Fallout 76

Dopo quello che è stato un lancio a dir poco traumatico, estremamente vessata dalla critica, Bethesda è corsa ai ripari pubblicando già diverse patch nel corso dei primi giorni dal lancio di Fallout 76; a queste se ne aggiungeranno altre due, in arrivo il 4 e 11 Dicembre.

PATCH DEL 4 DICEMBRE 2018

La grande novità di questa patch sarà l’innalzamento del limite della stash del C.A.M.P., assieme a vari miglioramenti a stabilità e prestazioni, bilanciamento e bug fix.

Fra i problemi gravi risolti in questa patch:

  • Incremento del limite della Stash, da 400 a 600 unità. Vi saranno ulteriori incrementi in futuro, ma avverranno quando il gioco sarà ancora più stabile.
  • Boss Loot: un errore causava un errato drop dei nemici considerati boss, ora i giocatori dovrebbero ottenere un bottino proporzionato alla difficoltà.
  • Gli effetti del Cryolator erano incorrettamente applicati per due ore invece che per 30 secondi, inoltre gli effetti negativi del congelamento sono ora cumulativi e funzionano in maniera corretta.
  • Un bug causava il respawn forzato di fronte al Vault 76; ora non dovrebbe più manifestarsi e i giocatori saranno in grado di respawnare presso il punto sulla mappa più vicino.
  • Armatura atomica bloccata: un tremendo bug che impediva di uscire dall’armatura atomica è stato al centro degli obiettivi della patch. Tuttavia vi sono diverse cause scatenanti non ancora coperte e sono in corso le dovute indagini. Qui potete trovare un fix temporaneo.

PATCH DEL 11 DICEMBRE 2018

L’aggiornamento, pianificato appena una settimana dopo quello del 4 dicembre, non si limiterà a bug fix e aggiustamenti, ma introdurrà anche alcuni cambiamenti e nuove funzionalità.

Fra i punti salienti:

  • Su pc verranno introdotti il supporto al formato 21:9, la regolazione del FoV e la chat Push-to-Talk.
  • SPECIAL Respec: Una volta superato il livello 50 potremo decidere se ottenere una nuova Perk Card o spostare un singolo punto alla volta su un altro ramo SPECIAL.
  • posizionamento C.A.M.P. al Login: l’accampamento non sarà più automaticamente reso un progetto e messo nella riserva se si entra in un punto della mappa già occupato all’interno del server. Al suo posto, invece, riceveremo una notifica che ci consentirà di migrare su un altro server dove lo spazio è libero e il C.A.M.P. sarà intatto; qualora decidessimo di rimanere in questa sessione, il C.A.M.P. semplicemente non sarà collocato e non verrà smontato e impacchettato finché non decideremo di spostarlo manualmente.
  • Bulldozer: si tratta di una nuova feature che permette di rimuovere piccoli ostacoli come alberi, rocce e altre ostruzioni in maniera da gestire più liberamente il C.A.M.P.; sarà possibile rimuovere tali oggetti anche dai dintorni.

Bethesda ha riconosciuto di aver pubblicato patch di dimensioni corpose, per cui fra i piani vi è quello di rilasciare patch di dimensione più contenuta in occasioni future.

Nel frattempo, vi lasciamo con una guida con alcuni consigli basilari per gestire il C.A.M.P. in Fallout 76.