Fallout 76

Fallout 76, a poco più di una settimana dal lancio, ha ottenuto così tante critiche negative che Bethesda ha iniziato a rimborsare il gioco su PC anche ai giocatori che hanno già accumulato molte ore di gameplay.

Sul forum ResetEra infatti un giocatore ha affermato che nonostante le ventiquattro ore di gioco accumulare è bastata una richiesta di rimborso indicando come motivazioni della scelta il gran quantitativo di bug e la qualità del lato tecnico del gioco insufficiente.

Ciò che si teme ora è il vedere una raffica di richieste di rimborso, cosa che porterebbe la già non eccezionale situazione del titolo a crollare ulteriormente.

Nulla si sa invece di possibili rimborsi per le versioni console, cosa che non sarebbe strana a vedersi visto anche come l’ultima patch da 50GB non abbia risolto molti problemi.

I problemi del titolo non si vedono solamente tramite bug o pessimi problemi tecnici, ma anche il netcode sembra molto instabile visto come, a differenza di quanto era stato promesso, le disconnessioni e i crash sono molto frequenti, inoltre non è facile scordare cosa è successo ai server quando i giocatori hanno provato a lanciare tre testate atomiche contemporaneamente.

Per concludere il gioco nonostante sia sugli scaffali da una settimana sembra una versione ben lungi da potersi ritenere giocabile.

Per chi volesse acquistare il titolo ricordiamo che la sua uscita è stata il 14 novembre ed è disponibile su PC, Xbox One e Playstation 4.