Pete Hines, vice presidente per il marketing e le pubbliche relazioni di Bethesda Softworks, durante un’intervista a The Telegraph, ha annunciato che uno “Skyrim 2″ non rientra nei piani dell’azienda.
Il motivo, sembrerebbe, è che non è nella politica aziendale rilasciare giochi in base al potenziale che hanno, ma sono concentrati sul rilasciare contenuti in base alla qualità.
Qui le parole usate da Hines per descrivere al meglio le loro intenzioni a riguardo.

“It’s rare to have franchises like the ones we have and to have people joking about “when is Skyrim 2 coming out?” dice Hines. “The media-16693-w400-c0x0x49x0-q100reason they say that is because generally speaking that’s what you’d be getting with another publisher in charge. They’d be spitting out a Skyrim 2 the year after or two years later. That’s just not how we view it.”

Successivamente continua dicendo questo.

“We do smaller stuff, we don’t publish to scale, we try to publish to quality.”

Per chi non è ferrato in inglese, qui un riassunto di ciò che il vide presidente ha detto riguardo la politica aziendale di Bethesda Softworks.

“Alcune persone scherzano chiedendo quando uscirà Skyrim 2. Di norma è quello che si chiederebbe ad altri publisher, che non ci penserebbero due volte prima di pubblicare uno Skyrim 2 uno o due anni dopo l’uscita del gioco originale. Ma questo non è il modo in cui noi vediamo le cose. Noi proviamo a pubblicare prodotti in base alla qualità, non in base alla loro scala potenziale”

Sicuramente molti resteranno delusi, uno Skyrim 2, visto anche il finale aperto del primo, era sicuramente molto atteso e sperato, ma non possiamo dire che la politica di Bethesda non sia una buona strada su cui lavorare, viste le perle che ci dona e la qualità con cui le crea.
Probabilmente potremmo anche vedere un The Elder Scrolls VI, ma per ora l’azienda non è interessata ad un seguito diretto di Skyrim.