Nonostante sia sulla cresta dell’onda grazie alla Battle Royale, Fortnite si è presentato nel 2017 ai giocatori con la sola modalità Pve Salva il Mondo, disponibile acquistando un pacchetto fondatore con un costo variabile a seconda dei vari upgrade disponibili.

Questa modalità è stata lanciata in accesso anticipato, con la promessa da parte di renderla free-to-play nel corso dell’anno successivo al lancio, ovvero nel 2018.

L’avvento della Battle Royale gratuita e il suo enorme successo tuttavia deve aver scombinato non poco i piani in casa Epic, causando un vero e proprio cambio di strategie e di priorità. Pur avendo subio interessanti cambiamenti dal giorno del lancio infatti, il Pve di Fortnite è praticamente passato in secondo piano, così come gli aggiornamenti sulla sua resa free-to-play.

Questo almeno fino a ieri: Epic Games ha infatti pubblicato una nota sul proprio sito ufficiale dedicata interamente a Salva il Mondo, comunicando ai giocatori la scelta di posticipare al 2019 il momento in cui sarà possiibile giocare gratuitamente la modalità. Una decisione presa, a detta di Epic, per via delle molte integrazioni e cambiamenti ancora necessari per permettere al gioco di sopportare una quantità ancora più elevata di giocatori che si getteranno nella mischia quando il gioco diventerà aperto a tutti.

Epic ha inoltre sottolineato come il team stia lavorando a diversi aggiustamenti al fine di rendere l’esperienza Pve di Fortnite al meglio possibile, e nei prossimi mesi avremo modo di toccare con mano alcuni cambiamenti al sistema dell’interfaccia e degli eroi. A tal proposito nelle prossime settimane gli sviluppatori pubblicheranno un diario, in cui potremo seguire passo per passo lo stato dei lavori in corso.

Cosa ne pensate della decisione di Epic Games? Siete d’accordo sul posticipare la resa gratuita di Salva il Mondo? Fateci sapere cosa ne pensate nei commenti!