halo_3_jackalBuon giorno e ben tornati a tutti voi fans di Halo a questa nuova puntata de Il Grande Viaggio! Quest’oggi continua la trattazione dedicata alle specie del Covenant e nel particolare andremo a parlare dei Kig-Yar, conosciuti dagli umani con il nome di Jackal, sciacalli. Poco approfondita all’interno dei giochi, è analizzata meglio come razza in due libri di Halo: Contatto su Harvest e Mortal Dictata. Andiamo a scoprirne di più su di loro.

Cov_jackalfinal

Storia:

I Kig-Yar sono una specie ibrida e hanno fattezze comuni sia agli uccelli che ai rettili. Sono originari di Eayn, un satellite del gigante gassoso Chu’ot nel sistema di Y’Deio, che presenta un’atmosfera ed una temperatura di superficie simile a quella terrestre, una gravità leggermente inferiore a quella del nostro pianeta, un singolo oceano equatoriale ed una vegetazione simile a quella delle foreste pluviali. Chu’ot orbita assieme ad una cintura di asteroidi nella quale i Kig-Yar stessi si sono stabiliti.

Essi raggiunsero autonomamente l’età del volo spaziale e colonizzarono la fascia di asteroidi ben prima dell’arrivo del Covenant. Nonostante la presenza di un governo centrale su Eayn che aveva permesso il raggiungimento della tecnologia spaziale, i Kig-Yar insediatasi tra gli asteroidi tornarono a praticare la pirateria, così come i loro antenati anni prima avevano fatto sull’unico oceano del loro pianeta natale. Ed è proprio durante gli scontri tra i pirati degli asteroidi ed i commando del governo di Eayn che l’avanguardia del Covenant giunse nel sistema di Y’Deio nel 1342 AD.

Nonostante i Kig-Yar si fossero uniti sotto un’unica bandiera, furono presto assediati dalla flotta Sangheili e costretti alla resa.  Accettarono quindi di unirsi al Covenant per puro spirito di autoconservazione, diventando di fatto dei corsari, autorizzati dal Ministero della Tranquillità, tramite le Lettere di marca che, nonostante sancissero l’annessione al Covenant, lasciavano grandi libertà ai Kig-Yar, permettendoli di continuare il loro stile di vita indipendente.

I Kig-Yar arruolati nell’Esercito Covenant servivano come esploratori e cecchini, date le loro innate abilità, mentre all’interno della società, occupavano lo stesso livello degli Unggoy, nonostante essi li disprezzavano, sentendosi superiori. La tensione tra le due razze esplose nel 2462 quando alcuni comandanti Kig-Yar avvelenarono le risorse di un narcotico usato dagli Unggoy a scopo ricreativo, causando loro sterilità, come vendetta contro l’aumento esponenziale della popolazione Unggoy su Alta Opera che aveva invaso ed occupato gli spazi destinati ai Kig-Yar. L’Alto Concilio non intervenne e i responsabili non furono mai arrestati, scatenando la rabbia degli Unggoy che sfociò nella Ribellione.Jackal_Lakeside

Di fatto i Kig-Yar godevano di grande autonomia all’interno del Covenant e molti Capitani lavoravano su navi missionarie, ovvero piccoli vascelli incaricati di esplorare lo spazio esterno all’Egemonia, in cerca di nuove reliquie. E fu proprio una di queste navi, la Lieve Trasgressione a trovare il reliquiario di Harvest (Vedasi Primo Contatto).

Durante la Guerra contro l’umanità le loro abilità da pirati e mercanti furono sfruttate dal Profeta della Verità ed un gruppo di Kig-Yar, guidato da Reth, si introdusse in un avamposto ribelle umano, il Rubble, fingendosi disertori del Covenant per poter avvicinarsi agli umani e ottenere così le coordinate del loro pianeta natale. Il piano però andò in fumo grazie all’intervento da una parte del Tenente Keyes con la Midsummer Night, accompagnato dalla Squadra Grigia degli Spartan, e dall’altra da una task force Sangheili, capitanata da Thel’Vadamee, inviata dal Profeta del Rimorso, ignaro dell’operazione di Verità.

Con il Grande Scisma, molti Kig-Yar unirono ai Jiralhanae e, al termine della Guerra, alcuni tornarono a servire come mercenari presso le varie fazioni militari, la maggior parte tornò a dedicarsi al commercio ed alla pirateria, mentre un piccolo numero, tra cui spicca la figura della Capitana Chol Von, tentò di riunificare i Kig-Yar come un’unica nazione.

Chol Von:

Ritengo doveroso spendere due parole sulla figura di Chol Von avendo attirato molto la mia attenzione durante la lettura di Mortal Dictata. Chol è una Kig-Yar T’vaonan, ovvero una Skirmisher, ed è alquanto differente dalla media dei suoi simili. Al contrario del pensiero comune dei Kig-Yar incentrato sullo stile di vita piratesco e mercantile, Chol, dopo che il Covenant implose, portò avanti l’intento di unificare la sua gente sotto un unico governo ed un unico esercito. Senza la protezione dell’Egemonia, con una galassia in subbuglio dove gli equilibri di forza mutavano costantemente, i Kig-Yar avrebbero dovuto organizzarsi e riunirsi sotto un governo, che assicurasse loro un’influenza rispettabile all’interno dei giochi di potere galattici, e non passare la loro esistenza a razziare e a vivere come pirati. Chol era forte, determinata e molto intelligente. Ammirava fortemente gli umani anche per la loro ideologia, tanto da allevare i suoi figli più piccoli cercando di imitare il costume umano. Per raggiungere lo scopo di unire i Kig-Yar, Chol Von doveva mettere insieme una flotta. Quando Avu Med’Telcam la contattò 527px-ReachConcept_SkirmisherVariantper ingaggiarla per recuperare l’incrociatore Inquisitore Devoto, rubato da un altro Kig-Yar, Sav Fel, ella intuì che quella nave poteva serivre alla causa. Si mise quindi sulle traccie di Fel per poter recuperare e rubare a sua volta l’Inquisitore e con essa iniziare a costruire la flotta Kig-Yar. Tuttavia il piano fallì, quando il cammino di Chol si incontrò con quello della squadra speciale Kilo-5 proprio sull’incrociatore. Piuttosto che lasciare la nave in mano agli umani, la Kig-Yar sovraccaricò i siluri al plasma del vascello, facendolo così autodistruggere.

È interessante fare un paragone tra i due personaggi Kig-Yar più approfonditi all’interno della letteratura di Halo: Chol Von e Chur’R-Yar, Capitano della nave missionaria Lieve Trasgressione, la responsabile del ritrovamento del mondo reliquiario di Harvest. Chur’R-Yar tentò di imbrogliare il Covenant per poter accaparrarsi delle reliquie, in modo da poterle smerciare come pirata ed arricchirsi di conseguenza. Chol Von al contrario rifiutava un ottica prettamente materialistica e uno stile di vita predatorio, dimostrandosi lungimirante, pragmatica ed aperta di mente grazie al suo ideale di voler riunire come nazione i Kig-Yar. L’unica cosa che le accomuna è che entrambe fallirono nell’intento (Chol non riuscì a rubare l’Inquisitore Devoto e Chur non riuscì a sottrarre le tanto ambite reliquie) e che entrambe furono costrette a sacrificare la loro nave.

Anatomia:

I Kig-Yar presentano molte similitudini sia con gli uccelli che con i rettili terrestri. Di alimentazione onnivora, con tre dita per mano, sono estremamente agili e con gli organi sensoriali molto sviluppati. Grazie a queste abilità sono impiegati come cecchini e scout dall’Esercito Covenant. Maschi e femmine non hanno distinzione di massa corporea, le uniche differenze, ovviamente oltre ai genitali, sono nel fatto che i maschi possiedono un piumaggio ispido, le femmine al contrario ne sono sprovviste e sono ricoperte invece da superfici callose sugli avambracci e sulla nuca. Si riproducono tramite uova che vengono incubate dalla femmina.

La specie dei Kig-Yar si può dividere in tre grandi rami morfologicamente distinti: i comuni Jackal, i Jackal di Ibie’sh e gli Skirmisher o T’vaonans.

Senza titolo-1

I Jackal sono i Kig-Yar più comuni e sono quelli apparsi all’interno della prima trilogia di Halo. Nativi di Eayn, hanno toni di pelle che vanno dal marrone chiaro al giallastro, in rari casi anche verdognoli, occhi chiari a bulbo e il muso allungato, quasi come un becco.

I Jackal di Ibie’sh sono nativi appunto del continente isolato di Ibie’sh, su Eayn. Hanno la struttura corporea simile a quella degli altri Kig-Yar, con la differenza del collo molto più muscoloso e con una testa apparentemente più simile a quella di un rettile. La quasi totalità dei Kig-Yar che servono presso le truppe di Jul’Mdama provengono da Ibie’sh.

I T’vaonans, o Skirmisher, si sono sviluppati sull’asteroide-colonia di T’vao. La loro pelle ha tonalità molto più scure rispetto ai comuni Kig-Yar, teste squadrate e piccoli occhi gialli. Possiedono rivestimenti ossei facciali ed una bocca molto simile ad un becco, oltre che vere piume sulla testa e sulle braccia, al contrario degli aculei dei comuni Jackal. Entrambe le sottospecie sono molto agili ma gli Skirmisher sono in grado di effettuare salti maggiori e di scattare con maggiore velocità. Sono quelli con fattezze più simili ai volatili.

Cultura e Società:

Gli antichi Kig-Yar erano divisi in clan, disseminati su Eayn. La loro società è matriarcale ed i maschi sono succubi alle femmine. Le aspettative di vita dei pulcini maschi infatti sono inferiori rispetto a quelli del sesso opposto. Sono inoltre le femmine a decidere con chi accoppiarsi e tendenzialmente cambiano compagno di volta in volta ma tuttavia i maschi rimangono presso il nido della compagna fino a che sono tollerati.da_kig_yar_jackals_by_skirmisherdak-d6bx8mg

La divisione in clan favorì lo sviluppo della pirateria lungo l’oceano equatoriale del pianeta. Anche quando raggiunsero l’età spaziale, i Kig-Yar continuarono a comportarsi da pirati, commerciando e razziando tra le varie colonie disseminate nella fascia di asteroidi che orbita attorno al loro gigante gassoso,  Chu’ot. Infatti ancora oggi la figura del pirata è entrata a far parte della cultura Kig-Yar in modo indissolubile. Tutti gli eroi del loro folklore sono pirati e questa figura rappresenta la libertà, anche dal Covenant. Esistono infatti pirati Kig-Yar che non sono affiliati all’Egemonia, ai quali i loro simili si rivolgono quando devono smerciare merci o materiali rubati.

All’interno del Covenant i Kig-Yar sono considerati al livello degli Unggoy e, poiché essi si sentivano superiori, hanno generato spesso contrasto tra le due specie. Nonostante le loro abilità, sono considerati così in basso all’interno della gerarchia Covenant per via della loro poca fede. Infatti aderirono all’Egemonia per puro spirito di autoconservazione e per le prospettive di guadagno date dai nuovi mercati che si sarebbero aperti. Servono princKig_Yar_Heavyipalmente come fanteria leggera, forze di sicurezza, scout e tiratori scelti. Ad alcuni corsari Kig-Yar viene inoltre affidato il comando delle navi missionarie Covenant, con lo scopo di trovare nuove reliquie per l’Egemonia. Grazie alla loro posizione utilizzano spesso navi create da loro e non quelle fornite dai San’Shyuum. Inoltre i Kig-Yar sono soliti sottrarre risorse al Covenant per commerciarle con i pirati Kig-Yar che operano al di fuori del controllo dell’Egemonia.

Eayn è un mondo capitalista pre-industriale, con una popolazione di quasi un miliardo di individui. Il governo Kig-Yar prima dell’annessione al Covenant era un’oclocrazia e di fatto aveva poco potere, poiché la sua autorità era inefficace e spesso ignorata. Le colonie infatti erano gestite autonomamente.

Data la loro scarsa propensione religiosa e la loro poca considerazione delle parole dei San’Shyuum, i Kig-Yar hanno manifestato in più occasioni la capacità di coesistere anche con i nemici del Covenant, come gli umani. Data la loro natura pragmatica, materialista e mercantile, sono capaci di stringere affari con chiunque, e, finché saranno avvantaggiati economicamente, anche contro i nemici giurati del Covenant.

Conclusioni:

Come già sottolineato, i Kig-Yar sono una razza opportunista, pragmatica, concreta e commerciante di natura. Le speculazioni filosofiche e religiose per loro sono di poco conto, quello che conta è il commercio e il guadagno. L’annessione al Covenant e la successiva integrazione ne è un chiaro esempio. Essi infatti hanno accettato il Trattato dell’Unione non perché animati da una fede appassionata ma per puro calcolo egoistico. Non avrebbero mai infatti potuto vincere la guerra contro la Flotta Sangheili e le possibilità di ricchezza che si sarebbero aperte grazie ai nuovi mercati con le specie del Covenant indussero i Kig-Yar ad aderire all’Egemonia. Non tutti però lo fecero, molti decisero di diventare pirati e di solcare lo spazio della galassia in cerca della libertà e delle ricchezze che qualunque Kig-Yar sogna.

NessunoY59