gamestop logo

Il periodo nero per GameStop sembra non trovare fine e la recente notizia di un furto di dati sensibili di sicuro non aiuta la già poco rosea situazione della nota catena.

A quanto pare sul sito GameStop americano è andato a segno un tentativo di hackeraggio, che avrebbe permesso il furto di molti dati dei clienti con tanto di numeri di carte di credito, scadenze, nomi, indirizzi e soprattutto il codice di sicurezza a tre cifre CVV2, che tecnicamente non dovrebbe mai essere memorizzato sui server.

A quanto pare gli hacker, tra il settembre 2016 e il febbraio 2017, sono riusciti a copiare le sessioni di connessione di un numero non ben definito di utenti, avendo così accesso a tutti questi dati. GameStop ha rilasciato la seguente dichiarazione riguardo questi fatti:

“Siamo profondamente rammaricati per questa spiacevole situazione, accaduta alla nostra clientela. GameStop vorrebbe ricordare ai propri clienti che è sempre consigliabile controllare i propri estratti conto, facendo attenzione a spese non autorizzate, da segnalare immediatamente alla propria banca, nel rispetto delle norme di sicurezza relative ai titolari di carte di credito”

Le indagini proseguono e non appena saranno resi noti nuovi dettagli, verremo informati. Ricordiamo che gli utenti italiani non corrono alcun rischio, in quanto l’attacco ha colpito solo ed esclusivamente il sito USA di GameStop, ma i consigli in questo caso valgono per tutti! Ricordatevi di controllare periodicamente le vostre transazioni!