anthem

Come rivelato al PAX di Seattle, che terminerà oggi, la demo di Anthem sarà disponibile per tutte le piattaforme per i giocatori che hanno effettuato il pre-order del titolo dal 1 febbraio 2019.

L’annuncio ha provocato una valanga di reazioni, e molti utenti hanno espresso una certa perplessità nei confronti di BioWare. Leggendo tra i commenti in rete dei fan del gioco sono emersi alcuni elementi che sono risultati difficili da comprendere: primariamente il vincolo del pre-order per giocare alla beta è stato da molti giudicato come una mossa di marketing non propriamente convincente: moltissimi utenti infatti hanno fatto notare che proprio dalla demo devono arrivare le indicazioni al giocatore necessarie all’acquisto. Un altro aspetto da non sottovalutare inoltre è il fattore tecnico: una demo non è una beta, non è una fase di test, e rappresenta una piccola parte del prodotto finito. L’uscita di una demo a sole 3 settimane dal lancio potrebbe far emergere problemi ormai impossibili da risolvere entro l’uscita del gioco, e il mancato annuncio di una fase beta prima del 1 febbraio ha aumentato esponenzialmente i dubbi e le perplessità degli utenti.

Come già accaduto negli ultimi mesi però, alle molte domande è arrivata prontamente la risposta su Twitter di Mark Darrah, che pur senza rilasciare altri dettagli ha confermato che prima della demo di Anthem il team farà qualcosa in questo senso.

Darrah si è mostrato inoltre possibilista anche in merito a una fase alpha, in arrivo probabilmente quest’anno.

Avremo modo quindi di provare il titolo in una fase alpha/beta prima della demo? Cosa ne pensate fin qui delle mosse di BioWare? Seguiteci per tutte le novità in merito e fateci sapere le vostre opinioni nei commenti!