Nella giornata di ieri, nella sezione dedicata ad Halo del noto forum Reddit, è stato condiviso un video caricato dall’utente Voxel9 sul suo canale YouTube nel quale mostra Halo: Combat Evolved su Nintendo Switch. Ci teniamo a precisare che la notizia è a puro titolo informativo, in quanto si parla di hacking, che condanniamo in principio.

La console nipponica di casa Nintendo Co. Ltd, rilasciata il 3 marzo 2017, negli ultimi anni è stata oggetto di hacking da parte di diversi utenti che hanno messo a dura prova la sicurezza di Nintendo Switch. Il lavoro svolto dai produttori di NVIDIA e Nintendo atto a sventare questi utilizzi non legali è stato incommensurabile, con numerosi hotfix rilascia a brevi distanze l’uno dall’altro, ma vi è un problema di fondo che non può essere sistemato, ovvero il chip Nvidia Tegra X-1.

Per un approfondimento sulla battaglia combattuta dagli sviluppatori contro gli hacker, vi invitiamo a leggere il dettagliato articolo di Natural Born Gamers che potete recuperare tramite il seguente link.

Vedere uno dei titoli che ci hanno segnato tutti nell’ormai lontano 2001 girare su una console portatile come Nintendo Switch è incredibile. Ricordiamo il caso del 2007 che vede come protagonista Halo DS, una versione non ufficiale di Halo: Combat Evolved, girare su Nintendo DS, tralasciando la qualità del titolo.

Nel corso dell’ultimo anno abbiamo visto sempre di più l’avvicinamento di Microsoft e Nintendo, i quali hanno rotto le barriere che impedivano di diverse piattaforme di giocare insieme (tralasciando la questione del cross-play tra Xbox e PC già presente grazie all’azienda statunitense). Il primo caso è quello di Minecraft, che a partire da giugno 2018 ha visto implementazione del cross-play tra Xbox One, Nintendo Switch, Windows 10 e dispositivi mobile.

A seguire abbiamo avuto Fortnite, ormai fenomeno popolare, grazie al quale anche Sony ha deciso di abbandonare l’ascia di guerra per permettere ai giocatori di tutto il mondo di godere di una migliore esperienza di gioco possibile.

Infine abbiamo Cuphead. Esclusiva Microsoft fino allo scorso 18 Aprile, giorno che ha visto il titolo di Studio MDHR approdare su Nintendo Switch. Lo studio canadese ha lavorato a stretto contatto con entrambe le aziende per riuscire nell’impresa, e per cercare di portare le funzioni Xbox Live alla versione portabile del titolo.

Tornando alla questione di Halo: Combat Evolved, come si può vedere nel video, la versione emulata gira abbastanza fluida durante le sequenze cinematiche, ma durante il gameplay il frame rate cala vertiginosamente. Per la precisione l’HCE in questione gira su un emulatore installato su una versione di Linux, quest’ultima installata a sua volta su una versione hackerata di Nintendo Switch.

Seppur un titolo first party come Cuphead sia giunto sulla portable console, e l’affinità mostrata dalle aziende, riteniamo che sarà alquanto improbabile vedere la saga di Halo arrivare su Switch.

La scelta di Microsoft e degli Xbox Game Studios di voler mantenere la propria IP, come è giusto che sia, viene ancor di più alla luce con il recente annuncio da parte di 343 Industries dell’arrivo di Halo: The Master Chief Collection sul Microsoft Store e su Steam.

Voi cosa ne pensate riguardo la strenua guerra tra hacker e sviluppatori, e sul futuro della saga di Halo? Fatecelo sapere sul nostro sito e sui nostri social.