Halo-5-Guardians-Beta-Empire-Screenshot-4-1024x576

L’uscita di Halo 5 Guardians è sicuramente un evento atteso da tutti i fan di Halo e dagli appassionati di sparatutto Sci-fi. Il gioco seguirà gli eventi narrati in Halo 4 introducendo, tra le altre cose, un nuovo personaggio, protagonista della serie Halo Nightfall,  l’Agente Locke, uno Spartan Oni sulle orme di Master Chief.
Visti gli insuccessi del Multiplayer di Halo 4, 343i si è mostrata ben determinata a raccogliere del feedback per creare l’Halo voluto dai giocatori, e per farlo, la beta di Halo 5 a Dicembre risulta essere l’occasione perfetta.

Si tratta di una beta che anticipa di MOLTO l’uscita del gioco (prevista per fine 2015), questo perché gli sviluppatori vogliono poter intervenire sul gioco e se necessario fare drastici cambiamenti al sistema di gameplay.
Da questo punto di vista, non si può non condividere la scelta della compagnia, viste le molteplici beta che ai nostri giorni vengono ormai rilasciate poco prima dell’uscita del gioco e che spesso non sono indirizzate a raccogliere sostanziali feedback per apportare cambiamenti al proprio prodotto, ma a raccogliere semplicemente dati sull’indice di gradimento.

Oltre alla beta così in anticipo, un’altra scelta che dovrebbe far discutere è il grandissimo focus sul Competitive Multiplayer da parte della stessa 343i, ma di questo, ne parleremo nella parte conclusiva dell’articolo.

In questa anteprima cercheremo di trattare tutti gli aspetti che abbiamo potuto provare con mano durante il nostro accesso anticipato alla Beta di Halo 5 Guardians, cercando di introdurre i giocatori a ciò che li aspetta giorno 29 Dicembre, quando i server saranno finalmente aperti pubblicamente, fino al 18 Gennaio, data che invece vede la chiusura degli stessi.
Analizzeremo quindi il Gameplay ed i suoi sostanziali cambiamenti, il Matchmaking, il bilanciamento delle squadre e delle partite, il sistema di Ranking e tanto altro, concludendo poi con delle osservazioni finali basate sul feedback che abbiamo raccolto dai giocatori e dai membri della Community.

Divider Halo BulletinGameplay Evolved

Divider Halo Bulletin
Uno degli aspetti ed essersi significativamente evoluto è il gameplay, grazie all’introduzione delle Spartan Abilities. Il concetto, lo abbiamo visto per la prima volta su Halo: Reach con le Armor Abilities, poi trasportato su Halo 4 ed infine “evoluto” su Halo 5 Guardians.Spartan-Abilities
Le Spartan Abilities non vanno confuse con le Armor Abilities dei precedenti capitoli. Si tratta in fatti di abilità uguali per tutti i giocatori, disponibili fin dall’inizio partita:

  • Thruster Pack – Si tratta di un pacchetto propulsori che permette al nostro spartan rapide schivate in tutte le direzioni. Uno scatto all’ultimo secondo può fare la differenza tra la vita e la morte.
  • Ground Pound – Se si è abbastanza in alto, il nostro spartan può caricare un pugno in aria e scaraventarsi contro la sua sfortunata preda dando un potentissimo pugno sul terreno che causa danno ad area. Uccide subito se il nemico viene colpito in pieno.
  • Clamber – Una nuova aggiunta nell’universo Halo, ti permette di arrampicarti su alcune sporgenze o scavalcare degli ostacoli. Qualora un semplice salto non basti, ci si può aggrappare ad una sporgenza e sollevarsi.
  • Slide – Ottima aggiunta al gameplay, permette di fare una scivolata mentre si sta correndo, in modo da poter sfruttare le coperture più basse.
  • Charge – Altra nuova aggiunta al sistema di combattimento. Mentre si corre si può sfruttare la velocità per dare un pugno ancora più potente del solito causando gravi danni al nemico.
  • Sprint – La corsa si “evolve”. E’ possibile correre molto più velocemente dei precedenti capitoli grazie a dei piccoli propulsori che si attivano durante la corsa. Correre impedisce la ricarica degli scudi.
  • Smart Scope – Particolare caratteristica di Halo 5 Guardians è lo Smart Scope, che permette di mirare con tutte le armi. Il mirino non è più interfacciato all’HUD dello spartan come nei precedenti capitoli, ma vedremo proprio attraverso il mirino dell’arma.

Alla luce di tutte queste aggiunte, troviamo un Halo significativamente diverso dai suoi predecessori. Molto più evoluto, con scontri più veloci ma talvolta anche più combattuti grazie alla grandissima libertà di movimento data dalle nuove Spartan Abilities.
Le partite si svolgono in mappe Arena simmetriche progettate appositamente per il 4v4. Tutti i giocatori iniziano con le stesse armi base e dovranno riuscire ad ottenere le armi più potenti direttamente nel campo di battaglia in modo da riuscire a controllare la mappa e schiacciare il team avversario.

La comunicazione con il proprio team in Halo 5 Guardians è essenziale. 343i ha dedicato molto tempo ed attenzione nello sviluppare un multiplayer che possa essere gradito ai competitive players e che metta in evidenza il lavoro di squadra.

Spesso però, non si può contare sul supporto dei propri compagni, perché non tutti sono disponibili in chat di gioco, ecco perché sul multiplayer di Halo 5 Guardians gli spartan parlano, dandoci informazioni in tempo reale sulla partita. Gli spartan si comporteranno come veri giocatori, dandoci aggiornamenti sulla posizione dei nemici, dicendoci se un compagno è morto o se si trovano in una situazione di svantaggio (es. 1 contro 2).

Sul fronte connettività online sono stati fatti sostanziali miglioramenti rispetto ad Halo: The Master Chief Collection, le partite si trovano rapidamente anche in gruppo e non si viene mai divisi. Il Netcode è buono e difficilmente, anche con una connessione media, ci si ritrova in partite con tempi di risposta elevati.
Totale assenza, almeno nella beta, del Region Lock. Come vedrete nel video a seguire, un caro membro della nostra community ci ha inviato un suo match contro Ninja Cloud 9 (famoso ProPlayer USA).

Per avere un idea di quanto abbiamo scritto sopra sul Gameplay di Halo 5 Guardians vi lasciamo al nostro video:

Divider Halo BulletinPlay, Level Up & Go CompetitiveDivider Halo Bulletin

Come già accennato, fin dalla prima partita di Halo 5 Guardians, si capisce come il focus di 343i sia tutto sul Competitive Gaming. Ad inizio partita, gli spartan vengono presentati in posa, come un vero team, pronto a dare il meglio di se pur di vincere contro l’avversario. Mentre a fine partita, in caso di vittoria, vedremo il nostro team “darsi il cinque” e/o “pavoneggiarsi” per la vittoria.

victory-halo-5-guardians-beta

A parte questo, è interessante vedere come siano cambiati gli scontri nel gioco. In Halo 5 ritorna la corsa al Control Map ed alle Power Weapons che ci permettono di avere la meglio sui nostri avversari. Durante la beta, abbiamo provato massacro classico, con fucile d’assalto e pistola come armi iniziali, mentre Fucili da Battaglia e DMR erano sparsi nella mappa. Le mappe su cui abbiamo giocato sono Truth, il remake di “Al Centro Della nave” (Midship) ed Empire una nuova mappa simmetrica inedita nell’universo Halo.
In Truth abbiamo potuto provare la “Rovina dei profeti” (Propeths’ Bane), una rivisitazione della lama energetica che permette uno sprint più veloce quando la si impugna, mentre su Empire abbiamo potuto provare il Fucile di Precisione.

La sensazione è rimasta più o meno invariata, fatta eccezione per il nuovo sistema di mira, al quale si fa però presto l’abitudine. La funzione di mira assistita è poco evidente quando non si sta mirando, mentre si fa leggermente più marcata quando invece si sta usando lo Smart Scope.

Il Feel è quello di star giocando ad un gioco Arena, dove l’abilità di ogni giocatore fa una significativa differenza tra la vittoria e la sconfitta. Non importa che arma si sta impugnando, l’importante è saperla usare e soprattutto non lasciarla al nemico!
Altra aggiunta assolutamente da non sottovalutare è la modalità “Spettatore“, che permette di guardare in diretta le partite dei nostri amici. Si tratta di un evoluzione del sistema “Cinema”, infatti non vedremo uno streaming video, ma avremo la possibilità di seguire in prima o terza persona un determinato giocatore o muoverci con la telecamera libera mentre si svolge la partita. E’ possibile mettere in pausa in qualsiasi momento, riavvolgere una scena, mandare avanti veloce oppure andare a rallentatore. Insomma si tratta della Modalità Cinema, ma in “streaming“, caratteristica che da tempo veniva chiesta dai giocatori!

Halo_5_ranking

Con la beta, abbiamo avuto un assaggio anche del nuovo Sistema di Ranking, un po’ più complesso rispetto ai suoi predecessori ma probabilmente anche più efficace.
Giocando una partita, si ottengono dei punti esperienza, che contribuiranno a far salire il nostro “Livello Spartan” (LS). Ovviamente, il nostro stile di gioco influisce sull’esperienza guadagnata.
Ma un sistema ad esperienza, non può dare una valutazione obiettiva sul giocatore, ma soltanto farci capire quanto ha giocato al gioco. Quindi al “Livello Spartan” viene affiancano un grado per ogni modalità.
Durante la beta abbiamo infatti potuto provare solo la Modalità Massacro (classificata). Per classificarsi in una modalità bisogna prima giocare almeno 10 partite. Il sistema valuterà il giocatore a seconda dei suo risultati e lo classificherà in una divisione.
Il posto in una divisione bisognerà comunque guadagnarselo. Una partita persa vi farà perdere punti, fino a declassarvi, mentre una vinta vi farà salire di valutazione. Il tutto è influenzato sia dalle statistiche degli avversari, sia dal proprio stile di gioco. Una partita persa non necessariamente vi farà scendere di valutazione, tutto dipende da come il giocatore si è comportato durante il Match.
Non faremo un elenco dei vari gradi disponibili, ma comunque un giocatore mediamente bravo non avrà problemi ad ottenere la classificazione “Onice“, che gli permette di giocare anche con i veri Pro.
Ottenuta una classificazione infatti, il gioco cercherà sempre di combinare partite con giocatori del proprio grado garantendo quasi sempre match piuttosto equilibrati.  Su Halo 5, Arrivare alla fine di un match con un punteggio di 50 a 49 sarà un po’ più frequente.

Divider Halo BulletinL’Halo Creato dai PRO per i PRO?Divider Halo Bulletin

Come molti magari già sanno, 343i, dopo Halo 4, ha ingaggiato un team di Competitive Players proprio per ricevere del Feedback sullo sviluppo del loro prossimo capitolo. Sotto certi aspetti, la notizia è stata accolta positivamente da tutta la community di Halo. E’ sempre una nota positiva quando gli sviluppatori fanno affidamento ai fan per migliorare il loro gioco.

halo-tournament-winners

Resta comunque il fatto che puntando sul “Competitive a tutti i costi” molti giocatori non vedono più Halo con gli stessi occhi di un tempo. Sicuramente Halo 5 Guardians sarà in grado di offrire grande divertimento e match equilibrati e competitivi ma trovare risposta alla domanda “E’ questo l’Halo che ho sempre voluto?” è davvero molto difficile.

I successi visti con Halo 3 ed Halo: Reach sono indubbiamente dovuti alle ottime caratteristiche del prodotto, pronto ad offrire del divertimento in stile Halo per tutte le categorie di giocatori.
I casual trovavano conforto nella modalità campagna, i cooperativi avevano pane per i loro denti nella Modalità Sparatoria (Tra le più amate di sempre e rimossa nei capitoli successivi), i giocatori competitive potevano fare sempre affidamento ad un multiplayer vario e funzionale, ed infine, i creativi potevano far affidamento sull’apprezzatissima modalità Fucina.

Le nostre preoccupazioni su Halo 5 sono dovute all’estrema attenzione al competitive gaming da parte di 343i e dallo sforzo di quest’ultima, di rendere Halo un eSport. Guardando gli streaming degli eventi o dei giocatori più famosi, infatti, l’utenza è relativamente poca, soprattutto se confrontata con gli altri titoli.

343 Industries è cambiata moltissimo negli ultimi mesi, ed il carattere super-competitivo che sta emergendo dagli ultimi trailer comincia a far storcere il naso a molti Giocatori e Fan.
Fiduciosi comunque in un Halo degno del suo nome, non possiamo non chiederci se Halo 5 Guardians sia l’Halo realmente voluto dalla community, soprattutto visti i molteplici aspetti verso cui si estende quest’ultima.

Divider Halo BulletinAspetti NegativiDivider Halo Bulletin

Che Halo 5 Guardians si trovi ad uno stato davvero “grezzo” in termini di Pre-Release è chiaro fin dai primi minuti di gioco. Caricamenti Texture, Anti-Aliasing assente e risoluzione bassa non lo rendono certamente una bellezza per gli occhi, ma comunque è palese che c’è ancora tanto lavoro da fare ed anzi il nuovo Engine sembra promettere bene. Il framerate rimane stabilissimo a 60 fps ma comunque non mancano alcuni aspetti che ci hanno fatto storcere il naso, e non stiamo parliamo di Bug (del tutto normali in una fase di Beta).

Halo-5-bug

Respawn
E’ chiaro che si tratta di una beta, ma non abbiamo potuto fare a meno di notare i pessimi respawn di Halo 5 Guardians beta, non è difficile spawnare in mezzo di un combattimento o alle spalle di un nemico, cosa che ci aspettiamo venga risolta con gli ultimi aggiornamenti o che comunque cessi di accadere nella versione finale.

Traduzioni di basso livello
Il Doppiaggio di Halo 4 era caratterizzato da seri problemi di sincronizzazione, ma siamo fiduciosi del fatto che si possa trattare di un caso isolato. Ciò che ci preoccupa è ancora la qualità di alcune traduzioni. La beta di Halo 5 Guardians è interamente in italiano, ma alcuni termini sono stati tradotti in maniera sbagliata causando un po’ di confusione tra giocatori italiani durante lo svolgimento di una normale partita.
Per citarne una, ad esempio, “Power Weapons” è stato tradotto in “Armi Energetiche” mentre la traduzione più corretta sarebbe “Armi Potenti”. Terribile, a nostro dire, sentire il narratore ad inizio partita che dice “Conquista le Armi Energetiche per vincere la partita” e nel frattempo viene inquadrato il Fucile di Precisione.

Spartan Chiacchieroni
Lamentata da più membri della community, la logorroicità degli spartan della beta di Halo 5 Guardians. Non passa un minuto senza che qualcuno non commenti il tuo stile di gioco o che ci informi anche su quante munizioni gli rimangono. Per fortuna, qualche tweet di 343i lascia intendere che si tratta di un bug della beta e che nella versione finale questo aspetto sarà sistemato.

Assenza del Region Lock
Sappiamo che Halo 5 Guardians sfrutta i server dedicati, tuttavia ci lascia un po’ amareggiati esserci trovati contro giocatori USA, anche se comunque, la qualità della partita era ottima e con tempi di risposta discreti. Ci auguriamo comunque che si tratti di un aspetto riservato solo al periodo di Beta.

Vibrazione troppo forte ed impossibilità di disattivarla
Troppi giocatori hanno lamentato l’impossibilità di rimuovere la vibrazione, ci aspettiamo che nel gioco finale o che già nella Public Beta, vengano apportati miglioramenti in questo senso.

Arma: Rovina Dei Profeti – Troppo luminosa
Quando si impugna la Rovina dei Profeti, probabilmente in molti troveranno eccessivo il quantitativo di luce che emette la spada. Anche su uno schermo modulato particolarmente bene, il bagliore della spada copre buona parte della visuale destra.

Divider Halo BulletinConclusioneDivider Halo Bulletin

Con Halo 5 Guardians, Halo è cambiato di nuovo. Non siamo sicuri che il gameplay abbia bisogno di così tanti cambiamenti, visto l’apprezzatissima Master Chief Collection con Halo 2 Anniversary, che ripropone lo stesso Gameplay di Halo 2 su mappe rimasterizzate.
Durante i giorni successivi alla beta in Early Access, come community abbiamo passato del tempo con i nostri utenti a raccogliere del feedback ed è successo proprio quello che ci aspettavamo.Halo-5-guardians-beta-empire

Mentre da un lato, alcuni utenti hanno accolto totalmente il nuovo Gameplay, altri non riescono ad accettarne alcuni aspetti. Il Feedback che abbiamo ricevuto è incredibilmente vario e ciò che ci preoccupa è che questo possa dividere, ancora una volta, la community di Halo.
C’è chi si lamenta del super pugno in corsa, chi della troppa velocità di movimento, chi della possibilità di mirare con qualsiasi arma, chi non gradisce completamente le nuove aggiunte e chi invece le accoglie con piacere.

Su Halo 5 Guardians una sola cosa è sicura, ovvero che la fase beta sarà una delle più cruciali mai viste nell’universo Halo e che il feedback ottenuto dagli utenti deciderà drasticamente il futuro per l’intero franchise.
343i è maturata molto dopo Halo 4 e sembra intenzionata a stare molto più vicina ai propri fan modellando il gioco in base alle loro richieste.

Con questo nuovo capitolo Halo sembra star andando verso la direzione giusta, con il classico Multiplayer dove ogni giocatore inizia in maniera uguale a tutti gli altri e deve fare del suo meglio in modo da riuscire a controllare la mappa conquistando le “Armi Potenti” per schiacciare gli avversari. 343 Industries sembra consapevole del tipo di competizione ricercata dai giocatori di Halo e questo ci lascia molto fiduciosi e con buone aspettative per il lancio finale del gioco nel 2015.

La Beta di Halo 5 Guardians Comincerà alle ore 18:00 di giorno 29 Dicembre per tutti i possessori di Halo: The Master Chief Collection e terminerà giorno 19 Gennaio.
Per il programma completo della Beta, Cliccate qui.

Ci Ha Convinto…  Non Ci Ha Convinto… 
Siamo rimasti piacevolmente colpiti da alcune novità introdotte col nuovo Gameplay e siamo felici di vedere come spesso siano ben bilanciate le partite. Il control Map è tornato ed ancora una volta c’è la corsa alle armi potenti per poter schiacciare gli avversari. Insomma, si tratta dell’Halo a cui abbiamo sempre giocato e che abbiamo amato. I disegni, la soundtrack e lo stesso motore grafico promettono molto bene, e ci fanno ben sperare per un epico capitolo spaccamascella degno dei suoi predecessori. Non siamo invece convinti della scelta di 343i di dedicare il multiplayer esclusivamente al competitve gaming. Gli sviluppatori non si sono espressi sotto molti aspetti del gioco e sembrano star ascoltando in particolare solo i giocatori più competitivi. Inoltre alcune modifiche al Gameplay potrebbero non essere adatte ad un gioco come Halo (vedi Smart Scope). Le Spartan Abilities dovranno sicuramente essere riviste sotto molteplici aspetti in quanto il feedback della community è fin troppo vario al riguardo.