Il 1° novembre è stata una giornata decisamente ricca e interessante per i fan di Anthem, l’ultima fatica di BioWare in arrivo su PC e Console il 22 febbraio 2019.

Dopo il breve gameplay mostrato alla Paris Games Week, gli sviluppatori sono tornati a mostrarci il titolo nella serata di ieri attraverso una diretta streaming con protagonisti i Lead Producer Ben Irving e Mike Gamble, che per l’occasione ci hanno portato a esplorare parte del mondo di Anthem in modalità gioco libero, così da mostrarci le dinamiche di alcuni eventi pubblici.

WORLD EVENTS

Gli eventi pubblici compaiono randomicamente, e non saranno visibili (almeno per il momento) sulla mappa. Il primo evento ha evidenziato alcune meccaniche classiche, che risulteranno familiari agli appassionati di Destiny. L’obiettivo consiste nel recuperare il contenuto da una cassa di un Arcanista. Per farlo dovremo superare alcune fasi precise, che comprendono la resistenza alle ondate dei nemici, dei portali energetici da attraversare in volo (entro un massimo di 55 secondi dal primo attraveramento) e una fase finale di difesa della zona.

Il secondo evento pubblico presentato durante la diretta invece consiste in una reliquia da silenziare, raccogliendo 8 echi dell’inno che spawneranno poco alla volta nell’area sovrastante. Dovremo resistere a varie ondate di nemici e, man mano che compariranno, raccogliere in volo gli echi necessari e riportarli alla zona della reliquia.

Dal completamento di entrambi gli eventi gli sviluppatori hanno ottenuto come ricompensa una parte di arma, ma non è stato specificato se il drop in questa build sia stato appositamente limitato per non mostrare altre armi o equipaggiamento.

LA FORZA E LA DEBOLEZZA DELLA TEMPESTA

Il gameplay ha evidenziato come lo Strale Tempesta sia estremamente vulnerabile: ad ogni colpo ricevuto lo specialista è costretto ad allontanarsi per ricaricare lo scudo, che è fondamentale in quanto una volta privato del proprio scudo lo Strale non sarà più in grado di volare e precipiterà a terra. La sua super abilità tuttavia è assolutamente uno spettacolo da osservare in azione: una serie di 3 colpi elementali di diversa tipologia (fulmine, gelo e fuoco) seguita dalla caduta di 3 enormi meteoriti.

Nonostante questa fragilità difensiva però, il Tempesta risulta davvero efficace nel supporto al combattimento, grazie a un ampia rosa di abilità. Oltre alla scarica di fulmini in grado di amplificare i danni infatti, questo Strale è in grado di colpire i nemici con dardi elettrici e persino di piazzare un’enorme barriera energetica, a conferma del fatto che non avremo a disposizione solamente una gamma di abilità offensive.

Il dualismo del fulmine con i dardi elettrici fa presupporre inoltre la presenza di diverse sottoclassi elementali per questo tipo di Strale, con la possibilità di utilizzare anche il fuoco e il gelo per altri tipi di abilità, tuttavia vi invitiamo a prendere il tutto con le dovute cautele in quanto non è stato confermato durante la diretta.

INTERCETTORE DOVE SEI?

Ancora una volta è il Tempesta a fare da protagonista, e pur potendo osservare meglio l’Intercettore in azione, dal video non è stato possibile capire quali siano le abilità specifiche di questo Strale, con l’unica eccezione della sua ultimate: le Lame Assassine.

Si tratta di una super corpo a corpo, in cui l’Intercettore utilizzerà le lame di cui è equipaggiato per colpire rapidamente i nemici. Ogni bersaglio che subisce uno di questi attacchi ravvicinati verrà colpito ripetutamente dagli echi del primo attacco, per 10 secondi. Pur non in primo piano, quanto mostrato conferma in maniera assoluta che l’Intercettore è lo Strale più veloce in azione nel mondo di Anthem.

Gli sviluppatori non hanno purtroppo precisato quando ci sarà la prossima livestream di Anthem, ma hanno più volte fatto riferimento a informazioni che verranno rivelate durante le prossime dirette, confermando il cambio di strategia volto a mostrarci gli elementi che compongono il gioco e lo stato dei lavori.

Avete assistito alla diretta? Cosa ne pensate di quanto mostrato? Fateci sapere le vostre impressioni nei commenti!