Dopo svariati mesi di incognite Phil Spencer, capo della divisione Xbox, spiega il motivo della cancellazione di Scalebound datata settembre 2016

Inizialmente entrambi le parti, Microsoft e Platinum Games, non avevano detto molto a riguardo, sapevamo soltanto che dopo “un’attenta riflessione” hanno deciso di cancellare il progetto. Dopo il disappunto della Casa giapponese, Phil Spencer si scusò con i fan per la cancellazione del titolo e affermò che anche a lui dispiaceva per quanto successo.

Oggi stesso Spencer ha fatto luce sulla cancellazione di Scalebound in un’intervista con il sito giapponese GameWatch.

Risultati immagini per Phil spencer

Phil Spencer dichiara:

I problemi si sono riscontrati da quando abbiamo annunciato il gioco. Platinum Games stava lavorando a un progetto enorme, un gioco mai visto prima che comprendeva un enorme fetta di multiplayer, ma l’annuncio per loro era stato fatto troppo presto e così sono iniziate le pressioni. Queste pressioni influenzarono molto lo sviluppo e ostacolarono il nostro obiettivo a tal punto che l’integrità del titolo era compromessa.
Abbiamo preso la decisione di non continuare lo sviluppo del gioco. Ho rispetto per Platinum Games e capisco la delusione che hanno provato i nostri fan alla notizia.
Questo, per me è stata una grande lezione!

 

Non è la prima volta che dei titoli vengono cancellati, o addirittura rovinati, a causa delle pressioni durante lo sviluppo. Possiamo solo augurarci che non accada nuovamente!