Il gameplay integrale della demo mostrata all’EA Play ci ha fornito molte interessanti indicazioni su Anthem, ma insieme alle risposte ci ha restituito anche diverse domande sui diversi tasselli che comporranno il mosaico complessivo del titolo di Bioware.

Uno degli elementi sicuramente più accattivanti mostrati nel video risiede nella possibilità da parte di giocatori con cospicue differenze di livello di giocare insieme alcune attività. Durante la la missione Scars and Villany infatti ad un team di 3 giocatori di livello 30 si aggiunge un giocatore di livello 1. La domanda è sorta spontanea: com’è possibile?

Nella nostra analisi del gameplay abbiamo azzardato l’ipotesi che il gioco utilizzasse una sorta di livello medio di squadra, ma un’utente su Reddit ha avanzato un’altra possibilità, che Ben Irving non ha affatto smentito, anzi.

Risultati immagini per anthem full gameplay

L’utente kaLARSnikov infatti ha infatti esposto una teoria secondo cui sarebbe il gioco ad scalare in tempo reale il livello dei nemici rispetto a quelli dei singoli giocatori. In pratica tutti i danni, fatti e subiti, saranno scalati a seconda dei livelli di ogni giocatore. L’utente ha esposto anche un esempio piuttosto esplicativo: nel caso 2 giocatori di livello diverso, uno al 100 e l’altro al 105 affrontassero un boss, il boss apparirebbe al livello 100 con 1000 punti vita per il primo e al 105 con 10000 punti vita per il secondo, e ognuno riceverebbe un feedback a livello di danni fatti diverso ma uguale in proporzione.

Risultati immagini per anthem full gameplay demo

L’ipotesi esposta è piuttosto convincente, tanto che Ben Irving ha risposto direttamente senza smentire, anzi, ha confermato che questo tipo di dinamica cattura perfettamente lo spirito con cui il team di sviluppo aveva intenzione di approcciarsi. Il Lead Producer infatti la definisce infatti una meccanica che consente ai giocatori maggiore flessibilità che vi permetterà di essere il più efficienti possibile come team in combattimento, sottolineando comunque come non troverà posto nelle attività di end game.

Irving ha comunque confermato che nei prossimamente il team ha intenzione di pubblicare una nota a riguardo, al fine di fugare ogni dubbio e scongiurare ogni fraintendimento. Non si può certo dire che il team di Anthem si stia risparmiando in termini di feedback con la community, sempre più ansiosa di conoscere nuovi dettagli sul gioco, che uscirà il prossimo 22 febbraio su pc e console.

E voi cosa ne pensate delle parole di Irving? Fatecelo sapere nei commenti!