Google Stadia Project xCloud

Riguardo al nuovo progetto di Google per portare la qualità gaming di fascia alta ovunque per mezzo di internet molteplici voci si sono già pubblicamente dette perplesse e fra queste spicca anche quella di Mike Nichols (Chief Marketing Officer di Xbox).

A differenza di molti però Nichols non ha mostrato dubbi sull’infrastruttura di Stadia per muovere grandi quantità di dati tramite internet ma li ha invece espressi a gran voce per quanto concerne il parco titoli che Google potrà mettere in campo al momento del lancio.

Google Stadia

Durante un’intervista con The Telegraph ha infatti chiaramente affermato:


“I competitor emergenti come Google hanno un’ottima infrastruttura cloud, un’ottima community con YouTube ma mancano di contenuti”


E siccome “ogni scarrafone è bello a mamma sua” Nichols non ha perso certo l’occasione per tirare acqua al suo mulino affermando di credere molto di più in Project xCloud della stessa Microsoft.
Il vantaggio, stando a Nichols, come servizio cloud-gaming in grado di imporsi realmente sul mercato deriverebbe dal fatto che Xbox e PC siano periferiche molto più adatte per giocare rispetto a smartphone e simili.


Non sarà necessario rimanere legati a un dispositivo nel corso del tempo ma si potrà indubbiamente ottenere un’esperienza migliore con una processazione dei dati locale.


Al momento è difficile dire chi abbia ragione alla fine visto che nè Microsoft nè Google hanno ancora lanciato alcunchè dei suddetti servizi ma resta certo che la sfida, quando verrà il momento, sarà decisamente accesa.

Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti e non dimenticate di seguirci sulle nostre pagine social e su 17kgroup.it per notizie, approfondimenti, recensioni e tanto altro sul mondo dei videogiochi!