Dopo l’annuncio delle mod anche su Xbox One per Fallout 4, il popoli del web possessore di una console Microsoft sembra aver dichiarato quel giorno festa nazionale.
Le console però non sono come i computer, ci saranno alcune piccole restrizioni, ma non gridate subito allo scandalo, Todd Howard ha detto infatti che vuole quante meno restrizioni possibili.
Insomma, se volete un fenicottero rosa con corna e coda da castoro, perchè no?

Queste le parole di Todd Howard a riguardo.

“So, just like Skyrim, there are mods that can break your game pretty wildly, and so we have some safety things on the console for that, but at the same time, we are going to let people break their game. Because we try heavily not to.”

Tramite l'editor potremo personalizzare le caratteristiche del nostro personaggio

Riassumendo, come vedete il Game Director spiega durante questa intervista a IGN, che come è stato per Skyrim, ci sono mod che potrebbero rompere il gioco in modo piuttosto brusco, quindi hanno inserito delle misure di sicurezza per quello, ma allo stesso tempo vogliono lasciare che il giocatore possa effettivamente “rompere” il proprio gioco.
Riguardo al funzionamento delle stesse mod, Todd Howard spiega che il giocatori potranno creare un’altra versione del proprio salvataggio, dal menu quindi potremo scegliere quale salvataggio giocare,se il nostro principale o se il salvataggio dove saranno presenti le mod.
In questo modo i nostri progressi di gioco saranno al sicuro da eventuali errori o crash che potrebbero compromettere l’integrità del salvataggio facendoci perdere ciò che avevamo fatto in precedenza.

Ha inoltre aggiunto che non dovremo aspettarci un controllo da parte di Bethesda sulle mod su console, almeno quello è il piano per ora a riguardo.
Quando gli è stato chiesto se Bethesda approverà ogni mod, la risposta è stata, in sintesi, che non vogliono controllare le mod, ma vogliono solo evitare che vi siano contenuti illegali in esse.
Dopo questa spiegazione, la domanda che il giornalista pone è se per illegali intende pornografia, nudità, o modelli da altri giochi, ad esempio Halo.
Questa la risposta di Todd Howard.

Either your nudity or porn, that kind of stuff, or you’re taking assets from Halo“, spiega Todd, Though, Microsoft might allow that. We’d have to get approval. But like, generally, if someone is using assets from another game, we have to say, ‘No, you can’t do that.”

Qui Todd Spiega che mod contenenti, per l’appunto, nudità o modelli di Halo possono comunque essere lasciati, pur sotto autorizzazione di Microsoft, ma se voi giocatori volete usare assets da altri giochi, Bethesda è costretta a dire di no e a bloccare la mod.

Con questo concludiamo questa piccola spiegazione su come funzioneranno le mod su console, che saranno disponibili da inizio del prossimo anno su PC, successivamente su Xbox One e può darsi che arrivino anche su PS4, ma questo è da vedere, in quanto sebbene Bethesda voglia portare le mod anche su PS4, sta ancora aspettando l’ok da parte di Sony.
Attendiamo, come sempre, il 10 Novembre per saperne di più.