La scorsa settimana si è tenuto l’evento Brainstorm Design di Fortune, che ha visto una serie di conferenze dedicate all’esplorazione del legame sempre più cruciale tra business e design. A Singapore era presente anche Kiki Wolfkill, Studio Head of Halo Transmedia presso 343 Industries, la quale ha parlato di Halo e del suo sviluppo nel corso degli anni a venire.

Il mondo videoludico si è evoluto in modo radicale dalla sua nascita, sia per quanto riguarda gli stessi titoli che si sono susseguiti nel corso degli anni che per i giocatori che sono cresciuti. Di seguito andremo cosa ha risposto Kiki alla domanda: “Come si realizza un gioco per un utenza che ancora non esiste?”

Cosa significa progettare per un pubblico ora e cosa significa progettare per un pubblico tra 10 anni implica avere una serie di regole con le quali le persone possono interagire e far proprie negli anni a venire.

Proseguendo, si è parlato di cosa è Halo e di come 343 Industries dovrà approcciarsi con il futuro della saga negli anni a venire, in questa nuova era videoludica.

“Halo è un universo. Ci sono diversi tipi di esperienze e storie che raccontiamo nel gioco, basate sull’idea di come coinvolgere il pubblico in modo diverso, come far entrare le persone in questo mondo in un modo diverso, attraverso un media con il quale si sentono più a proprio agio. ”

“Dobbiamo essere in grado di cambiare rapidamente contenuto. Non possiamo permetterci di aspettare tre anni ogni volta che rilasciamo un nuovo prodotto per poi farlo diventare una scatola nera, perché i giochi che i ragazzi stanno giocano oggi cambiano ogni settimana”.

Halo 5: Guardians aveva già intrapreso una strada come “Game as Service”, grazie agli aggiornamenti gratuiti che si sono susseguiti durante il corso degli anni, ed hanno rinnovato continuate il comparto multiplayer del titolo.

Per quanto riguarda Halo Infinite, potremmo vedere uno sviluppo più approfondito di questi contenuti che potrebbero andar a rinnovare e rimodellare il multiplayer a cadenza regolare. Lo scorso giugno, era stato aggiunto un contratto di lavoro sul sito di Microsoft come Online Experience Design Director presso 343 Industries, dove si richiedevano conoscenze inerenti “progressione all’interno e fuori dal gioco, e funzioni sociali e di coinvolgimento che incoraggiano i giocatori a tornare ancora e ancora con i loro amici. “

343 Industries ha reso ben chiaro di voler rendere partecipe la community più che mai, e che verrà ascoltata come mai prima d’ora. L’E3 2019 si avvicina, ed è già stata ampiamente confermata la presenza di Halo Infinite all’evento. Prima di allora vi invitiamo a recuperare tutte le nostre news e articoli così da arrivare a giugno già informati a dovere.

Per tutte le novità dall’universo di Halo, rimanete sintonizzati sul nostro sito e sui nostri social.