Il terremoto in casa Marvel Studios continua, secondo quanto riferito dagli insiders Heroic Hollywood e BirthMoviesDeath. All’inizio di questa settimana, la Disney ha confermato che Kevin Feige, presidente dei Marvel Studios, non risponderà più a Isaac Perlmutter di Marvel Entertainment, ma risponderà direttamente ad Alan Horn, capo di Walt Disney Studios.

Con questo cambio ai livello superiori, sembra che un altro cambiamento ha seguito perchè come riferiscono gli insider il comitato creativo è stato chiuso. Il Comitato, formato da artisti e dirigenti Marvel quali Brian Michael Bendis, Dan Buckley e Joe Quesada sarebbe stato completamente smantellato.

Che cosa significa tutto questo? Bene, il Comitato creativo era originariamente formata per mantenere il tono dei film vicino ai fumetti. Questi creatori che attivamente lavoravano sui personaggi per anni ha avuto voce in capitolo come dovevano essere rappresentati in un film, essere consultati per il dialogo e per la trama. Dopo sette anni e dodici film Kevin Feige non apprezzava più la loro presenza  e quindi da adesso le decisioni creative verranno prese direttamente dallo stesso Feige  insieme a Louis D’Esposito e Victoria Alonso e mantenere così il tono chiaro su tutta la linea Marvel.

In definitiva, questo significa che i Marvel Studios per il futuro saranno completamente indipendenti dai Marvel Comics. Ciò a sua volta significa che la fase 3 dei loro film sarà, in un certo senso, una nuova grande prova di come questo studio oramai indipendente gestirà queste proprietà da miliardi di dollari.

Cosa ne pensate? Fatecelo sapere con un commento!