Più di un anno fa Monster Hunter World, titolo della famosa saga targata Capcom che ha spopolato fra i giocatori console e PC grazie ad un innovativo sistema di combattimento e di esplorazione che ha reso più dinamici gli scontri grazie anche ad un sistema di abilità uniche per ogni arma, nuovi oggetti ed eventi a tema che ruotavano ad ogni stagione che portavano ogni volta sfide e novità inedite.

Il 10 dicembre 2018 ecco invece l’annuncio di una vera e propria espansione, Monster Hunter World: Iceborne, che andrà ad ampliare il già vasto mondo di gioco con nuove missioni, nuovi mostri, aree, una storia inedita e nuove armi ed equipaggiamenti.
Da qui in avanti questa news potrebbe risultare come spoiler nel caso in cui i giocatori non vogliano vedersi rivelare alcune delle nuove creature presenti in questa espansione, comunque presenti nel trailer di annuncio.

Detto questo, la prima cosa che si può notare dal trailer è la nuova area innevata che si presenta come una foresta invernale ricoperta da uno spesso strato di neve circondata da fitti alberi, mentre fra le cose che più interessano ai giocatori ci sono sicuramente i nuovi mostri fra i quali possiamo vedere una sorta di alce mastodontico e, alla fine di suddetto trailer, potremo vedere il nuovo drago anziano, Velkhana, che farà capolino in questa nuova avventura.

La cosa che sicuramente potrà far piacere ai veterani della saga invece è il grande ritorno di una delle guest star più amate, possiamo infatti notare come durante il trailer il giocatore verrà a contatto con il Naruga Curuga, noto in occidente coe Nargacuga, mostro estremamente agile e letale anche grazie al suo micidiale veleno che vede la sua prima apparizione in Monster Hunter Freedom Unite, uscito il 26 giugno 2009 su Playstation Portable.

L’espansione, che si preannuncia sicuramente interessante sia per i veterani che per chi ha conosciuto la saga da questo capitolo, sarà disponibile il 6 settembre 2019 su Playstation 4 e Xbox One, mentre i giocatori PC dovranno attendere i primi mesi del 2020.