Come ben sapete lunedì si è conclusa la fase di Open Beta di Ghost Recon Wildlands, l’ultimo testing prima del rilascio, ormai prossimo, fissato per il 7 febbraio 2017 per Xbox One, PC e Playstation 4. Ubisoft dunque si ritrova ad esaminare i vari feedback ricevuti ed a prepararsi al tanto agognato lancio. In tutto ciò vengono tirate le somme sulla partecipazione a questa fase. Ghost Recon Wildlands ha infranto il record precedentemente detenuto da The Division, venendo incoronato come Re nella storia Ubisoft per giocatori attivi e tempo trascorso in gioco.

Sono stati giocati più di 2 miliardi di minuti e più del 60% degli utenti hanno affrontato le missioni con la propria squadra in modalità cooperativa, per un totale di 6,8 milioni di giocatori (battendo appunto The Division con all’attivo 6,4 milioni), scoprendo la bellezza mortale delle Wildlands prima dell’uscita ufficiale del gioco su console e PC. Sia la Closed Beta che la Open Beta hanno permesso ai giocatori di iniziare lo scontro contro il cartello di Santa Blanca esplorando due provincie tra le 21 presenti nel più grande open world mai creato da Ubisoft per un gioco action-adventure. Queste due province offrono esperienze diverse. come avrete appurato: Itacua è una provincia fiorente e montuosa ed è quella iniziale del gioco, mentre Montuyoc, situata su un altopiano innevato, è molto più impegnativa. I giocatori hanno potuto segnalare al team di sviluppo le proprie opinioni in modo da migliorare l’esperienza di gioco al momento dell’uscita di Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands.

ghost recon wildlands

Come ringraziamento ai fan, tutti i giocatori che hanno partecipato al test tecnico, alla Closed Beta o alla Open Beta (e giocheranno entro il 31 marzo usando lo stesso account Ubisoft) riceveranno la ricompensa Unidad Conspiracy, che include tre missioni esclusive ambientate nella regione di Media Luna, una delle roccaforti dell’Unidad, e sarà disponibile per il download dopo l’uscita del gioco.

Ricordiamo che Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands è ambientato in Bolivia a pochi anni di distanza da oggi, nel momento in cui il paese è stato trasformato in un narco-stato per mano del violento cartello della droga chiamato Santa Blanca. I giocatori avranno il compito di smantellare il cartello con ogni mezzo a loro disposizione: l’enorme e reattivo open world incoraggia vari stili di gioco, lasciando la libertà di scegliere come portare a termine le missioni se in modalità cooperativa o singolo giocatore.

ghost recon wildlands

Tom Clancy’s Ghost Recon Wildlands sarà disponibile dal 7 marzo 2017 su console e PC e vi invitiamo a venirci a trovare sulla nostra pagina Facebook Ghost Recon Wildlands Italia ed il nostro gruppo Ghost Recon Wildlands Italia.