Alan Wake

Quando si parla di Remedy molti giocatori tireranno ovviamente in ballo Alan Wake, il titolo nato per la vecchia Xbox One che aveva saputo portare a schermo un’emozionante e eccellente avventura horror/thriller destinata a rimanere nei cuori di chi l’avesse giocata.

Va premesso che la fama di questo titolo è andata via via crescendo nel tempo, con un lancio non proprio eccezionale e una fanbase che ha visto un netto aumento solo a distanza di anni.

Alan Wake

Di pari passo è poi aumentata la richiesta del pubblico di un secondo capitolo per Alan Wake e inizialmente Remedy era partita attivamente con l’idea di accontentare i giocatori iniziando lo sviluppo del tanto agognato “Alan Wake 2”.

In merito a questo mancato sviluppo si è espresso Thomas Puha, direttore delle comunicazioni di Remedy, in un’intervista per il sito VG247 riducendo la cancellazione alla semplice mancanza di “soldi, tempo e risorse”.


“We were working on Alan Wake 2 years ago and it just didn’t pan out, so there’s nothing.
We’re just booked solid for the next couple of years, really.
We do own the Alan Wake IP, but it’s never quite as simple as that, but yeah, we do own it“


Al momento attuale Remedy è infatti impegnata con lo sviluppo di Control, un titolo per certi versi simile per meccaniche al loro ben riuscito “Quantum Break”, che introduce sul campo una nuova IP di cui prendersi cura nel prossimo futuro come avrebbero dovuto fare con Alan Wake.

Alan Wake

“A lot of the things that Remedy has done in the last five years is really about putting the company into a position where we have more control.
I mean, the name [of the game] really comes almost from that, and it’s giving us, as a company, the opportunity to decide what happens when the game is out.
So, of course, we’re always trying to build a franchise.
We spent all that time creating the world and everything, and when you only do it for one game, it’s just a lot of work.
We’ve got nothing against sequels, so definitely Control is something that we want to be working on in the future.
But of course, the first game has to be as good as it can to even build that platform that we can make more, so that’s what we’re focused on.”


Non ci resta quindi che sperare che Remedy riesca in futuro a ritagliere un po’ di tempo per portarci l’agognato seguito di Alan Wake, nel mentre sarà possibile ingannare l’attesa con Control, la cui uscita è prevista per il 27 agosto 2019 sulle piattaforme Xbox One, Playstation 4 e PC.

Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti e non dimenticate di seguirci sulle nostre pagine social e su 17kgroup.it per notizie sempre nuove sul mondo dei videogiochi!