Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima è una delle esclusive Playstation che più fanno attendere il loro arrivo.

Il gioco, presentato alla Games Week di Parigi nell’ottobre 2017, si è mostrato anche all’E3 di quest’anno in un comparto tecnico di tutto rispetto, un gameplay vario e divertente e uno stupendo lato artistico.

Sucker Punch non vuole lasciare nulla al caso, ed è grazie ad alcuni Tweet che vediamo come il team stia lavorando con veri esperti di arti marziali per creare un gioco molto accurato sotto il punto di vista di tecniche e movimenti.

Qui vediamo il team intento a lavorare con Masakumo Kuwami, decimo Gran Maestro dell’arte marziale Tenshinryu Hyohou, fondata a Tokyo nel XVII secolo da Yahei Tokizawa.

La scuola non insegna semplicemente l’arte della spada, ma anche dell’estrazione e di altre armi quali yari, la lancia giapponese, naginata, ovvero l’alabarda, il kusarigama, ovvero un falcetto legato ad un peso di ferro tramite una catena e molte altre arti.

Questo non vuol dire che ogni elemento descritto sopra sarà presente in Ghost of Tsushima, ma volendo si può speculare su quali armi saranno disponibili in esso e come lo stile di gioco potrebbe variare in base all’arma scelta.

In questi altri tweet possiamo vedere come Masakumo Kuwami e il suo assistente istruttore, Ryusetsu Ide, lavorano insieme a Sucker Punch per aiutarli a creare un’esperienza di gioco quanto più vicina alla realtà.

Kuwami ha anche riportato sulla sua pagina facebook, dopo aver detto di essere stato invitato da Sucker Punch a lavorare con loro, che l’incontro tra il gioco e le arti marziali è stata una cosa emozionante.

Possiamo concludere dicendo che di certo ora ci aspettiamo molto da quello che promette essere un ottimo gioco curato anche in questi dettagli che molto spesso vediamo trascurati.