indietro sulle lootbox e passando ad un sistema di acquisti in game più simile a quello visto in giochi come Fortnite.