Esiste un’espressione attualmente in voga associabile al futuro dei videogiochi ed è la realtà virtuale. Anche se questa è lontano dall’unica storia degna della nostra attenzione, ci sono o ci saranno presto molte altre tendenze e sviluppi che influenzeranno il futuro del nostro utilizzo dei videogiochi.

È vero che la realtà virtuale si sta imponendo in maniera determinata ma anche questo non è così evidente che essa significhi soltanto giocare a casa. Mentre i detrattori hanno implicato che la realtà virtuale sarà essenzialmente isolante per i giocatori, perduti nei propri mondi futuri, gli sviluppatori di videogiochi vogliono aggiungere giochi social ai propri titoli di realtà virtuale. Questi riguarderanno attività divertenti da compiere con i propri amici, così come anche trasportare i giocatori in un altro mondo.

I giochi richiederanno probabilmente una maggiore partecipazione fisica dell’utente, rispetto a quelli attualmente esistenti. I produttori di videogiochi di realtà virtuale sono costantemente in fase di esplorazione di nuovi modi innovativi che includano un maggiore coinvolgimento fisico dell’utente, basti pensare ai sempre più numerosi stili di combattimento o giochi di sport interattivi di Nintendo Wii.

Eravamo tutti entusiasti per la Wii nel 2007 e al caratteristico sensore di movimento che lo hanno reso un’affermata console di sport a cui non si può rinunciare durante l’estate. Eppure sembra così vecchia adesso, dopo che l’hanno succeduta soltanto due console Nintendo. Proprio l’estate scorsa, ne 2016, il mondo è diventato pazzo per Pokémon Go.

Anche se il mercato della Realtà Aumentata aveva già iniziato a sviluppare il proprio portafoglio con diverse altre app, Pokémon Go è stato uno dei primi giochi per cellulari ad aver utilizzato per la prima volta la Realtà Aumentata. Se andiamo incontro a un futuro invaso dalla Realtà Aumentata dipenderà da Pokémon Go, enorme successo, se rappresenta o meno l’inizio di una nuova tendenza di gioco o se non è altro che un fuoco di paglia, il cui successo può essere accreditato in relazione a un marchio già vincente, che in sostanza dice che i titoli Pokémon sono sempre di tendenza.

Ma anche in tal caso, il 2017 sarà caratterizzato da alcuni titoli di Realtà Aumentata che danno una chiara indicazione di quanto il futuro sia loro favorevole. Un gioco in arrivo, Woorld, realizzato in collaborazione con Google, consente di collocare oggetti virtuali sullo sfondo del proprio ambiente fisico reale e promette di essere un sandbox di Realtà Aumentata colorato, reso disponibile su dispositivi che includono la nuova piattaforma Tango di Realtà Aumentata, sviluppata da Google.

È arrivata anche la Realtà Virtuale. L’anno scorso ha visto il lancio di sistemi di alta qualità come Vive di HTC, Oculus Rift di Facebook, Daydream di Google e Samsung Gear VR. La Realtà Virtuale è indubbiamente una tecnologia di gioco fondamentale, quindi la sua priorità principale è quello di continuare a soddisfare sia gli sviluppatori che i giocatori. Se la Realtà Virtuale diventasse la prossima piattaforma di successo, il 2017 sarà un anno cruciale. Finora, la VR ha causato più dibattito che eccitazione, non si è proprio bloccata, ma non è neanche esplosa. Ciò è dovuto in parte al costo di tutte le attrezzature necessarie e in parte forse al fatto che ha bisogno di un’azienda maggiore o un titolo per inserirsi nel mercato della Realtà Virtuale nello stesso modo in cui Pokémon si è affermato in quello della Realtà Aumentata.

Ciò ci riporta nuovamente alle console. Mentre si evolvono in qualcosa di più simile a dispositivi multimediali di intrattenimento rispetto alle macchine dedicate ai giochi, i telefoni cellulari dovranno seguirne l’esempio. I videogiochi per dispositivi mobili stanno già rivaleggiando con il dominio delle console, ma dovranno collegarsi allo stesso modo alle TV, per potere davvero seguirne il passo.

In questo modo, prenderanno probabilmente la forma della più recente console di Nintendo, Switch. Questa nuova idea sviluppata dall’azienda leader giapponese è in parte portatile (sostituendo la DS) e in parte casalinga (sostituendo la Wii U) rendendola prima console unica nel suo genere a surclassare la PlayStation di Sony e Xbox One. In sostanza, la console casalinga della macchina funziona interamente come un tablet che si collega alla TV mediante una docking station connessa direttamente alla TV e dotata anche di una ricarica elettrica. La consolle può essere sollevata nella sua interezza per essere utilizzata come tablet e entrambe le parti sono affiancate da due controller di movimento “Joy Con” simili a quelli Wii o che si collegano insieme per aver un joypad tradizionale. Quando i cellulari impareranno a fare questo, le cose potrebbero assumere una svolta evidente nel settore.

In quanto alla concorrenza, Sony ha confermato l’esistenza della PlayStation 5 che sarà probabilmente lanciata nel 2018 e che sembra possa facilitare la connessione della PS5 a Facebook, Twitter e altre forme popolari di social media. L’anno prossimo Sony dovrebbe anche lanciare successivamente la PlayStation VR, la cui Realtà Virtuale sarà un elemento importante della nuova macchina, come anche per la prossima X Box di Microsoft in uscita.

Ma quali giochi? Allo stato attuale credo che la Realtà Aumentata, per molte ragioni, avrà successo con i giochi dei dispositivi mobili, mentre la Realtà Virtuale probabilmente avrà successo con le console, piuttosto che concorrere direttamente l’una con l’altra. Ciò cambierà quando i prezzi diminuiranno e i telefoni diventeranno quindi più potenti.  Ma al momento i telefoni portatili sono perfetti per i giochi dalla Realtà Aumentata come Pokémon, indipendentemente dalla vostra posizione sulle ragioni del suo successo. La Realtà Aumentata ha una potenza dimezzata e funziona bene negli ambienti esterni, rendendola adatta per i telefoni. Le console hanno comunque bisogno di saltare sul carro della Realtà Virtuale e farla diventare un successo. E non c’è assolutamente alcun motivo per cui non potrebbe diventarlo.

Non sorprende che, data la loro reputazione leader di mercato quando si tratta di giocare d’anticipo, i casinò online hanno abbracciato, e continueranno ad abbracciare le nuove tecnologie, che è uno dei motivi per cui essi si stanno godendo un periodo di boom simile. A tal fine, la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata dovrebbero essere entrambe utilizzabili nel mondo popolare dei casinò online e per dispositivi mobili. La rapida crescita di casinò per dispositivi mobili può ridursi alla comodità e alla mobilità, consentendo ai giocatori di godere dei propri giochi di casinò preferiti in movimento. Man mano che si sviluppa il futuro dei giochi, i casinò online continueranno a sviluppare e migliorare la loro tecnologia, in modo tale da semplificare l’accesso ai casinò per dispositivi mobili e mantenere una posizione di vantaggio.

Giochi di guerra, simulazione sportiva, combattimento, picchiaduro, sparatutto e casinò, tutti questi generi richiedono poca fantasia per immaginare come potrebbero essere con un visore VR. Con degli adattatori ai vostri piedi potreste giocare a FIFA, correndo abilmente lungo la fascia destra del Barcellona. Potreste rapinare una banca, rifugiandovi e sparando ai poliziotti in un gioco di inseguimenti all’insegna del crimine in stile GTA. In Call of Duty, potreste salvare gli abitanti del paese da attacchi, invadendo i nemici oppure potreste giocare a un sofisticato casinò online, incassando le vostre chip, chiacchierando con gli altri giocatori, puntando tutto sul nero e guardando i tell degli altri giocatori di Poker Texas Hold’em.

Tutte queste tipologie di giochi già popolari possono, dovranno e capitalizzeranno a più riprese per dare ai videogiochi un futuro di successo.