La famosa compagnia Giapponese Fomalhaut ha da poco effettuato l’ennesimo teardown di Nintendo Switch e della dock svelando alcune cose molto interessanti.

Innanzitutto si confermano i Joy-Con come oggetti molto sofisticati e costosi, si stima infatti un costo di produzione di circa 90 dollari, mentre la console si assesterebbe sui 167 dollari. In seguito Fomalhaut ha evidenziato come nella Dock ci sia molto spazio vuoto per poter inserire vari upgrade, sopratutto se si tiene conto che la potenza di uscita dell’alimentatore in dotazione con Nintendo Switch eroga ben 100W, molto più di quelli necessari per la sola NS.

content_small_nintendo-switch_notizia

Uno dei possibili upgrade è proprio quello della Realtà Virtuale, un ipotesi che Nintendo ha paventato più volte in passato. Tuttavia ricordiamo che sono congetture, in quanto la grande N non ha ancora rivelato niente del futuro hardware per Nintendo Switch.