CD Project RED, la famosissima software house polacca creatrice della fortunata saga di The Witcher, ha registrato il marchio “Cyberpunk“, in vista dell’uscita nel prossimo futuro dell’attesissimo Cyberpunk 2077. Tramite il proprio account Twitter, CD Project RED ha comunicato semplicemente di volersi tutelare e che il marchio sia stato registrato eslusivamente come una misura di auto difesa del proprio lavoro.

Lo studio è ben consapevole che Cyberpunk 2077 sia un progetto imponente nel quale il team ha investito risorse e duro lavoro. Grazie alla registrazione del marchio, CD Project RED tenta di tutelare il proprio prodotto, in modo da essere gli unici a poterlo usare come nome per un videogioco. In questo modo possono essere sicuri, in caso di sequel od espansioni, di poter usare ancora la stuttura Cyberpunk 2 o Cyberpunk 2078, scongiurando l’eventualità che qualcun’altro possa registrare il marchio al loro posto e così impedire loro di utilizzare di nuovo il nome.

CD Project RED fa inoltre notare che si tratta di un marchio e non di un copyright, il che significa che tramite questa operazione lo studio non diventa proprietario della parola o del genere e dell’ambientazione Cyberpunk. Inoltre il team non proibirà ad altri giochi di utilizzare la parola Cyberpunk nel titolo, a patto che esso non crei confusione nei consumatori. Ioltre il marchio non impedirà di usare la parola come termine descrittivo.

La software house polacca sembra credere molto nel progetto ed è intenzionata a difenderlo a tutti i costi. Cyberpunk 2077 è, stando alle voci degli sviluppatori, decisamente molto più imponente di The Witcher 3, rendendolo così il progetto più ambizioso e colossale che lo stesso team abbia mai affrontato. Attualmente CD Project RED è stata molto parca in quanto a dettagli, per saperne di più su Cyberpunk 2077 non ci resta che aspettare!

Fonte: IGN