L’altro ieri, EA ha annunciato la chiusura dello studio Visceral Games (gli sviluppatori di Dead Space), così come la cancellazione del loro gioco di Star Wars, che era stato pensato per essere un titolo cinematografico alla stregua di Uncharted; ambientato nell’universo creato da George Lucas, e seguito da Amy Hennig, uno dei co-creatori della saga.

Sulla scia di questa cancellazione, molte speculazioni e teorie hanno iniziato a circolare sui social media, incolpando EA di averlo cancellato per il fatto che fosse un gioco single player, quindi con una bassa rigiocabilità e durata nel tempo.

Tuttavia, un famoso insider Jason Schreier ha usato Twitter per dissipare alcune di queste speculazioni, dichiarando, abbastanza esplicitamente, che il gioco è stato annullato non per questo motivo. Purtroppo però non ha fornito ulteriori dichiarazioni lasciandoci immaginare che le motivazioni fossero decisamente più serie ed articolate.