Bentornati ad Art Gallery, la rubrica dedicata all’arte di Halo targata 17k.it. Se vi ricordate di me, sono Nielsan. Perdonate la mia lunga assenza: i miei doveri di studente liceale mi hanno portato a sperimentare un anticipato ingresso nel mondo del lavoro. Si, uno stage. Tralasciando il fatto che lavorare d’estate dovrebbe essere vietato dalla legge, nel periodo della mia assenza si è svolto l’RTX, una fiera/conferenza che ha permesso a 343 Industries di rivelare molti nuovi succose informazioni riguardanti la Master Chief Collection. E la legge dovrebbe anche vietarmi di non dedicare il tema di oggi ai fantastici artwork rilasciati in questi giorni. Perciò, bando alle ciance e mettiamoci subito ad analizzare questi fantastici nuovi artwork! coagulazione

Cominciamo con il più appariscente di questi nuovi concept, uno scorcio di paesaggio della mappa multiplayer “Coagulation”. Come ben saprete, questa mappa è il remake di Blood Gulch” (“Burrone di Sangue” nella versione italiana), ma noto con piacere che le somiglianze con la versione originale sono ben poche. In questo remake l’area di combattimento non sarà completamente circondata da pareti rocciose, e avremo tutta la libertà di ammirare i dettagli dell’orizzonte e dello skybox.
Passando alla parte artistica, si intuisce facilmente dalle “pennellate” dense e precise, dagli effetti di luce sul terreno, e dalle rigorose forme architettoniche che è stato Sparth a realizzare questo concept.

coagulation

Quest’altro artwork appartiene sempre alla mappa “Coagulation”. E’ ambientato presumibilmente all’interno della base rossa, una delle due strutture poste all’estremità dell’arena. La stranezza è che se all’esterno, la base ci appariva come una struttura dei Precursori, all’interno possiamo chiaramente notare uno stile architettonico umano. Detto questo, l’abilità tecnica di Sparth è ancora una volta indiscutibile.

gungoose

E per finire, ecco a voi lo strafighissimo concept del GUNGOOSE! Avete capito bene: per chi non lo sapesse, gli sviluppatori di 343 Industries hanno deciso di rendere offensiva anche la celebre “motoretta”, che altrimenti avrebbe limitato la sua utilità a modalità di partita come Capture The Flag. Idiozie a parte, si può notare come la qualità del concept sia abbastanza scarsa. Sembra addirittura che sia stato realizzato in fretta e furia, giusto per essere presentato al panel della conferenza. Che sia stata un’idea dell’ultim’ora, per stupire ulteriormente noi fan? Non lo sapremo mai.

Anche per questa settimana è tutto. Si annuncia un’epoca d’oro per Art Gallery: nuovi Halo sono alle porte, e i “day ones” incombono sempre più. Ergo, video e immagini verranno rilasciate e articoli verranno pubblicati. Avremo molte supposizioni da fare e concept da analizzare, quindi tenetevi liberi quest’estate!

A presto, peace!