Elite Controller

Già da molti mesi si vocifera dello sviluppo di una nuova versione dell’Elite Wireless Controller per Xbox One. Stando al tweet dell’Insider h0x0d, l’evoluzione del device sarà finalmente svelata il prossimo E3 2019 durante la conferenza Microsoft attesa per il prossimo 9 giugno alle 22.00, ora italiana.

Se da un lato abbiamo la fama che accompagna h0x0d a supportare questo rumor, dall’altro abbiamo il continuo impegno di Microsoft nel portare avanti le operazioni di R&D per tutto il suo parco device, gamepad inclusi. Basti pensare a quanta strada abbiamo fatto insieme partendo dal mitico Duke, arrivando poi al meraviglioso risultato dell’Xbox Adaptive Controller, progettato e dedicato ai gamer diversamente abili.

Nel 2015 si giunse alla prima e attuale versione dell’Xbox One Elite Wireless Controller, la quale fu resa disponibile sul mercato il 27 ottobre a $149.99, in contemporanea con Halo 5: Guardians. La data di lancio e i precedenti vlog sullo sviluppo esaltavano l’impegno che Xbox e i suoi tester stavano riversando nel device con lo scopo di soddisfare i giocatori più esigenti. Inaspettatamente, i preorder superarono molto in fretta l’iniziale disponibilità di pezzi, sorprendendo Microsoft stessa e lasciando in attesa per qualche tempo molti giocatori desiderosi di averlo.

Elite Controller

Ad oggi, dopo quasi 4 anni dal lancio, l’Elite Wireless Controller si è confermato uno dei gamepad più validi sul mercato, in particolare grazie alla personalizzazione avanzata sia tramite la app Xbox Accessories che tramite i pezzi contenuti nella confezione. Il controller vanta inoltre una architettura interna generalmente solida e affidabile, che, pur aumentandone leggermente il peso rispetto al modello standard, rimane confortevole tra le mani. Alla luce dei fatti e di questi anni di esperienza, cosa potremmo aspettarci o desiderare dalla nuova versione?

Probabilmente la disposizione dei comandi e le proporzioni rimarranno invariate, ma si dovrebbe avere un miglioramento della stabilità e robustezza degli stick analogici e soprattutto dei bumper dorsali, vera croce di questo device. Ancor oggi, rimane incomprensibile la scelta di progettare un controller pro con dei dorsali non a molla ma monopezzo in plastica, piuttosto facile da rompere non solo a causa di urti accidentali ma anche con l’uso quotidiano. Volgendo lo sguardo altrove, un’altra modifica potrebbe rimodellare le grip sui laterali e sugli stick analogici. Le prime risultano infatti poco efficaci per molti, in particolare durante le sessioni di gioco più lunghe, mentre i secondi tendono a usurarsi in fretta e presentare rarissimi casi di deriva. Sotto la scocca, invece, le novità attese potrebbero darci maggiore raggio d’azione e stabilità per i canali wireless, e magari anche una migliore gestione del pacco batteria.

Tutto ciò potrebbe però risultare inutile. Infatti, se è vero che l’anatomia dell’Elite Wireless Controller per Xbox lo rende facilissimo da smontare e riparare, e altrettanto vero che i pezzi di ricambio ufficiali scarseggiano pericolosamente. Negli stessi States era infatti possibile ampliare il parco levette dorsali con dei costosi e rari custom-kit a tema Halo, ma volendo riparare il pad in casa bisogna ancora oggi rivolgersi a rivenditori terzi. Indubbiamente, un migliore servizio di riparazione e customizzazione sarebbe più che apprezzato.

Ad ogni modo, per ora possiamo solo fermarci alle speculazioni, ma attendendo poco più di un’altra settimana potremmo non solo confermare il rumor di h0x0d ma anche gioire per le novità dall’E3 2019.