Assassin's Creed Odissey

Assassin’s Creed Odissey è stato annunciato pochi giorni fa da Ubisoft tramite un breve teaser, il quale però già ci ha dato un indizio sull’ambientazione che troveremo in questa nuova iterazione della serie: l’Antica Grecia.

Sappiamo quindi il luogo, ma la posizione cronologica nella serie? Verrebbe da dire ovviamente dopo Origins che, come suggerisce il titolo, racconta dell’origine del culto degli assassini nell’antico Egitto, viene spontaneo posizione Odissey dopo, ma potrebbe non essere così.

Sembra, secondo un report recente di Techradar, che il nuovo capitolo in arrivo sia ambientato in una Grecia antecedente ai fatti di Bayek, e a suggerire questa ipotesi è lo stesso Origins.

Se infatti con il Medjay abbiamo scoperto come è nata la confraternita e il suo legame con le aquile, una cosa invece non è stata chiarita in pieno: l’origine della lama celata.
Il nostro Bajek infatti riceve uno dei simboli culto degli assassini dalla moglie Aya, la quale ci racconta che questa lama è stata usata da un uomo di nome Darius per uccidere il re persiano Xerxes, nulla più.
Ma è proprio questa frase a suggerire che Odissey possa essere ambientato prima di Origins, poiché se quest’ultimo era localizzato nell’età tardo tolemaica dell’Egitto, le guerre tra greci e persiani sono antecedenti all’epoca appena citata.

Una lama celata di origine ellenica e un titolo ambientato nell’antica Grecia, gli indizi sembrano dunque combaciare, aprendo le porte a moltissime speculazioni su come il gioco potrà essere sviluppato sia a livello di trama che a livello di meccaniche in gioco, rendendo ancora più interessante il nuovo capitolo legato all’iconico universo degli assassini più famosi del mondo videoludico.

Tuttavia queste sono solo teorie non confermate, e per saperne di più dovremo aspettare il prossimo E3, dove Ubisoft sicuramente mostrerà qualcosa di più sostanzioso.
Vi invitiamo dunque a seguirci per sapere tutte le ultime novità in arrivo con il prossimo E3.