Fallout 76

La conferenza Bethesda si è aperta con uno dei titoli che più ha fatto parlare di sé nell’ultimo anno, Fallout 76.

Nonostante le numerose critiche negative che il titolo ha ricevuto nel corso dei mesi a partire dalla fase Beta del gioco, i giocatori sono sempre stati molto numerosi e grazie ad essi Fallout 76 è diventato il gioco che è ora, cosa sottolineata proprio all’inizio della conferenza.

Wastelanders è il nome del nuovo DLC del gioco e le novità che sono in serbo per noi sono decisamente numerose e varie, a partire dalla storia.
Se il primo anno di vita del gioco era dedicato alla ricostruzione dell’Apalacchia da parte dei giocatori, il secondo anno sarà incentrato sul ritorno degli autoctoni che reclameranno ciò che è loro, portando quindi la prima grande novità per questo DLC, ovvero il ritorno degli NPC umani insieme ai dialoghi che tanto amiamo in pieno stile Fallout 3.
Oltre a questo potremo contare su nuove armi, equipaggiamenti ed una nuova missione principale di cui però non sappiamo nulla per ora.

La seconda novità è la nuova modalità Nuclear Winter, che si tratterà di una modalità battle royale a 52 giocatori in cui oltre ai giocatori dovremo affrontare anche le minacce rappresentate dalle bestie che vivono nel mondo di Fallout 76.

A partire da oggi, 10 Giugno 2019 fino al 17 Giugno 2019 sarà disponibile provare il gioco base per chi non lo ha acquistato e sarà disponibile per lo stesso periodo di tempo la nuova modalità battle royale presentata durante la conferenza.

Tutti i DLC presentati saranno gratuiti e disponibili su tutte le piattaforme anche se tutt’ora ci manca una data di lancio precisa.